Speciali Serie TV

Apple TV+, le migliori Serie TV da vedere sulla piattaforma

12

Da The Morning Show a For All Mankind a Dickinson, i titoli da non perdere sul servizio di video in streaming di Apple.

Apple TV+, le migliori Serie TV da vedere sulla piattaforma

È arrivato solo lo scorso 1° novembre in tutto il mondo ma Apple TV+ fa già parlare di sé. Merito soprattutto delle sue produzioni originali che in breve tempo si sono guadagnate un posto nella lista delle Serie TV più apprezzate dell'anno. Il servizio offerto dall'azienda di Tim Cook ha investito molto sulla qualità dei suoi contenuti seriali puntando su grandi nomi quali Jennifer Aniston, Oprah Winfrey e Steven Knight, solo per citarne alcuni. I primi titoli disponibili sulla piattaforma, spaziando tra generi diversi, accontentano un pubblico variegato. A differenza di servizi concorrenti quali Netflix o Amazon Prime Video, Apple TV+ non ha rilasciato gli episodi di tutte le sue Serie TV in un'unica soluzione. Al lancio del servizio, per esempio, sono stati resi disponibili in streaming soltanto i primi tre episodi di For All Mankind e i primi tre di The Morning Show, mentre i successivi vengono rilasciati a cadenza settimanale. Significa che siete ancora in tempo per recuperarli tutti. Se non sapete da quale iniziare, ecco un elenco delle migliori Serie TV disponibili attualmente in streaming su Apple TV+.

  • Dickinson
  • For All Mankind
  • See
  • The Morning Show

Dickinson

Dickinson

La serie esplora la vita della poetessa Emily Dickinson, vissuta tra il 1830 e 1886. Ma non aspettatevi il solito drama biografico (anche perché Dickinson è una comedy). Hailee Steinfeld, che presta il volto alla celebre scrittrice, porta sullo schermo una versione ribelle e mai vista di Emily Dickinson. Invece di trascorrere il suo tempo a fare i lavori di casa (cosa che veniva imposta alle donne del diciannovesimo secolo), questa Emily balla su un brano hip-hop, fa uso di oppio e lotta per la sua indipendenza, mossa solo dal desiderio di scrivere. A fare da sfondo alla storia c'è una colonna sonora di brani tecno, pop e rap che con le classiche melodie dell'Ottocento hanno poco a che fare ma che rendono perfettamente lo stato d'animo della protagonista. Quello che può sembrare anacronistico è proprio ciò che rende Dickinson una serie sempre verde. Perché ci fa domandare, tra una risata e l'altra, se il maschilismo di due secoli fa sia qualcosa che non siamo ancora riusciti davvero a superare.

For All Mankind

For All Mankind

Questo drama fantascientifico è ambientato in una realtà alternativa in cui l'Unione Sovietica ha avuto la meglio sugli Stati Uniti riuscendo ad arrivare prima sulla Luna. Mentre questo evento farà prendere alla storia una direzione completamente diversa da quella che conosciamo, gli scienziati americani dovranno continuare a lavorare per raggiungere altri obiettivi e puntare a vincere la competizione con i russi. Per farlo iniziano ad accogliere nel programma spaziale anche le donne. For All Mankind piacerà anche agli amanti dei documentari perché, sebbene immaginaria, questa realtà viene descritta nei minimi dettagli e sembra verosimile. Non a caso dietro la macchina da presa c'è un Ronald D. Moore, creatore di Battlestar Galactica e veterano del genere sci-fi.

See

See

C'è il tentativo di attirare i fan rimasti orfani de Il Trono di Spade dietro questa serie con Jason Momoa (che nella più famosa serie della HBO è stato Khal Drogo ). See, ideata da Steven Knight (Peaky Blinders) è ambientata in un futuro distopico in cui un virus ha reso cieca l'intera umanità, che per questo deve adattarsi trovando nuovi modi per sopravvivere. Le cose cambiano quando nascono inaspettatamente due gemelli che invece sono in grado di vedere e che sono percepiti come una minaccia. Anche se la serie è ben lontana dalla magnificenza de Il Trono di Spade (e anche da altre storie ambientate in realtà alternative) potrebbe piacervi se siete fan del genere post-apocalittico.

The Morning Show

The Morning Show

Il dramedy è ambientato dietro le quinte di un importante talk show del mattino, dove lavorano persone ambiziose e desiderose di fare carriera. La storia di The Morning Show si apre con uno scandalo: Alex Levy (Jennifer Aniston) deve annunciare in diretta il licenziamento del co-conduttore Mitch Kessler (Steve Carell), accusato di molestie sessuali sul posto di lavoro. Per risollevarsi dopo il clamore suscitato dalla notizia, i produttori del programma decidono di affiancare ad Alex l'impulsiva giornalista locale Bradley Jackson (Reese Witherspoon), che sconvolgerà il suo modo di lavorare. The Morning Show ha il merito di aver portato in TV l'attualità del movimento #MeToo, trattando l'argomento senza filtri e da più punti di vista. Guardandolo, è inevitabile il paragone con altri show meta-televisivi come The Newsroom o Sports Night di Aaron Sorkin; dagli show di Sorkin la serie di Apple TV+ eredita la capacità di descrivere in modo efficace le dinamiche che avvengono sul posto di lavoro e una sceneggiatura convincente. I grandi nomi del cast e l'ingente investimento economico (secondo i media americani ogni episodio sarebbe costato 15 milioni di dollari) fanno capire quanto Apple abbia puntato (non a torto) su questa serie.

Nuovi titoli arricchiranno il catalogo della piattaforma di video in streaming nelle prossime settimane. Per conoscere il costo del servizio e tutti gli altri dettagli date un'occhiata alla nostra guida dove trovate tutte le informazioni sui prezzi e sulle modalità di visione di Apple TV+.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming