News Streaming

I racconti dello zio Tom non sarà sul Disney+ e il Dumbo originale sarà censurato

239

Cattive notizie per chi sperava in una preservazione dei classici: la Disney non vuole essere accusata di razzismo.

I racconti dello zio Tom non sarà sul Disney+ e il Dumbo originale sarà censurato

Durante la presentazione del servizio di streaming Disney+, in partenza negli USA a novembre, si era detto che tutti i classici animati e non della casa sarebbero finiti sul servizio. Si pensi quel che si vuole, ma si tratta di un patrimonio per molti appassionati, che andranno purtroppo incontro ad alcune frustrazioni. Uno dei classici sarà infatti evitato accuratamente, mentre un altro finirà amputato.

Hollywood Reporter ci conferma che I racconti dello zio Tom non sarà mai sul servizio, nè d'altra parte è stato mai edito in dvd o Blu-ray (in rete ne circolano copie illegali da vecchi VHS). Il film del 1946 diretto da Harve Foster, con tre segmenti animati per la regia di Wilfred Jackson, è un adattamento del libro "Song of the South" di Joel Chandler Harris. Contestato già nel corso della produzione, il film raccontava l'amicizia tra Uncle Remus (James Baskett), nero anziano lavorante di una piantagione, e il piccolo Johnny (Bobby Driscoll), figlio bianco dei proprietari. Anche se le tre favole animate che Remus narrava, con protagonisti Fratel Coniglietto, Comare Volpe e Compare Orso, erano dei gioielli del periodo, il rapporto di subordinazione dei neri ai bianchi, con in più una caratterizzazione folkloristica stereotipata, negli anni ha accresciuto l'aura di imbarazzo che avvolge l'opera. Già nel 2011 il presidente Disney Bob Iger aveva motivato così la sua decisione in una riunione aziendale, dopo averlo riguardato:

"Non suonerebbe bene nè piacerebbe a diverse persone oggi. Riproporlo non sarebbe nell'interesse dei nosti azionisti, anche se porterebbe un certo guadagno."

Il Dumbo originale risalente al 1941 pone un "problema" analogo: la scena dei corvi, caratterizzati con stereotipi razziali evidenti. In quel caso, pare che il lungometraggio sarà comunque pubblicato sul Disney+ ma privato di quella sequenza. Le decisioni ci lasciano perplessi. In passato, nei cofanetti dei Disney Treasures, si erano trovati modi per far passare le scene dei cartoon antichi Disney che potevano risultare non opportune oggi (uso di armi, ironie e stereotipi su neri ed ebrei, personaggi che fumano e via discorrendo). Il critico Leonard Maltin introduceva i film incriminati con un disclaimer che spiegava quanto la società si fosse evoluta da allora, pregando di contestualizzare storicamente quelle gag. Il materiale era poi visionabile senz'alcun taglio. Ci sembrava un ottimo compromesso.
Se il buongiorno si vede dal mattino, e il Disney+ è destinato sul serio a sostituire sul lungo termine il formato fisico, potremmo perdere un patrimonio.



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming