News Streaming

10 tra i migliori film del 2018 visti sulle piattaforme streaming: Netflix e Amazon Prime Video

88

E che trovate ancora online da vedere e rivedere durante le Feste di fine anno (se trovate il tempo).

10 tra i migliori film del 2018 visti sulle piattaforme streaming: Netflix e Amazon Prime Video

Le Feste di fine anno, quelle che fino a ieri ci sembravano così lontane, sono oramai alle porte. Fanno sempre così, arrivano così veloci che nemmeno ce ne rendiamo conto, e siamo sempre un po' impreparati.
Allora, nella speranza che, tra impegni familiari, eventuali trasferte e altro, abbiate comunque un po' di tempo per il dolce far niente, qui a Comingsoon.it abbiamo pensato di aiutarvi, e di fornirvi già bella e pronta una bella lista di 10 tra i migliori film usciti nel 2018 sulle piattaforme streaming di Netflix e Amazon Prime Video: da vedere o da rivedere, da soli o con la famiglia, durante queste Feste.

The Other Side of the Wind (Netflix)



Il film mai finito da Orson Welles, portato a termine da amici e collaboratori che hanno seguito alla lettera gli appunti e il montato lasciato dal grande regista prima di morire. La questione filologica rimane anche aperta, certamente, ma si tratta comunque di un film straordinario, dimostrazione - ce ne fosse stato bisogno - del genio limpido e visionario e anticipatore di uno dei più grandi registi della Storia.

ROMA (Netflix)



Leone d'Oro al Festival di Venezia 2018 (anche grazie all'amico Guillermo del Toro), e poi molto altro: premiatissimo e apprezzatissimo dai critici di tutto il mondo, grande successo in sala lì dove Netflix ha stretto accordi per farlo uscire, grande favorito sia ai Golden Globes che agli Oscar, dove c'è chi pensa potrà essere candidato (e premiato) come miglior film. Non un capolavoro, forse, ma comunque un film davvero notevolissimo.

Last Flag Flying (Prime Video)



Richard Linklater è uno dei grandi autori (spesso sottovalutato) del cinema americano contemporaneo, e l'ha confermato anche con questo film passato ingiustamente sotto silenzio, anche quando è stato presentato alla Festa del Cinema di Roma del 2017. Steve Carell, Bryan Cranston e Laurence Fishburne sono i tre bravissimi protagonisti di quello che è una sorta di sequel/remake di L'ultima corvé, il film di Hal Ashby del 1973 con Jack Nicholson, Randy Quaid e Otis Young.

Sulla mia pelle (Netflix)



Cosa sia, lo dovreste sapere tutti: è il film che racconta - con un equilibrio e una misura davvero rari - dell'arresto e della morte di Stefano Cucchi. È il film che è stato un grande successo di pubblico in sala, a dispetto della contemporanea diffusione in streaming. È il film che, piaccia o meno, ha contribuito in misura più che significativa ai recenti sviluppi del processo legato alla morte di Stefano, e al venire meno del muro di omertà che fino a pochi mesi fa circondava una vicenda che è una vergogna per la nostra democrazia. È, last but not least, un gran bel film.

Annientamento (Netflix)



Romanziere (era suo il libro da cui Danny Boyle trasse The Beach), poi sceneggiatore (proprio con Boyle, in 28 giorni dopo e Sunshine, e poi con Non lasciarmi e Dredd), e infine regista: prima con Ex Machina, e poi con questo Annientamento. E, insomma, pare proprio che dove metta mano, Alex Garland ottenga egregi risultati. Questo qui con Natalie Portman e un film di fantascienza coraggioso, intelligente e visionario, attento alle esigenze del cinema ma senza mai mettere da parte ambizioni filosofiche, scientifiche e perfino sentimentali. Complimenti.

Jim and Andy (Netflix)



Prima venne Andy Kaufman, il geniale comico dadaista. Poi fu la volta di Tony Clifton, il suo sboccato e grezzo alter ego. Poi arrivò Jim Carrey, che interpretò entrambi in Man on the Moon, il bellissimo film biografico di Milos Forman, con una dedizione e un'intensità talmente elevate da risultare incredibili. Poi venne fuori un vecchio backstage del film di Forman commissionato ai tempi proprio da Carrey, e su quel backstage è costruito questo film di Chris Smith, che è coinvolgente, divertente e commovente studio sulla recitazione, sulla rappresentazione e sulla realtà, e su quell'attore bravissimo e complesso che è Jim Carrey.

I famelici (Netflix)



Gli spazi infiniti del Canada. Boschi, prati, case isolate. Nebbia. Cataste misteriose di sedie, di bambole, di porte, di altri oggetti della vita comune delle persone erette da catatonici "infetti" affamati di carne umana, che si risvegliano dal loro torpore quando sentono il minimo rumore. E, ovviamente, lo sparuto gruppo di sopravvissuti in cerca di salvezza, e di silenzio. Uno dei migliori zombie movie degli ultimi anni, sospeso tra tradizione e innovazione, metafisica quasi alla Antonioni e umorismo surreale e irresistibile.

Hold the Dark (Netflix)



Chi fosse Jeremy Saulnier, regista americano oggi 42enne, se ne sono accorti gli accreditati al Festival di Cannes del 2013, dove fuori concorso venne presentato Blue Ruin, notevolissimo e ruvidissimo neo-noir portato in Italia dal Torino Film Festival. Poi per Saulnier è stata la volta di Green Room, che invece esplorava il confine tra il thriller e l'horror. Nel 2018 è arrivato questo Hold the Dark, che porta Jeffrey Wright, Alexander Skarsgård, James Badge Dale e Riley Keough nelle desolate e innevate distese dell'Alaska e lo spettatore in un viaggio inquietante dentro i lati più oscuri della natura umana.

Beirut (Netflix)



Sono un fan di Brad Anderson da quando, nel 2001, quello che è ancora uno degli horror più notevoli degli ultimi anni, Session 9. Da allora il regista americano ha esplorato generi e realtà produttive diverse, e con Beirut affronta per la prima volta il thriller di spionaggio, raccontando la storia un diplomatico americano che ha lasciato Beirut nel 1972 dopo la morte della sua famiglia, e che dieci anni dopo torna in Libano per mettere in salvo un collega in difficoltà, aiutato da un'agente della CIA sotto copertura. Sceneggia Tony Gilroy, mentre davanti alla macchina da presa troviamo Jon Hamm e Rosamund Pike.

Qualcuno salvi il Natale (Netflix)



E, per chiudere, un film di Natale che più film di Natale non si può. Una favola per famiglie divertente per i grandi e per i bambini, grazie a un Babbo Natale poco tradizionale e molto rock'n'roll interpretato dal grandissimo Kurt Russell, che torna così al tipo di cinema che l'ha lanciato quando era ragazzo e recitava nei film in live action degli anni Settanta della Disney. Imperdibile la sua esibizione (da dietro le sbarre) di "Santa Claus is back in town", leggendaria canzone del Re: Elvis Presley.

I Migliori Film del 2018



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming