Schede di riferimento
Speciali Serie TV

L'altra faccia del fantasy

Non solo di C'era una volta si è sfamato il pubblico televisivo. Dopo il successo americano, arriva su Steel Grimm, il poliziesco fantasy ispirato dai personaggi dei fratelli Grimm.

L'altra faccia del fantasy

Non tutte le fiabe sono adatte per i più piccoli. I due linguisti tedeschi Jacob Ludwig Karl Grimm e Wilhelm Karl Grimm, meglio noti come i fratelli Grimm, avevano un’abilità innata nel rinarrare quelle storie della tradizione popolare con uno stile più cupo, a tratti persino triste. Storie colme di follia e crimini, straordinariamente perfette per un poliziesco ambientato in una città uggiosa come Portland in alcuni periodi dell’anno. Infatti, proprio da quei famosi racconti del 19esimo secolo hanno tratto ispirazione David Greenwalt (famoso produttore di Buffy ed Angel) e Jim Kouf (Ghost Whisperer) nella creazione di Grimm, uno dei principali successi dell’ultima stagione della NBC, ora in onda in Italia dal 2 luglio ogni lunedì alle ore 21:15 su Steel, insieme con la quarta stagione inedita dell’originale Being Human. Una novità sulla quale in pochi avrebbero scommesso (non è un caso che la serie sia stata destinata negli Stati Uniti alla serata del venerdì) prima che esplodesse il fenomeno fantasy, che ha visto anche C’era una volta della ABC - ispirata allo stesso modo dai racconti per bambini - anteporsi a qualunque aspettativa, quasi come se quella del pubblico nei confronti di questo particolare genere fosse un’urgenza disattesa per lungo tempo. E come C’era una volta, Grimm riscrivere le storie di alcuni dei personaggi e delle creature più celebri della mitologia e del soprannaturale, contestualizzandole fisicamente in un’epoca più moderna, dove questi esseri si celano perfettamente tra gli umani.

La storia di Grimm è in particolare la storia di Nick Burkhardt (David Giuntoli), giovane e brillante detective della omicidi di Portland. Dopo l’incontro con la zia, Nick scopre di essere l’ultimo discendente di una stirpe antica di “cacciatori” noti come Grimm, incaricati di mantenere un equilibro tra gli umani e le creature mitologiche che popolano questo mondo. Nick scopre così le ragioni della sua eccezionale capacità deduttiva, in realtà la capacità di vedere ciò che gli altri non vedono: le forze soprannaturali che si insinuano pericolosamente tra gli umani. Infatti, da questo momento in poi, è egli stesso testimone di quanto questa vasta gamma di creature rappresenti in larga parte una minaccia per le persone “normali”. Affiancato dal collega Hank Griffin (Russell Hornsby, Lincoln Heights), un tipo sarcastico e sfortunato in amore con il quale condivide da tempo anche una bella amicizia, Nick comincia a indagare sui crimini con un punto di vista differente, che deve in qualche modo giustificare perché nessun altro, neppure Hank e la fidanzata Juliette (Bitsie Tulloch), sono o possono essere a conoscenza della sua capacità di vedere il lato oscuro.

Nel loro primo caso, Nick ed Hank indagano sul macabro omicidio di una studentessa. Le tracce sembrano condurre alla conclusione che sia stato un animale ad attaccare e uccidere la vittima. Tuttavia, dopo l’incontro con la zia Marie, evento che naturalmente lo sconvolge per il modo in cui si sviluppa, Nick riesce a capire come sono andate realmente le cose. Ed è in queste circostanze, mentre cerca anche una bambina scomparsa, che il detective conosce Monroe (Silas Weir Mitchell, Prison Break), una creatura simile a un lupo che in poco tempo diventa un suo grande alleato. Non tutte le “bestie selvagge”, infatti, hanno cattive intenzioni e rappresentano un pericolo per gli altri. Benché Monroe abbia dei trascorsi infelici con i cacciatori (uno di loro uccise, non ingiustamente, suo nonno), la sua enorme conoscenza del mondo soprannaturale lo rende una risorsa importante per Nick durante il processo di comprensione della sua natura e del suo ruolo. Vista anche l’inadeguatezza dei testi ereditati dagli antenati, Burkhardt non avrebbe altro modo per conoscere fino a che punto le creature cui sta dando la caccia potrebbero metterlo in difficoltà, né senza Monroe riuscirebbe a mettersi in contatto con quelle creature che potrebbero aiutarlo ma mai vorrebbero avere a che fare con un Grimm.

“Nick ha avuto sempre dentro di sé questa forte sensazione che lui fosse diverso, perché proviene da una famiglia che egli stesso considera strana. Tuttavia, non sapeva in che modo lo fosse”, spiega Giuntoli, la cui crescita professionale include ruoli nelle serie Privileged, Eli Stone e Private Practice. E mentre nuovi casi cercano di metterlo in difficoltà, casi che coinvolgono personaggi ai più noti come Cappuccetto Rosso, Cenerentola, Biancaneve e i Tre Porcellini, “Nick si lascia sopraffare sempre di più dalla menzogna, perché deve mantenere nascosta la sua vera natura”, continua Giuntoli. “Questo ruolo da eroe gli è stato letteralmente gettato addosso. Lui deve andare là fuori, uccidere i mostri cattivi e proteggere i buoni, invece di starsene a casa a guardare un film con la sua ragazza. E’ costretto a vivere questa doppia vita, ma intende mantenere il fatto che veda delle cose strane lontano dalla sua fidanzata e dai colleghi”.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo