News Streaming

Il Warner Bros Digital Day per un'alfabetizzazione sui contenuti digitali

6

Un incontro a Milano per sensibilizzare sull'accessibilità continua e personalizzata a film e serie tv.

Il Warner Bros Digital Day per un'alfabetizzazione sui contenuti digitali

Il "mondo digitale transazionale" potrà apparirvi qualcosa di incomprensibile, ma con ogni probabilità fa già parte della vostra vita: la Warner Bros. ha organizzato un "digital day" a Milano per discutere delle possibilità attuali di scaricare e/o vedere in streaming film, serie tv e contenuti, in una fruizione impensabile fino a dieci anni fa. All'incontro presso la Casa Lago hanno preso parte Antonio Moro di Lega Nerd e il divulgatore informatico Salvatore Aranzulla, il cui sito è noto ai più come fonte di dritte computeristiche. Se ci seguite, saprete che avevamo già dedicato un ampio articolo sul mondo dell'offerta digitale, per distinguerne le varie tipologie presenti in Italia. Alla Casa Lago le realtà di cui discutemmo sono state presenti con le loro distinte offerte: Chili, Google Play, iTunes, Infinity, Mediaset Premium, Microsoft, Playstation Store, Rakuten, Sky Primafila e TIMvision.

Questo evento e gli articoli che noi stessi qui a ComingSoon vi stiamo proponendo servono a illuminare un po' la strada del citato cambiamento di fruizione: paradossalmente l'ampia offerta dona libertà di scelta ma comporta una certa difficoltà di adattamento per un'utenza che guarda con troppa facilità alle scorciatoie della pirateria. L'avvento di Netflix ha già reso meno pratico piratare contenuti, mentre i servizi citati sono una maniera di personalizzare le proprie esperienze in "playlist" adeguate ai propri gusti.
Ecco quindi la necessità di creare una "cultura del digitale" che permetta di assecondare un primato del mercato italiano: dopo Corea del Sud e Hong Kong, l'Italia è il terzo paese al mondo per SIM attive, ben 52 milioni! Se infatti, si tratti di pigrizia, pirateria o infrastrutture inadeguate, in generale solo 2.500.000 di utenti noleggiano o scaricano legalmente audiovisivi online, le potenzialità del mobile italiano potrebbero esplodere: tra il 2016 e il 2017 il consumo medio del traffico su mobile è cresciuto del 41,2%. Fare appello al noleggio o all'acquisto digitali significa anche spendere meno, se si paragonano i prezzi a quelli di un Blu-ray (un noleggio singolo può partire da un minimo di 99 centesimi). Superato il problema dello spazio occupato dai dischi, solo lo spazio in termini di gigabyte sui propri hard disk potrebbe preoccupare, se non fosse che la stragrande maggioranza dei servizi spinge più sulla visualizzazione in streaming, senza quindi necessitare a tutti i costi del download.
Non è un caso che sia sempre la Warner Bros a prendere queste iniziative di alfabetizzazione: la major infatti in Italia è leader del mercato digitale, non solo per numero di vendite e noleggi, ma anche nella fiera proposta di ben 100 titoli del loro catalogo in 4K.

Dopo l'incontro, abbiamo avuto modo di approfondire la questione con alcuni dei maggiori attori dei servizi digitali in Italia, alle loro postazioni. Ci siamo focalizzati sull'acquisto e noleggio: nello specifico, sulle tempistiche di uscita dei film rispetto alle sale (105 giorni sulle piattaforme TVOD, vedi articolo segnalato in apertura); sulle diverse modalità di noleggio e acquisto (SD, HD e 4K); sui costi (per i titoli più nuovi oscillanti tra i 2.99 e i 4.99 euro). I tempi di fruizione del materiale noleggiato, in media, rientrano nei 15-30 giorni dal pagamento e 48 ore entro il primo avvio del contenuto.
Siamo rimasti colpiti da Chili: la loro app rinnovata è comoda, con un'offerta piuttosto ricca specialmente sul fronte serie tv. Nell'ambito di questa app è persino possibile acquistare e farsi spedire a casa del merchandising relativo a serie e lungometraggi, con extra. Chili mira inoltre a creare una vera impronta editoriale sui contenuti e sul modo di porli. A dispetto della grande diffusioni di dispositivi Android, ci è sembrato invece che Google Play presentasse un'offerta minimale rispetto agli altri.
Senza voler quindi nulla togliere alla magia della sala, sostenuta con passione da Barbara Salabè (presidente e CEO Warner Bros Entertainment Italia) durante l'incontro, al termine della giornata il "mondo digitale transazionale" assume un valore pratico e non apocalittico: un possesso e una fruzione di cinema e serie tv adeguati ai tempi connessi in cui viviamo.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming