Schede di riferimento
Speciali Serie TV

Un tocco di femminilità in Human Target

Human Target, in onda con la seconda stagione su Steel, arricchisce la sua formula con l'ingresso nel cast di due affascinanti lady.

Un tocco di femminilità in Human Target

Bisogna dirlo: fino a qualche mese fa la FOX sembrava davvero non sapere cosa fare di Human Target, e questo certamente non ha aiutato la serie ad avere un’altra stagione. I maligni penseranno che fosse tutto calcolato, ma ciò non spiegherebbe perché la serie aveva ottenuto una seconda stagione prima di finire con la testa mozzata. Quindi, è probabile che ancora una volta - succede anche negli USA - la colpa sia stata di quella programmazione così imprecisa e discontinua: prima annunciata, poi rinviata due volte, infine piazzata in un’altra serata dopo la cancellazione di Lone Star. Quella che doveva essere un’esilarante opportunità di evasione, si è trasformata in un inferno per gli appassionati americani, i quali ora farebbero meglio ad acquistare un biglietto per l’Italia, perché dal 13 luglio gli episodi della seconda stagione di Human Target andranno in onda regolarmente e senza interruzioni su Steel (Premium Gallery sul DTT), ricordandoci quanto fosse bello questo show.

“Calma. Faccio parte dei buoni”, aveva assicurato su TV Guide Christopher Chance (interpretato dal bello e libertino Mark Valley) poco prima che la seconda stagione facesse il suo debutto. Chance è un eroico mercenario, una guardia del corpo a noleggio, un crudele cane sciolto che non esita a mettere se stesso in pericolo per salvare un innocente. E’ come se non avesse paura della morte, ma come dice in un’occasione un suo nuovo cliente, “tutti hanno paura di morire... a meno che, naturalmente, per qualche motivo pensano di meritarlo”. Al di là delle missioni ad alto rischio che propone, Human Target è soprattutto la storia di quest’uomo, della sua redenzione dopo un passato oscuro da assassino su commissione (un’occupazione che tornerà a tormentarlo nella prima parte di questa stagione, quando si ritroverà a proteggere la vedova di uno degli uomini che aveva ucciso).

Se state pensando che quanto detto finora possa favorire il vostro sonno, dovreste ricredervi. Human Target si è imposta sulla scena televisiva come puro intrattenimento da popcorn: sequenze d’azione sconvolgenti, acrobazie terrificanti e colpi di scena intelligenti, sostenuti dall’ottima interazione tra Chance e il suo team, che include l’irritabile e testardo Winston (il sempre piacevole Chi McBride) e il trasandato ma pericoloso Guerrero (Jackie Earle Haley), la cui sinistra reputazione lo precede. “Quello che Jay-Z è per il rap, o quello che Louis Vuitton è per le borse, lui lo è per la tortura delle persone”, dice il suo intimorito accolito. E nel tentativo di ampliare l’appeal dello show, la seconda stagione introduce da subito due personaggi femminili regolari - il modo migliore per mettere a punto una formula, rendendola ancora più divertente da guardare. In questo caso, più siamo meglio è, e quel “più” include la splendida Indira Varma (Roma e l’attuale successo di BBC America Luther, giusto per citarne alcune) nei panni di Ilsa Pucci, un elegante e cosmopolita filantropo, la quale allontanerà Chance dal suo pensionamento temporaneo per farsi salvare da morte certa. Lungo la strada, poi, la squadra s’imbatterà in una coraggiosa ladra soprannominata Ames (Janet Montgomery, una scoperta), la quale diventerà il braccio destro del finora lupo solitario e irritabile Guerrero.

Uno degli aspetti che rendono Human Target divertente è che, mentre noi crediamo che Chance e la sua coorte stiano prendendo sul serio il lavoro, loro sono di tutt’altra opinione. Chance dice con una certa frequenza che “non è un grande fan dei piani d’azione”, e quando Pucci cerca d’insegnargli che “Ci sono molti modi più intelligenti per guadagnare qualche dollaro”, lui sorride e le risponde: “Non sono così brillante”. Nonostante sia un’affermazione discutibile, anche perché Human Target è uno show brillante, sentirglielo dire è adorabile. Soprattutto, dopo tanti sosia che hanno voluto strafare (ad esempio Undercovers), Human Target non cerca di essere più di quello che è: solido e ben prodotto, un tipo d’intrattenimento riccamente confezionato che riesce grandiosamente a centrare il suo obiettivo modesto ma robusto.



  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming