Speciali Serie TV

Netflix, le peggiori Serie TV del 2019

63

Da Another Life a Wu Assassins, le storie più deludenti sulla piattaforma di video in streaming quest'anno.

Netflix, le peggiori Serie TV del 2019

Ammettiamolo: la comodità delle piattaforme di video in streaming ci ha resi pigri. Quante volte ci siamo accontentati di una Serie TV mediocre soltanto perché era il primo consiglio che ci appariva sulla homepage di Netflix? Abbiamo schiacchiato il tasto "play" e l'abbiamo vista, per poi renderci conto che non avrebbe meritato la nostra attenzione. Oppure, come è giusto che sia, l'abbiamo abbandonata dopo il primo episodio. È possibile che nella lista dei titoli deludenti in cui vi siete imbattuti quest'anno ci sia una di queste Serie TV che, secondo noi, sono le peggiori Serie TV su Netflix del 2019.

  • Another Life
  • Chambers
  • The I-Land
  • Turn Up Charlie
  • Wu Assassins

Another Life

Another Life

In questa serie fantascientifica un gruppo di astronauti intraprende una missione interstellare per raggiungere un pianeta alieno dopo che un misterioso manufatto extraterrestre ha raggiunto la Terra. Si scopre presto che è vicina la minaccia di un attacco alieno che mette a rischio il futuro dell'umanità intera. Another Life mette insieme i peggiori luoghi comuni del genere fantascientifico risultando incoerente e sconnesso. La sceneggiatura è spesso forzata e e gli effetti speciali davvero poco speciali. Non basta vedere nel cast Katee Sackhoff, la Kara Thrace di Battlestar Galactica, che ritrova, anche qui, un'astronave da cui gestire il destino dell'umanità. "Un'altra vita" sarà il tempo che rivorrete indietro dopo aver visto questa serie.

Chambers

Chambers

Chambers è la prova schiacciante che grandi attori non rendono grandi una Serie TV: in questo caso Uma Thurman e Tony Goldwyn (nel suo primo ruolo dopo Scandal), che interpretano i genitori di una ragazza morta il cui cuore ha salvato la vita a un'altra ragazza, la protagonista Sasha (Sivan Alyra Rose). Quest'ultima dopo un incidente subisce questo trapianto di cuore grazie al quale sopravvive. Volendo scoprire l'identità della sua donatrice e i motivi della sua morte, Sasha inizia inconsciamente ad assumere tratti della ragazza morta, alcuni dei quali particolarmente angoscianti. In questa serie c'è un'idea interessante che però non porta da nessuna parte. Chambers non è un horror né una serie che vuole esplorare l'universo adolescenziale come fa, ad esempio, Tredici. Non è neppure un autentico thriller che lascia col fiato sospeso. Netflix ha pensato bene di cancellarla dopo la prima stagione.

The I-Land

The I-Land

Lo diciamo da quasi dieci anni: "questa serie è l'erede di Lost". Puntualmente il paragone non regge e le aspettative vengono deluse. Spiace constatare che neppure The I-Land, che in un primo momento incuriosiva, è riuscita nell'impresa. Nella storia dieci persone si svegliano su un'isola piena di insidie senza alcun ricordo di chi siano e di come siano arrivate in quel posto. Gli unici indizi che hanno per risalire alla verità sono una targhetta con il loro nome e un oggetto. Ovviamente il gruppo si trova a dover superare una serie di prove nel tentativo di tornare a casa su un'isola che non è idilliaca come sembra. La premessa è tutto ciò da salvare di questa serie. Nel corso degli episodi ci sono vuoti di sceneggiatura e alcuni personaggi muoiono senza che ci venga raccontata la loro storia. Tra i critici americani c'è chi non ha avuto paura di definire The I-Land "la peggior serie Netflix di sempre".

Turn Up Charlie

Turn Up Charlie

Questa comedy, scritta e interpretata da Idris Elba, è la delusione che proprio non vorresti (tanto più dall'uomo più sexy del mondo del 2018!). Nella storia l'attore interpreta il Charlie del titolo, un DJ non più sulla cresta dell'onda che, dopo aver ritrovato l'amico di vecchia data David (J.J. Feild), coglie l'occasione per riprendersi la scena musicale hollywoodiana facendo da babysitter a sua figlia. Il racconto però non decolla ed Elba in versione "tato" è poco convincente. Sarebbe stato forse più interessante se Turn Up Charlie avesse esplorato la carriera di Charlie senza proporre la solita dinamica dei siparietti adulto-bambino che sanno di già visto. È un'occasione sprecata.

Wu Assassins

Wu Assassins

Wu Assassins è il tentativo (poco riuscito) di Netflix di unire le arti marziali (e quindi la lunga tradizione dei film del genere) al fantasy. La serie segue l'aspirante chef Kai Jin (Iko Uwais), il quale scopre di essere l'ultimo Assassino Wu, ovvero il prescelto e unico guerriero capace di sconfiggere i possessori del Potere Wu, i cinque elementi  (Fuoco, Acqua, Terra, Legno e Metallo). Tra i suoi nemici, però, c'è anche suo padre, disposto persino a ucciderlo pur di mantenere il suo potere. Le coreografiche mosse di Kung Fu non bastano a colmare i vuoti della sceneggiatura. L'azione è l'unico elemento che tiene in piedi questa serie. Perdoniamo Netflix solo perché l'ha resa disponibile in pieno agosto, pensandola quindi come un leggero diversivo per sopravvivere alle giornate afose.

Queste sono le Serie TV su Netflix di cui, secondo il nostro parere, potevamo fare a meno nel 2019. Dovremo affrontare delusioni "seriali" anche nel 2020? Con un'offerta sempre più ampia, è normale che l'asticella della qualità si alzi rendendo noi spettatori sempre più esigenti. Un consiglio? Mai fermarsi al primo "Forse potrebbe piacerti...". Per fortuna sulla piattaforma di video in streaming c'è sempre la possibilità di scegliere.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming