Schede di riferimento
Anticipazioni TV

Chico Forti condannato all'ergastolo per omicidio, il servizio de Le Iene

3

Ieri nella trasmissione di Italia 1 si è parlato del caso Chico Forti. Dopo vent'anni si è giunti ad una svolta politica.

Chico Forti condannato all'ergastolo per omicidio, il servizio de Le Iene

Chico Forti, pseudonimo di Enrico Forti, è un italiano che nel 1998 è stato condannato all'ergastolo per omicidio. L'uomo ha sempre sostenuto la sua innocenza, ma sono vent'anni che è rinchiuso in un carcere di massima sicurezza in America. Ora, Le Iene Show, la trasmissione di Italia 1 che tratta questo caso da diverse settimane, ha annunciato che si è giunti ad una svolta politica: il nostro governo chiederà la grazia per Forti.

Il Caso Chico Forti

Chico Forti è un italiano che si è trasferito a Miami. Qui è diventato un videomaker di successo, si è risposato ed ha avuto tre figli. La sua vita tranquilla, però, è stata sconvolta da un terribile evento. Il 15 febbraio del 1998 a Miami è stato rinvenuto in spiaggia il corpo esanime di Dale Pike, il quale è stato ucciso con due colpi di pistola. Per il suo omicidio è stato incriminato e condannato all'ergastolo proprio Chico Forti. Tuttavia, a distanza di vent'anni, lui continua a proclamarsi innocente e, quindi, vittima di un errore giudiziario. Tante cose, però, non tornano in questa storia. Ad esempio, la scena del crimine potrebbe essere stata manipolata. Infatti, Pike sarebbe rimasto per circa 24 ore, nudo, sulla spiaggia, ma sembra che sul suo cadavere non ci fosse alcuna traccia di un possibile contatto con gli animali della zona, come procioni oppure zanzare. Anche il movente sembra non reggere. Chico Forti avrebbe organizzato una truffa ai danni di Tony Pike, padre dell'uomo assassinato; quest'ultimo, così, sarebbe accorso dal padre per metterlo in guardia e, di conseguenza, il Forti lo avrebbe ucciso per non veder saltare il suo piano. Ma, durante il processo, sono emersi degli elementi che portano a dubitare della validità di questo movente.

La telefonata e i granelli di sabbia che incastrano Forti

Alle 19.16 del 15 febbraio del 1998 Chico Forti ha chiamato la moglie. La telefonata è stata localizzata nei pressi del luogo in cui è stato rinvenuto il cadavere di Dale Pike. Forti, infatti, era andato a prelevare quest'ultimo all’aeroporto. Però, Chico Forti, stando a quanto ha raccontato, lo è soltanto andato a prendere, e lo ha poi lasciato davanti ad un ristorante, il Rusty Pelican. Successivamente, Dale Pike si sarebbe diretto da solo verso una macchina di lusso, con a bordo un tale che aveva tutta l'aria di non essere una persona qualunque.

Sulla jeep di Chico Forti sarebbero stati rintracciati alcuni granelli di sabbia provenienti dalla spiaggia in cui è stato ritrovato il corpo di Dale Pike. Ma questa prova è saltata fuori soltanto dopo tre mesi dal giorno dell'omicidio, e soltanto dopo che la polizia aveva effettuato la terza ricerca. Inoltre, la difesa di Forti sostiene che all'imputato non sarebbe stato possibile raggiungere la spiaggia, dato che questa, a causa di un violento tornado, all'epoca era stata chiusa.

La famiglia di Dale Pike

Il padre della vittima, Tony, è ormai deceduto, ma è ancora in vita il fratello, Bradley. Quest'ultimo vuole scoprire la verità, dalla quale, secondo lui, si è ancora molto lontani. Infatti, Bradley Pike è convinto che Forti non c'entri nulla con l'omicidio del fratello, tanto da essere disposto a fare tutto il possibile per contribuire al suo rilascio. In più, l'uomo ha rivelato di essere venuto a conoscenza dell'esistenza di una email che il detective John Campbell, colui che rintracciò i granelli di sabbia nell'automobile, aveva inviato a Tony Pike. In questo messaggio carico d'odio, il poliziotto confessava che le prove per inchiodare Chico Forti non erano sufficienti, così lui e i suoi colleghi erano arrivati a minacciare i giurati affinché condannassero l'italiano.

Il governo italiano chiede la grazia per Forti

Riccardo Fraccaro, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ha dichiarato in Parlamento che a breve il governo italiano tenterà di contattare il governatore della Florida e i rappresentanti diplomatici americani per chiedere la grazia per Chico Forti. L'esponente del M5s ha spiegato che ci sono elementi sufficienti per far sì che gli USA non possano ignorare la loro richiesta.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming