News Serie TV

Space Force: Ecco perché John Malkovich ha voluto essere a tutti i costi nella serie

20

L'attore ha parlato dei retroscena del suo coinvolgimento (in un ruolo comico) nella comedy di Greg Daniels e Steve Carell.

Space Force: Ecco perché John Malkovich ha voluto essere a tutti i costi nella serie

Non che servisse Space Force per farci spalancare gli occhi davanti all'enorme talento di John Malkovich. Ma la comedy creata da Greg Daniels e Steve Carell, incentrata sulla creazione della prima forza militare spaziale della Terra e appena arrivata in streaming su Netflix, ce lo ha fatto apprezzare in un insolito ruolo comico, quello dello scienziato e braccio destro (nonché nemesi) di Mark R. Naird (Carell) Adrian Mallory. Un personaggio scritto appositamente per lui, come ha tenuto a precisare lo stesso Greg Daniels. Intervistato da Collider, Malkovich ha confermato la circostanza definendosi un grande fan della serie che ha fatto nascere la coppia Daniels-Carell, The Office, e in generale delle comedy. Ecco perché non si è fatto sfuggire l'occasione di lavorare con i due veterani della commedia.

Il coinvolgimento di John Malkovich in Space Force

Come hanno spiegato in più occasioni Carell e Daniels, Netflix ha commissionato Space Force basandosi solo su un'idea: uno show su una nuova forza militare che si occupa di affari spaziali. Non c'era copione e non c'erano personaggi ma è bastato un teaser per far squillare il telefono di Greg Daniels. Era John Malkovich e chiedeva disperatamente di far parte dello show. "Ho subito pensato fosse un'idea divertente. Quando è uscito quel teaser stavo guardando The Office con mia figlia e pensavamo fosse davvero brillante. All'inizio non era chiaro se in Space Force avrebbero riservato una parte per me. Ma poi mi hanno inviato le prime sceneggiature con il dottor Mallory. Mi piaceva molto e pensavo fosse un'idea molto divertente", ha spiegato l'attore. È nato così un personaggio cucito addosso a Malkovich stesso, una sorta di Dottor Stranamore di kubrickiana memoria che facesse da controparte al protagonista e che fosse sarcastico e comico al punto giusto, per ricordare costantemente agli spettatori che la scienza deve sempre confrontarsi con la realtà.

Space Force

L'esperienza sul set di Space Force

Il risultato è stata una serie che ha saputo trasportare la chimica costruita sul set anche sullo schermo. "Di solito quando si gira non si ride, neppure in una commedia. Invece qui era impossibile non ridere. Perché sul set c'erano molte persone che erano divertenti, non per le battute assegnate loro dal copione, ma proprio per loro indole. Quindi mi ha sorpreso il fatto che ridessimo in continuazione. Non avevo mai fatto un lavoro che mi avesse fatto divertire tanto e dubito che possa accadere ancora in futuro", ha detto candidamente Malkovich elogiando i suoi compagni di avventura, dotati tutti, a suo parere, di un incredibile talento comico. "In questo tipo di serie è importante passarsi il testimone. Non è una gara da soli: bisogna essere in grado anche di mettersi da parte e guardare gli altri correre", ha precisato l'attore con una brillante metafora presa in prestito dall'atletica. Cosa risponde John Malkovich a chi non crede che sia convincente in un ruolo comico? "Sono sicuro che abbiano di meglio a cui pensare. Le persone mi associano anche a film in cui non ho mai recitato. Quindi la cosa non mi interessa molto".



  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming