Speciali Serie TV

Spin-off: Il meglio e il peggio

Nuovo viaggio alla scoperta, questa volta, dei migliori e dei peggiori spin-off nella storia della tv. Avreste fatto a meno de I Simpson? Sicuramente non più di Joey e Caprica.

Spin-off: Il meglio e il peggio

In un periodo in cui le idee scarseggiano, lo spin-off è diventato un’ancora di salvezza - insieme con il remake - per molti dei network americani. Ma non pensate che non se ne facesse largo uso anche negli anni d’oro della tv. Difatti, lo spin-off è prima di tutto uno stratagemma con il quale le reti tentano di ripetere il successo d’ascolto della serie cui quest’ultimo s’ispira. Tuttavia, non sempre ciò si verifica. Negli anni abbiamo assistito a spin-off diventati astri capaci di splendere di luce propria, anche più della serie che li ha generati. Altrettante volte abbiamo visto spin-off “toppare” vergognosamente, danneggiando idee che, sviluppate in un altro modo, avrebbero potuto rendere più orgogliosi autori, reti e fan. Ricordiamo dunque alcuni degli spin-off più celebri e più impopolari che la storia ci ha consegnato.

NCIS
Spin-off di JAG | Riuscito
Molti spin-off nascono nel momento in cui la serie-madre sta per concludersi. E’ uno stratagemma con il quale le reti cercano di non perdere il pubblico che fino allora aveva seguito lo show principale. Con NCIS la CBS è riuscita a proporre più di un surrogato di JAG, terminata nella stagione 2003/04, dopo aver introdotto questa nuova squadra d'investigatori della Marina. Stagione dopo stagione, gli ascolti sono aumentanti esponenzialmente, facendo di NCIS il primo e forse ultimo spin-off che è anche la serie più seguita della tv americana.

I Simpson
Spin-off del The Tracey Ullman Show | Riuscito
Non tutti sanno che i Simpson andarono in video ben due anni prima che la FOX proponesse la prima stagione di quella che sarebbe diventata la serie animata più famosa e amata di tutti i tempi. Era il 1987 quando i Simpson erano i banali ma accattivanti protagonisti di alcuni sketch proposti dal varietà di Tracey Ullman. Personaggi che Matt Groening aveva ideato in pochi minuti ispirandosi alla sua famiglia, senza immaginare che quegli stessi tratti sarebbero diventati la serie animata più longeva della storia.

Joey
Spin-off di Friends | Mancato
Joey aveva tutte le qualità necessarie per essere uno spin-off di successo. Non solo perché nasceva dalla sitcom più amata nella storia della tv, ma anche perché il suo protagonista era il personaggio più divertente di quella serie. Joey aveva carisma da vendere, e l’idea di affiancarlo a un personaggio con caratteristiche opposte alle sue, lasciava presagire grasse risate. Tuttavia, eccetto il pilota, la serie, durata due stagioni, non mostrò di avere la stessa spontaneità di Friends. Joey divenne una caricatura di se stesso, e il pubblico si rese conto in fretta che, senza i suoi amici, il personaggio era solo uno sfigato qualunque.

Melrose Place
Spin-off di Beverly Hills, 90210 | Riuscito
Diversamente dal remake prodotto dalla The CW, il primo Melrose Place fu il degno erede di Beverly Hills. Ma con quest’ultima aveva poco da spartire. Introdotto in 90210, lo spin-off prese velocemente le distanze da essa, raccontando una storia più matura e realista, giacché i protagonisti non erano degli adolescenti ma dei giovani adulti riuniti da un unico complesso residenziale. Durata sette stagioni, Melrose Place ci propose numerose storie appassionanti, oltre a una marea di attori diventati oggi talenti irrinunciabili.

Models Inc.
Spin-off di Melrose Place | Mancato

Uno spin-off dello spin-off: c’è un limite a tutto. La storia ruotava attorno a un’agenzia di moda gestita dalla madre di Amanda Woodward (personaggio di Melrose Place), Hillary Michaels. La serie aveva ben poco dei suoi predecessori, neppure un pizzico di follia. Fu il motivo per il quale durò una sola stagione, ma ci regalò ugualmente qualcosa di buono: l’attrice Carrie-Anne Moss.

Private Practice
Spin-off di Grey’s Anatomy | Tendenzialmente mancato

Si potrebbe dire che Private Practice nacque come tentativo della ABC di ripetere il successo di Grey’s Anatomy, ma realmente si era arrivati a un punto in cui un personaggio forte come Addison Montgomery era sprecato per le già affollate corsie del Seattle Grace. Per questo motivo, piacque a tutti l’idea di darle maggiore spazio in una serie tutta sua, nella quale avrebbe incontrato vecchi e nuovi amici, l’amore e una famiglia. Le premesse però furono puntualmente deluse quando per la seconda volta Addison diventò un contorno di altre storie. Non meno interessanti, ma dopo quattro anni c’è ancora chi aspetta il colpo di scena nella vita di Addison.

Torchwood
Spin-off di Doctor Who | Riuscito

Uno spin-off diventa un successo quand'è in grado di amalgamare perfettamente cose già viste e novità inprevedibili. Torchwood è il risultato corretto e senza sbavature di questa formula. Mantiene intatto l’umorismo di Doctor Who pur adottando uno stile spesso più cupo. Ma l'aspetto davvero intrigante è la sua capacità di essere fuori moda, dark, sexy, oltraggiosa. Caratteristiche poco frequenti in una serie di fantascienza. Ora Torchwood dovrà spingersi ancora più in là: dopo una lunga pausa, la serie tornerà in onda con una quarta stagione co-prodotta dalla BBC e dalla rete americana Starz.

Caprica
Spin-off di Battlestar Galactica | Mancato

A proposito di fantascienza, è notizia di pochi giorni fa la cancellazione di Caprica. Ciò basta a capire che il tentativo di Syfy di colmare il vuoto lasciato da Battlestar Galactica non è stato un successo. Ma i fan non si scoraggino. La rete ci riproverà con Blood & Chrome, sperando di non ripetere gli stessi errori. In realtà prequel di Battlestar Galactica, Caprica ha proposto un racconto lento e a volte eccessivamente articolato, cercando di spiegare come Daniel Graystone inventò l’intelligenza artificiale che portò alla nascita dei Cylon. Pochi gli appassionati. La serie è stata cancellata dopo una sola stagione.

Frasier
Spin-off di Cin Cin | Riuscito

37 Emmy confermano senza margini d'errore quanto Frasier sia stato uno degli spin-off meglio riusciti della tv americana. Ed è ancora più incredibile se consideriamo che il suo protagonista era un personaggio di supporto di Cin Cin. Ma qualsiasi serie, che sia uno spin-off o no, è un potenziale successo se davanti e dietro la macchina da presa si avvale della collaborazione di grandi professionisti. Kelsey Grammer era conosciuto come un attore di straordinario talento ancor prima di Frasier, e non c’è bisogno di dire che gran parte dei produttori e sceneggiatori di Cin Cin contribuirono a questo secondo capolavoro, prodotto negli anni in cui la NBC era ancora la casa delle comedy.

The Cleveland Show
Spin-off de I Griffin | Riuscito

Per il pubblico italiano dare un giudizio positivo a The Cleveland Show è un gioco da ragazzi. Ci vuole pochissimo a capire che la serie animata con Cleveland Brown non ha nulla da invidiare ai Griffin, rovinati da un pessimo adattamento. Quindi, se guardando The Cleveland Show avete pensato “è ancora più cattiva, scostumata e violenta de I Griffin”, sappiate che per noi quest’ultima sarebbe la stessa cosa se qualche anno fa qualcuno non avesse commesso l’errore di considerarla un cartoon per bambini. Difatti The Cleveland Show è la fotocopia di Family Guy, sia nella struttura familiare sia nell’umorismo politically incorrect diventato il marchio di fabbrica e la fortuna di Seth MacFarlane.

Torna su queste pagine nei prossimi giorni per consultare la seconda parte dello speciale.



  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming