News Streaming

Labyrinth compie 30 anni: celebriamo il culto di una generazione

2591

Il fantasy di Jim Henson con David Bowie è sempre disponibile in streaming legale e Blu-ray.

Labyrinth compie 30 anni: celebriamo il culto di una generazione

Il 27 giugno Labyrinth - Dove tutto è possibile compie 30 anni. Il film di Jim Henson con David Bowie e Jennifer Connelly si può rivedere in streaming legale su Google Play, Chili o iTunes, ma anche in Blu-ray, dove presenta diversi extra, tra cui un commento audio del designe Brian Froud e tre documentari sulla lavorazione.

Sembra incredibile oggi, se pensiamo a quanti di noi amano questo film, ma alla sua uscita Labyrinth fu un sonoro flop, causando un'immensa delusione nel suo autore Jim Henson (il papà dei Muppet), che ci aveva creduto insieme a George Lucas, executive producer per la Lucasfilm. Prima di Labyrinth, oltre agli sterminati lavori televisivi, Henson si era fatto notare per aver codiretto insieme all'amico Frank Oz (Yoda, per la cronaca) un altro fantasy con pupazzi, altrettanto ambizioso ma più economico, Dark Crystal (1982).

Labyrinth rimane un film prezioso e curioso: la colonna sonora di Trevor Jones e le canzoni di David Bowie (che interpreta Jareth, il re degli gnomi) portano il marchio delle sonorità anni Ottanta sin nel midollo, così come è tipica di quegli anni la teenager in crisi di Jennifer Connelly (con un'eco del cinema di John Hughes), ma la struttura su cui poggia il racconto è una rimasticazione di tanta letteratura fantasy anglosassone. E' facile rivedere, nella sceneggiatura dell'ex-Monty Python Terry Jones, tracce del Mago di Oz e di Alice nel paese delle meraviglie.

Sarah (Connelly) ha 13 ore di tempo per recuperare il fratellino Toby, che ha incautamente consegnato nelle mani del Re dei Goblin Jareth (Bowie), da lei evocato in un momento di esasperazione. Dovrà affrontare un viaggio nel Labirinto ordito da Jareth, pieno di trappole e visionari incontri, prima di riuscire nell'intento e forse arrivare a una propria maturità interiore. Sono entrati nell'immaginario collettivo i suoi compagni di viaggio: il colossale Bubo, lo gnomo Gogol e lo yorkshire Sir Didimus, tutti mossi - come si usava ancora negli anni Ottanta - ricorrendo a burattinai ed effetti meccanici, prima che si aprisse l'epoca della CGI.

Tantissimi i momenti che si fa fatica a dimenticare, dal proverbiale "Non hai alcun potere su di me" al malinconico (provvisorio) addio alla fantasia, "Non so perché, ma di quando in quando nella mia vita, senza apparenti ragioni, io sento il bisogno di tutti voi".
Chiudiamo con una sequenza che sicuramente tutti gli appassionati del film ricorderanno bene. La scegliamo anche e soprattutto in onore del Duca Bianco, che portò sul set non solo il suo talento ma anche la sua voglia di divertirsi, con simpatica autoironia.



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming