Schede di riferimento
Speciali Serie TV

Allacciate le cinture, la Pan Am torna nei cieli

Ci sono angoli di cielo che non avete ancora osservato. Dopo Mad Men, la tv americana ci porta nuovamente nel candore negli anni '60 con Pan Am.

Allacciate le cinture, la Pan Am torna nei cieli

E’ il 1963 e il mondo vive finalmente la sua lunga primavera dopo gli anni bui e incerti dei conflitti mondiali. Nel pieno del boom economico, i viaggi in aereo rappresentato ancora un lusso che non tutti possono concedersi e la Pan Am (o Pan American World Airways), la compagnia aerea più prestigiosa di questa nuova era del mondo, domina incontrastata i cieli. I suoi velivoli hanno linee slanciate ed eleganti, i piloti (alcuni dei quali reduci dalla guerra) sono considerati degli eroi, e le hostess rappresentano il sogno proibito degli uomini. “A quel tempo le hostess della Pan Am erano tra le donne che guadagnavano di più”, spiega la produttrice esecutiva Nancy Hult Ganis, che negli anni ’60 e ’70 lavorò realmente come hostess per la Pan Am. “Soggiornavano nei migliori hotel e potevano viaggiare quasi del tutto gratuitamente, sempre, verso qualunque destinazione, e con un sacco di tempo libero a disposizione”. “Per le giovani donne dell’epoca era una posizione molto ambita”, aggiunge il collega Jack Orman, in passato dietro le quinte di JAG. Oggi, quasi cinquant’anni dopo (venti dall’anno in cui la compagnia cessò definitivamente ogni attività), quelle stesse donne diventano le protagonista di una nuova serie drammatica della ABC, Pan Am, in onda ogni lunedì alle ore 21:55 su FoxLife in prima visione assoluta per l’Italia, dopo gli episodi inediti dell’ottava stagione di Grey’s Anatomy alle 21:00.

La nascente “era dei jet” ci è mostrata attraverso gli occhi di quattro giovani donne, membri dell’equipaggio del Boeing 707 Clipper Majestic, ultimo aeromobile all’avanguardia della Pan Am. Maggie (Christina Ricci, La famiglia Addams) è una ragazza ribelle e determinata la quale, spinta dal desiderio di vedere il mondo, decide di mettere un po’ la testa a posto e diventare una delle professionali hostess della compagnia. Mentre lei cerca di equilibrare la sua nuova e grandiosa vita con il suo carattere ancora esuberante, la collega Colette (Karine Vanasse), il laccio che tiene unito il gruppo, si confronta con il suo dolore per la scomparsa dei genitori durante la Seconda Guerra Mondiale e con la sua voglia di riscatto. Ottimista per natura, Colette ha un’emotività che spesso la porta a fare le scelte sbagliate, soprattutto in campo sentimentale, a causa della facilità con la quale s’innamora di uomini già impegnati. Al loro fianco ci sono poi le sorelle Kate (Kelli Garner) e Laura Cameron (Margot Robbie). La prima, competitiva e indipendente, accetta di diventare una spia per la CIA, incarico che la fa sentire finalmente unica e importante. La dolce e intelligente Laura è fuggita invece dall’altare e da un futuro come casalinga, seguendo incautamente le orme della sorella. Completano l’equipaggio il giovane e vanitoso capitano Dean Lowery (Mike Vogel), araldo di una nuova generazione di piloti che si sono formati nelle scuole invece che nei cieli di guerra, e il primo ufficiale Ted Vanderway (Michael Mosley), rampollo arrogante di una ricca famiglia con qualche oscuro segreto da nascondere.

La serie racconta le esistenze esclusive e contorte di questi personaggi, incluse le loro relazioni, ma anche il mistero legato a Bridget Pierce, la hostess che Maggie ha da poco sostituito, alla quale Dean aveva chiesto la mano prima della sua scomparsa. “Praticamente stiamo inventando un tipo di jet lag completamente nuovo”, scherza lo scenografo Bob Shaw, la cui difficile sfida è stata non solo ricreare l’atmosfera degli anni ’60, ma disegnare set molto diversi tra loro, come possono esserlo le città di Londra, Berlino, Roma, Hong Kong e ovviamente New York. Shaw, autore anche delle scenografie dell’episodio pilota di Mad Men e dell’Atlantic City della serie tv Boardwalk Empire, ha dovuto inoltre dare vita al grande terminal di Worldport sulla base di un mix che abbina scenografie reali e ottimizzazioni realizzate al computer. Un compito estremamente lungo e laborioso. “Il nostro è un tipo di show che in era pre-Internet sarebbe stato inconcepibile”, spiega Shaw. “Le ricerche prima erano così lunghe e difficili. Oggi invece basta che, prima di uscire dall’ufficio, chiedi a qualcuno ‘Mi trovi una foto di un bar di Giakarta nel 1963?’ e quando torni ne trovi una sulla scrivania”. Ane Crabtree ha curato invece i costumi. “E’ straordinario quanto quel tipo di compostezza potesse risultare sexy”, osserva la costumista. “La divisa è così splendida nella sua semplicità e così piena di fascino”.

Negli Stati Uniti, i prossimi saranno giorni decisivi per la sopravvivenza dello show. La ABC ha ordinato la produzione di 14 episodi. La scelta di non affidare a Pan Am una stagione completa, derivante dal crollo vertiginoso degli ascolti nelle settimane antecedenti alla pausa natalizia, lascia immaginare una chiusura definitiva dei cancelli d’imbarco entro la fine dell’inverno. Negli ultimi giorni, il network ha distribuito gratuitamente sulla versione americana di iTunes gli episodi già trasmessi, augurandosi in questo modo di attirare nuovi spettatori. Un quadro più chiaro lo avremo nelle prossime ore, ora che la serie è tornata in onda in madrepatria, ma la ABC ha già precisato che una decisione definitiva, in ogni caso, non dovrebbe arrivare prima di maggio. Vanasse (interprete di Colette) ha esternato tutta la sua preoccupazione con un messaggio su Twitter, aggiungendo: “Finché dura, noi ce la metteremo tutta”. E dal commento dell’associazione degli assistenti di volo - “una fuga nostalgica dai giorni precedenti alla deregolamentazione, ma anche dalla miriade di ingiustizie sociali superate da queste donne forti” - Orman e il suo team possono stare sicuri di esserci riusciti.



  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming