Speciali Serie TV

Netflix, 5 Serie TV sottovalutate in Italia ma amate nel resto del mondo

3

Da Sherlock a Master of None, i titoli meritevoli che non hanno avuto successo nel nostro Paese

Netflix, 5 Serie TV sottovalutate in Italia ma amate nel resto del mondo

Per motivi poco chiari esistono Serie TV che in Italia rimangono poco note mentre all'estero vincono premi, sono seguite assiduamente e ottengono il favore della critica. Che siano show originali della piattaforma o riproposti in un secondo momento, alcuni titoli non ricevono dal pubblico italiano l'attenzione che meriterebbero. Per fortuna è possibile dar loro una seconda possibilità recuperandoli in streaming su Netflix.  Se siete curiosi di sapere quali Serie TV sono sottovalutate nel nostro Paese ma amate nel resto del mondo, ecco una lista di cinque titoli disponibili on-demand che, dopo questo articolo, potreste voler recuperare.

Brooklyn Nine-Nine

Brooklyn Nine-Nine

Questa comedy, creata dagli ideatori di The Office e Parks and Recreation, racconta la vita quotidiana degli agenti di polizia del Distretto 99 di New York. La serie segue la storia del detective Jake Peralta (Andy Samberg) e dei suoi colleghi il cui lavoro viene sconvolto quando in centrale arriva un nuovo capo, il Capitano Raymond Holt (Andre Braugher). Brooklyn Nine-Nine ha riscosso un enorme successo negli Stati Uniti ottenendo numerosi riconoscimenti (tra gli altri, il Golden Globe come miglior serie comica e quello, a Andy Samberg, come miglior attore in una serie comica nel 2014). Andata in onda per la prima volta su Fox nel 2013, è stata cancellata dopo cinque stagioni per poi essere salvata,  il giorno dopo la cancellazione, da NBC che ha ordinato la sesta stagione (poi la settima e, recentemente, l'ottava ancor prima della messa in onda della settima). È una Serie TV da vedere perché, prima di ogni cosa, è davvero esilarante. Il cast è variegato e c'è chimica tra i personaggi.

Master of None

Master Of None

Master of None rimane una delle serie originali Netflix più sottovalutate di sempre. Il dramedy creato da Aziz Ansari (che è anche il protagonista) e Alan Yang segue la vita professionale e sentimentale dell'attore trentenne Dev Hah (Ansari). Potrebbe sembrare la solita storia di formazione e di crescita ma è molto di più. Giocando sulla diversità, combattendo contro i pregiudizi e predilegendo un romanticismo mai banale, questa serie racconta la vita quotidiana di un personaggio goffo e adorabile. La comedy ha vinto tre premi Emmy e un Golden Globe ed è stato elogiata dalla critica soprattutto per le sue sceneggiature. Nella seconda stagione, ambientata e girata quasi interamente in Italia, al cast si è aggiunta Alessandra Mastronardi (interprete dell'italiana Francesca) che per questo ruolo è stata particolamente apprezzata negli Stati Uniti.

Orphan Black

Orphan Black

Il drama fantascientifico di BBC America è incentrato sulla storia della protagonista Sarah Manning (una sorprendente Tatiana Maslany che per questo ruolo ha vinto un premio Emmy nel 2016 dopo le lamentele di pubblico e critica perché non aveva trionfato l'anno prima), una ragazza orfana che assume l'identità di una donna morta identica a lei scoprendo successivamente di essere solo uno dei molti cloni in giro per il mondo. Uno dei motivi per cui guardare Orphan Black è proprio Tatiana Maslany, capace di dar vita fino a ben 15 cloni di se stessa. 

Sherlock

Sherlock

Questa versione della storia del celebre Sherlock Holmes di Sir Arthur Conan Doyle ripercorre in chiave moderna l'amicizia tra il detective e il dottor John Watson, interpretati qui rispettivamente da Benedict Cumberbatch e Martin Freeman. Ogni dettaglio, in Sherlock, è curato in modo maniacale: dalla sceneggiatura (di Steven Moffat e Mark Gatiss, due veterani della scrittura televisiva) alla colonna sonora ai costumi ricercati e impeccabili. I personaggi sono moderni ma conservano quel fascino classico e intramontabile dei protagonisti dei racconti di Doyle. La miniserie ha fatto incetta di premi vincendo nel 2014 sei Emmy tra cui quello per migliore attore protagonista in una miniserie per Benedict Cumberbatch, migliore attore non protagonista in una miniserie per Martin Freeman e miglior sceneggiatura per una miniserie conferito a Steven Moffat.

The 100

The 100

Questa Serie TV di The CW parte da un'idea molto interessante: 97 anni dopo un'apocalisse nucleare, cento adolescenti esiliati da una stazione spaziale morente sono mandati sulla Terra per verificare se il pianeta è abitabile. La trama di The 100, che potrebbe ricordare Hunger Games, viene sviluppata toccando molteplici temi: il conflitto tra giovani e anziani, l'amicizia, i pregiudizi, l'eterna contrapposizione tra bene e male e il ruolo della scienza, solo per citarne alcuni. Il risultato è una Serie TV che va assai oltre sia i tipici teen-drama (qui è in gioco la sopravvivenza, non solo il ballo del liceo) sia le storie post-apocalittiche, prendendo il meglio dagli uni e dalle altre.

Questi sono solo alcuni dei titoli presenti su Netflix che sono sottovalutati in Italia e più apprezzati nel resto del mondo. Se ne volete scoprire altri, potete dare un'occhiata alle nostre collezioni di Serie TV divise per genere e tematiche.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming