News Streaming

Highlander L'ultimo immortale: 30 anni di un mito su Infinity

372

Dal 9 marzo, riscopriamo Christopher Lambert, Sean Connery e le canzoni dei Queen in un vero cult anni 80.

Highlander L'ultimo immortale: 30 anni di un mito su Infinity

Il 7 marzo Highlander - L'ultimo immortale con Christopher Lambert e Sean Connery compie 30 anni, e dal 9 marzo sarà disponibile in streaming sul servizio on demand Infinity. Il film di Russel Mulcahy, grazie anche alle canzoni dei Queen e a un inconfondibile sapore anni Ottanta, è entrato nel mito pur non avendo vinto mai alcun premio. Generò alcuni sequel, poco apprezzati dai fan: Highlander II - Il ritorno (1991), Highlander 3 (1995) e Highlander: Scontro finale (2000). Il capostipite rimane comunque il più amato.

La storia racconta di Connor MacLeod (Lambert), che nella New York del 1985 combatte contro il suo eterno nemico, Kurgan (Clancy Brown). Entrambi immortali, provengono dalla Scozia del 1536, quando circostanze legate a una profezia hanno cominciato a condurli parallelamente verso uno stesso destino. Nel passato, Connor è stato addestrato all'uso delle armi da Juan Sánchez Villalobos Ramirez (Sean Connery), un maestro d'armi, altro immortale. Quando Krugan rapirà l'agente di polizia Brenda (Roxanne Hart), lo scontro finale avrà luogo.

Il fascino particolare di Highlander nasce anche da circostanze fortunate. L'indefinibile e particolare accento di Christopher Lambert nell'edizione originale, per esempio, si deve a un casting azzardato: pur nato negli Stati Uniti, Lambert era cresciuto in Francia dall'età di due anni e aveva studiato recitazione lì, quindi aveva una dimestichezza con l'inglese pressocché nulla. Il suo film precedente, Greystoke (1984), l'aveva visto nei panni di Tarzan, con pochissime battute.
Almeno tre canzoni dei Queen, scritte appositamente per il film, sono entrate nella storia: Who Wants to Live Forever, A Kind of Magic e Princes of the Universe, andate ad affiancare la colonna sonora di Michael Kamen. La band di Mercury sulle prime doveva comporre un solo brano, ma il gruppo rimase così intrigato dall'atmosfera di un primo montato, da estendere la propria partecipazione con entusiasmo. Durante la visione si ascoltano sei brani della band.
All'epoca pieno di impegni, Sean Connery accettò di partecipare solo se le sue scene fossero state girate in una settimana: Mulcahy accettò la sfida e l'impegno dell'attore, con suo stesso stupore, terminò con precisione dopo sette giorni. Diventato amico di Lambert, Connery solo per fargli piacere tornò in Highlander II: eccettuato James Bond, nella sua carriera Sean non era mai tornato nei panni di un personaggio, nè l'avrebbe fatto in seguito.

Originalità, circostanze, talento, ispirazione e quel tipico eccesso che oggi riconosciamo come caratterizzante del mitico decennio degli '80: una combinazione che oggi ci porta a considerare Highlander un classico, quando all'epoca negli Stati Uniti non fu nemmeno un grande successo di pubblico. Succede!



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming