News Streaming

La diffusione dello streaming negli USA è esplosa nel 2020, per tutte le piattaforme, ma ci sarà una frenata?

27

Una ricerca del Wall Street Journal mostra come tutte le piattaforme streaming abbiano subito un'esplosione nel corso del 2020: se questo è comprensibile, sorprende che nessuna abbia trionfato a scapito di un'altra. Ce n'è ancora per tutti... ma fino a quando?

La diffusione dello streaming negli USA è esplosa nel 2020, per tutte le piattaforme, ma ci sarà una frenata?

Non è una novita che il mercato dello streaming abbia visto nel corso del 2020, in seguito alla pandemia di Coronavirus e al primo lockdown, un'esplosione delle sue piattaforme in tutto il mondo, in primis negli Stati Uniti: il Wall Street Journal ha deciso di fare un po' di conti in tasca a Netflix, Amazon Prime Video, Hulu, Peacok, Disney+, Apple TV Plus, HBO Max (in Nord America in quest'ordine di diffusione, dai 250 milioni di utenti Netflix alla dozzina di HBO Max). Quello che sorprende non è l'ovvia portata delle singole esplosioni, quanto che tutti i servizi siano cresciuti uniformemente con una considerevole media del 50%: per ora nessuno sembra effettivamente risentire della concorrenza degli altri. Una relativa pacchia, che però avrebbe i mesi contati. Vediamo perché. Leggi anche La Universal e la sua rivoluzione tra sala e streaming: segna il futuro?

I giganti dello streaming: quando comincerà la guerra tra Netflix, Amazon Prime Video, Disney+ e gli altri?

I dati analizzati dal Wall Street Journal puntano in una direzione: la fase di espansione evidentemente non è ancora terminata, nonostante le previsioni più ottimistiche di crescita da parte di Netflix fossero state già ridimensionate in autunno. La guerra vera, si prevede, comincerà al termine della fase di assestamento, che si sta rapidamente avvicinando, stando a un sondaggio che fu svolto nel 2019: secondo quel responso ogni Americano interpellato era disposto a spendere fino a 44 dollari al mese per varie sottoscrizioni di streaming, fino ad arrivare a 3.6 abbonamenti contemporanei. D'accordo, la cifra suona bizzarra concentrandosi solo sulla media matematica, ma quel che conta è che attualmente le sottoscrizioni contemporanee hanno toccato quota 3.1 servizi. Cosa succederà quando la gente realizzerà che gli abbonamenti sottoscritti sono un po' troppi e - si spera - le sale riapriranno, insieme al ripristino degli svaghi fuori di casa? Bisognerà scegliere... Leggi anche La pandemia aiuta lo streaming e punisce i pirati: in America inasprite le pene fino a 10 anni di carcere

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming