News Serie TV

Riverdale, The Good Doctor e le altre Serie TV girate in Canada pronte a ripartire dopo lo stop a causa del Coronavirus

103

Il governo di Vancouver, sede di decine di set, detterà a breve le linee guida per tornare a girare nella Columbia Britannica: si potrebbe ricominciare dal 1° luglio.

Riverdale, The Good Doctor e le altre Serie TV girate in Canada pronte a ripartire dopo lo stop a causa del Coronavirus

L'industria televisiva prova a ripartire dopo la sospensione di tutte le attività durante i mesi più difficili dell'emergenza Coronavirus. L'Archie Andrews di Riverdale, il dottor Shaum Murphy di The Good Doctor, il Barry Allen di The Flash e decine di altri amati protagonisti delle Serie TV potrebbero tornare molto presto davanti alla macchina da presa. Come riportato da Deadline, infatti, le prime serie che potrebbero riavviare la produzione sono quelle girate a Vancouver, in Canada; non sono poche, visto che la città della Columbia Britannica ospita i set di oltre trenta show.

Le buone notizie da Vancouver: ecco quando si potrà tornare a girare (forse)

La ripresa, certo, non sarà immediata. Il primo passo compiuto da Creative BC, l'organo preposto per gestire tutta l'intera industria creativa della Columbia Britannica, è stato annunciare l'arrivo di linee guida che permetteranno di riavviare le attività in sicurezza. Secondo alcune indiscrezioni, però, non si potrà iniziare a girare prima del 1° luglio. Bisognerà prima sviluppare un piano di sicurezza Covid-19 e mettere in atto procedure precise per ridurre i rischi. Dall'altro lato, c'è molta voglia di ricominciare, dal momento che si tratta di un’industria che porta oltre 2 miliardi di dollari all’economia della Columbia Britannica con oltre 70mila lavoratori a casa da marzo.

Le restrizioni in Canada

Attualmente il Canada tiene chiusi i suoi confini per motivi precauzionali fino al 21 giugno per chi vuole entrare nel Paese dagli Stati Uniti, fino al 30 del mese per chi proviene, invece, da altri paesi (escluse alcune categorie di lavoratori dotate di permessi speciali). Ma c'è un altro ostacolo: chiunque entri nel Paese deve rispettare una quarantena di quattordici giorni. Tale misura sarà in vigore fino alla fine di questo mese e potrebbe essere estesa; se rimanesse valida, costituirebbe un problema per attori e membri delle troupe dietro alla produzione delle Serie TV e potrebbe complicare la riapertura dei set.

La situazione negli Stati Uniti

A Los Angeles, intanto, da ieri è permesso tornare sui set ma con restrizioni piuttosto rigide. Per esempio "sono sconsigliate - si legge nelle linee guida diffuse dalla Contea - le scene di combattimento o di sesso come pure le scene di folla". Il sindaco della città Eric Garcetti si è riservato di valutare i numeri dei contagi e, in caso di aumento nelle prossime due settimane, di riguardare i regolamenti messi in atto. Nonostante la possibilità di tornare a girare, sono tuttavia decine - secondo Variety - le produzioni che non ripartiranno prima di luglio o agosto.



  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming