Schede di riferimento
News Serie TV

Romulus: Su Sky e in streaming su NOW TV la storia delle origini di Roma

13

La nuova serie Sky Original, scritta e diretta da Matteo Rovere, è in onda su Sky e in streaming su NOW TV ogni venerdì alle ore 21:15.

Romulus: Su Sky e in streaming su NOW TV la storia delle origini di Roma

C'era una volta la Roma imperiale. O meglio, deve ancora esserci. In Romulus, la nuova serie Sky Original in onda su Sky e in streaming su NOW TV da questa sera alle ore 21:15 ogni venerdì con un doppio episodio per cinque settimane, il Matteo Rovere de Il Primo Re ci porta ancora più indietro nel tempo, fino all'VIII secolo a.C., per raccontare le origini della Città Eterna, della Roma prima di Roma, come mai è stato fatto prima. Un drama storico intriso di mito e leggenda, uno degli impianti produttivi più complessi e articolati che si siano visti sulla tv italiana negli ultimi anni e un'esperienza visiva spettacolare, Romulus ci scaraventa in un mondo primitivo e brutale dove sono il potere della natura e le religioni pagane a decidere il destino degli uomini. Ed è attraverso le loro storie - di rapporti umani fuori dagli scemi prestabiliti e quindi di ribellione, di scontro generazionale, di destino e potere - che la serie consegna un racconto epico destinato a lasciare un segno indelebile.

Roma prima di Roma: La storia di Romulus

Una storia di finzione che poggia le proprie basi sulla realtà storica, traendo dalle fonti e rimanendo sempre plausibile (una ricostruzione resa possibile dal coinvolgimento di archeologi, storici e latinisti), Romulus racconta dei trenta popoli della Lega Latina che nel Lazio dell'VIII secolo a.C. vivono sotto la guida di Numitor, il Re di Alba, e di come, in seguito al suo esilio, il trono viene affidato ai nipoti Enitos e Yemos (interpretati da Giovanni Buselli e Andrea Arcangeli), due ragazzi dall'indole assai diversa ma molto uniti. Sono l'uno l'ombra dell'altro, ma Enitos, che dei due è il più coraggioso e responsabile, nasconde un segreto: ama, ricambiato, la giovane Ilia (Marianna Fontana), chiusa da anni nel tempio di Vesta. Mentre a Velia un gruppo di ragazzi, i Luperci, viene inviato nel bosco per un rito di iniziazione - sopravvivere alla minaccia di Rumina, la dea selvaggia e misteriosa che ne abita le profondità - e tra loro c'è Wiros (Francesco Di Napoli), un orfano e schiavo vittima dei soprusi di tutti, ad Alba qualcuno decide di cambiare il destino dei gemelli.

Romulus

Amulius (Sergio Romano), il fratello di Numitor, che per anni ha servito fedelmente la corona, mettendo da parte le proprie ambizioni e accumulando risentimento, capisce di avere un'ultima occasione per appagare la sua sete di potere. Yemos è costretto a lasciare la sua città e a rifugiarsi nei boschi, ed è qui che la sua strada incrocia quella di Wiros. Il principe fuggiasco e lo schiavo perseguitato diventano così amici - un'alleanza destinata a sfidare l'ordine del loro universo. Accolti tra i misteriosi seguaci di Rumina e guidati dalla Lupa (Silvia Calderoni), una guerriera feroce ma materna che li inizia a tradizioni sanguinose, Yemos e Wiros scoprono del suo sogno di una città capace di sfidare ogni potenza e di accogliere tutti i diseredati, Ruma. Mentre anche Ilia sfida il proprio destino, trasformandosi in una guerriera in cerca di vendetta, queste tre giovani vite e le loro gesta finiranno - tra battaglie feroci e riti arcani, ambizioni umane e destini sovrannaturali - col cambiare il mondo, dando origine alla leggenda di Roma.

Alle origini di Roma

Scritta da Rovere con Filippo Gravino e Guido Iuculano, e da lui diretta con Michele Alhaique (Non uccidere) ed Enrico Maria Artale (Il terzo tempo), Romulus e i suoi ideatori si sono fatti carico di una sfida ambiziosissima: come raccontare un mondo che non abbiamo mai potuto vedere? Come farlo in una lingua - il protolatino - che non abbiamo mai ascoltato? Come costruire un mondo e dei personaggi che risultino credibili e vicini, anche se lontani quasi tremila anni? Le risposte sono ben visibili negli episodi, chiaramente, nonché nell'intraprendenza di Sky, che ha reso tutto ciò possibile con Cattleya e Groenlandia. Ma Valentino Nizzo, etruscologo e direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, ha un'osservazione interessante attorno alla quale ruota il senso della serie: "L'epoca in cui la tradizione colloca le vicende mitologiche-storiche di Romolo e Remo è segnata da profondi e irreversibili cambiamenti politici, economici e culturali. Se, infatti, il 753 a.C. è la data convenzionale della fondazione di Roma, l'indagine storica e l'archeologia hanno da tempo dimostrato come questo periodo sia effettivamente scandito da trasformazioni tali da giustificare, in un sito peraltro abitato da secoli, la nascita di un nuovo organismo sociale, la cui materializzazione coincide con ciò che oggi siamo soliti chiamare città". Un tema affascinante che merita senz'altro di essere approfondito. L'appuntamento è quindi su Sky e in streaming su NOW TV dal 6 novembre ogni venerdì alle ore 21:15 con Romulus.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo