Speciali Serie TV

Un solo giorno per salvare il mondo, di nuovo

35

Jack Bauer è tornato e questa volta avrete qualche dubbio sul fatto che sia lui l’eroe della storia.

Un solo giorno per salvare il mondo, di nuovo

Homeland, The Americans, Covert Affairs, Tyrant, State of Affairs... Probabilmente nessuna di queste serie sarebbe esistita senza 24 e il successo di pubblico e critica che l’ha accompagnata durante le sue otto stagioni. Non solo 24 ha aperto la strada in tv a storie di agenti sotto copertura, terroristi, spie e autorità governative in pericolo di vita, lo ha fatto servendosi di una tecnica narrativa che ancora oggi resta unica nel suo genere, quella del racconto in tempo reale. Da quando la serie prodotta da Howard Gordon (lo stesso di Homeland) è terminata nel 2010, per circa quattro anni si è parlato soltanto della possibilità di rivedere sullo schermo il personaggio di Kiefer Sutherland. Un altro segnale di quanto l’ex agente del CTU Jack Bauer fosse amato sia dagli autori storici, che insistevano per far decollare il progetto, sia dal pubblico, che rispondeva con entusiasmo a qualsivoglia rumor. Ma quello che inizialmente doveva essere un film è diventato poi una serie evento, 24: Live Another Day , ora in onda in Italia dal 16 giugno su Fox (canale 112 di Sky) con un doppio episodio ogni lunedì alle ore 21:00, a poche settimane di distanza dagli Stati Uniti.

La missione di questi nuovi 12 episodi non è solo raccontare cosa sia successo al protagonista durante la sua latitanza, anche permettere a uno dei personaggi più riusciti della tv americana di salvare il mondo ancora una volta, ovvero ciò che sa fare meglio. E l’ultimo capitolo della saga di Jack Bauer non fa nulla per tradire l’affetto dei fan. Il formato è molto fedele all’originale, ticchettio dell’orologio incluso, sebbene Jack non sia per certi versi lo stesso uomo che ricordavamo, anzi, aleggia il sospetto che sia passato dalla parte dei cattivi. È ricercato e 24: Live Another Day inizia proprio con il racconto della sua cattura. Se ne occupa, dopo una “soffiata”, il distaccamento della CIA a Londra, che vede con sospetto il fatto che l’uomo si trovi in città in concomitanza con la visita del Presidente degli Stati Uniti d’America, James Heller (William Devane). Proprio lui, una delle diverse vecchie conoscenze di Jack che ritroviamo nella miniserie.

24: Live Another DayNel primo episodio Jack a malapena apre bocca, ma poco importa. 24 si fa amare per essere una serie d’azione che non ha tempo per le boccate d’aria e i sospiri di sollievo, perciò nella prima ora di questo nono giorno diventa subito chiaro, soprattutto all’agente sveglia ma in difficoltà Kate Morgan ( Yvonne Strahovski, Chuck), che le intenzioni del fuggitivo siano ben più importanti delle risposte che molti si aspettano da lui. Jack, effettivamente, ha un piano e coinvolge la vecchia amica e collega Chloe O’Brian (Mary Lynn Rajskub). Anche lei è cambiata molto dall’ultima volta che l’abbiamo vista. Da quando aiutò Jack a sfuggire alle autorità, la sua vita è precipitata in una spirale di dolore. Chloe ora sta collaborando con un movimento d’informazione libera ed è un punto nell’ordine del giorno di Bauer, il quale in realtà è tornato in azione per impedire l’ennesima tragedia: un attentato che mina alla salute del Presidente Heller, contestato da alcuni manifestanti per l’uso potenzialmente pericoloso di droni da parte dell’esercito statunitense, e del mondo intero, dal momento che l’uccisione di un presidente sul suolo straniero equivarrebbe a una dichiarazione di guerra.

Lungo la strada, c’era da aspettarselo, l’ex agente del CTU incontra diversi ostacoli, primi tra i quali la CIA e il capo delle operazioni Steve Navarro (Benjamin Bratt , Private Practice) e... Audrey (Kim Raver). La figlia di Heller, che in realtà non è morta, sembra si sia lasciata alle spalle molti dei tormenti che l’avevano perseguitata in passato, inclusa la sua storia d’amore con Jack. Ora sposata con il Capo dello Staff del Presidente degli Stati Uniti d’America, Mark Boudreau (Tate Donovan , Damages), Audrey, la quintessenza della donna impegnata e appassionata, è alle prese con altre preoccupazioni, incluso il padre, che sta mostrando i primi sintomi del Morbo di Alzheimer. Altrettanto prevedibilmente, Jack non si lascia sopraffare e dà tutto se stesso per portare a termine il suo compito, che per lui viene prima di qualsiasi altra cosa, non importa cosa il governo e gli altri pensino di lui. “È un individuo con una serie di principi e li segue a qualunque costo” ha detto il produttore esecutivo Manny Coto, ricordando che Jack non è stato mai il tipo d’uomo che si preccupa dell’altro prezzo personale più del bene del suo Paese, né vuole cominciare a farlo ora.

24: Live Another DayCiò che ha fatto in passato potrebbe far pensare che Jack stia cercando un’opportunità per redimersi, ma Sutherland è stato molto chiaro su questo punto quando il mese scorso ne ha parlato con TV Guide, in occasione del debutto di 24: Live Another Day negli Stati Uniti. “Lui non ha bisogno del distintivo. Non ha bisogno di medaglie. Non ha bisogno di essere celebrato come un eroe”, ha detto. “Jack sa chi è più di qualunque altra cosa. Non deve delle scuse a nessuno e se può impedire che qualcosa di brutto accada, semplicemente lo fa”. Lo stesso non si può dire per Chloe, ribellatasi al suo stesso governo e, quindi, non così disposta ad andare fino in fondo con la missione di Jack. “Sta soffrendo anche per una tragedia personale”, ha detto Rajskub. “Sta provando molto dolore ed è arrabbiata. Quando capisce ciò che Jack le sta chiedendo di fare, è furiosa”.

Ambientata in un contesto sociopolitico che, per quanto fittizio, è attuale e cambiato da quello che avevamo lasciato nella serie originale, 24: Live Another Day prosegue la storia di Jack senza tradire o dimenticare il suo passato. La storia ha un inizio e una conclusione, non ha la pretesa di lasciare la porta aperta a un’eventuale nuova stagione, casomai funziona bene come nuovo finale di serie. A Coto, tuttavia, non dispiacerebbe ripetere l’esperienza. “Creativamente, potremmo portare la storia ancora più lontano e saremmo entusiasti di farlo, ma l’abbiamo pianificata anche in modo che finisca nel punto in cui si conclude. E se questo dovesse essere il caso, pensiamo sarà una degna conclusione alla saga”, ha detto.



  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming