News Streaming

Pier Paolo Pasolini: i suoi film in streaming su Infinity, insieme al Pasolini di Abel Ferrara

Mamma Roma, Accattone, Uccellacci e uccellini, Rogopag, Il Vangelo Secondo Matteo, Edipo Re e Comizi d'amore.

Pier Paolo Pasolini: i suoi film in streaming su Infinity, insieme al Pasolini di Abel Ferrara

Con Pasolini di Abel Ferrara, inusuale biopic interpretato da Willem Dafoe, il servizio di streaming on demand Infinity presenta anche diversi film di Pier Paolo Pasolini, il geniale artista e intellettuale scomparso oltre quarant'anni fa. Da notare che, come chicca per gli appassionati, trovate anche il western Requiescant di Carlo Lizzani, nel quale Pasolini interpretò Don Juan.

Iniziamo proprio col Pasolini di Ferrara, che segue le ultime ore del regista prima del barbaro assassinio, espandendole con visioni del film che non arrivò mai a girare, Porno-Teo-Kolossal. Il film fu in concorso al Festival di Venezia del 2014.


Accattone (1961), interpretato da Franco Citti, rappresenta l'esordio dello scrittore Pasolini al cinema, con protagonista un giovane borgataro romano, che sopravvive alle spalle di una donna che fa prostituire. Quando la perde, si trova di fronte alla necessità di sopravvivere.


Mamma Roma (1962) è uno dei film più celebri dell'autore, dove un'esplosiva Anna Magnani, vincitrice del premio come miglior attrice a Venezia, è nei panni di una prostituta profondamente legata al figlio Ettore, al quale vorrebbe risparmiare la sua vita difficile.


Ro.Go.Pa.G. (1963) in realtà è un lungometraggio a episodi, con segmenti diretti anche da Roberto Rossellini, Jean-Luc Godard e Ugo Gregoretti (il titolo è costituito dalle iniziali dei registi). L'episodio di Pasolini è tuttavia famoso: La ricotta vede una comparsa, un uomo indigente, morire d'indigestione sul set di una Crocifissione, proprio sulla croce. Il regista fu processato per vilipendio alla religione, ma vinse una Grolla d'oro a Saint Vincent.


Il Vangelo Secondo Matteo (1964) reinventa il testo sacro con lo sguardo post-neorealistico tipico del regista. Fu girato in Italia, con un uso originale dei luoghi. Fonte di infinite polemiche all'epoca dell'uscita, per la relativa libertà di esposizione, rimane un'esperienza sobria e sentita.


Comizi d'amore (1965) è un documentario in cui lo stesso Pasolini attraversa l'Italia ponendo alla popolazione di allora domande su sesso, condizione della donna e sentimenti.


Uccellacci e uccellini (1966) è il più atipico film che Totò abbia mai interpretato, in una parabola dal sapore quasi beckettiano, nel ruolo forte coi deboli e debole coi forti, in un astratto viaggio senza meta insieme al figlio Ninetto Davoli. Un film ancora oggi unico e prezioso. Totò, un anno prima della morte, vinse il suo secondo Nastro d'Argento,dopo quello di Guardie e ladri


Edipo Re (1967) è invece un adattamento della tragedia di Sofocle, interpretato da Franco Citti, Alida Valli, Ninetto Davoli e Carmelo Bene. Girato in Marocco, dov'è ricreata la Grecia antica.




  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming