Schede di riferimento
News Serie TV

Nick Frost e la sua visione del paranormale: "non ci credo, ma alla fine chi cazzo lo sa cosa potrà succedere?"

22

Autore e protagonista della nuova serie Truth Seekers, appena resa disponibile sulla piattaforma di Amazon Prime Video, Nick Frost ci racconta la sua esperienza in una commedia horror divertente e paurosa.

Nick Frost e la sua visione del paranormale: "non ci credo, ma alla fine chi cazzo lo sa cosa potrà succedere?"

Occhiali in resta da nerd, fisico decisamente non asciutto e un look che definiremmo british-casual, Nick Frost è uno dei comici più divertenti del cinema e della televisione britannica da molti anni. In coppia con Simon Pegg, capace quest'ultimo di crearsi anche una carriera da caratterista a Hollywood, fin da quando dividevano casa a Londra e vedevano insieme filmacci di genere e si deliziavano a commentare ogni nuova puntata, erano poco più che ragazzi, di X-Files

Proprio quell’atmosfera hanno cercato ora di portare su Amazon Prime Video con la serie comica horror Truth Seekers. Come al solito, come per la celebre trilogia del cornetto, affrontano il genere con serietà, si preoccupano di fare in modo che ogni cosa stia al suo posto, dagli effetti alla regia, agli zompi per la paura. Saranno poi le situazioni e le loro abilità recitative a far ridere gli spettatori, proprio mentre si spaventano non poco. 

L’alba dei morti dementi, diretto dal loro altro compare, Edgar Wright, li ha lanciati un po’ ovunque, brevettando la formula di azione, genere e risate. In seguito sono arrivati poi Hot Fuzz, con il conseguente passaggio dall’horror all’azione, e la fantascienza de La fine del mondo, ultimo capitolo della cosiddetta trilogia del cornetto.

In Truth Seekers hanno costruito un divertente e appassionante horror in chiave comica, piena di citazioni e amore per i genere. I creatori e autori delle otto puntate, disponibili su Amazon Prime Video, sono Nat Saunders, James Serafinowicz, oltre a Simon Pegg, anche attore in un ruolo da caratterista, e Nick Frost, il protagonista nei panni di Gus, con il suo canale YouTube che diventa il punto di riferimento di un gruppo di investigatori del paranormale part-time in cerca per tutta la Gran Bretagna di fantasmi e case possedute. Nel farlo scopriranno addirittura una gigantesca cospirazione che potrebbe causare l’estinzione della razza umana. Nel cast, oltre a Frost e Pegg, Samson Kayo, Malcolm McDowell, Emma D’Arcy e Susan Wokoma.

Ne abbiamo parlato via zoom con Nick Frost

Una commedia horror, ma anche un buddy movie sull’amicizia. In che modo si può far ridere il pubblico, anche in un film horror?

Innanzitutto è stato davvero bello lavorare e frequentare gente piacevole, ma parlando dei personaggi, funzionano bene insieme, sono credibili. Una cosa molto importante: volevo evitare che fossero forzati i rapporti fra di loro e la loro complicità, come accade talvolta. Il nostro è semplicemente uno show televisivo, non credo sia necessario essere così specifici parlando di un genere in particolare. Il tentativo è di raccontare di esseri umani, che sono intrinsecamente divertenti. Se sono spaventati sembrano idioti, per esempio. L’importante era scrivere dei personaggi che fossero degli esseri umani credibili, a quel punto il pubblico li riconosce come tali e ci crede, ridendo, ma anche spaventandosi quando è il caso.

Guarda Truth Seekers su Amazon Prime Video

Crede nel paranormale?

Da quando ero molto piccolo mi hanno permesso di vedere ogni cavolo di horror, anche i peggiori. Mi ricordo che avevo 9 anni e volevo vedere quei film, a costo di avere incubi per tre anni. Mi piace essere scioccato o spaventato. Con Simon Pegg amavamo vedevamo crescendo X-Files e ci scambiavamo strani video trovati su YouTub, magarie su un esorcismo in Bulgaria o su alieni in Brasile che attraversavano la strada. Sono uno scettico sul paranormale, e non credo neanche in Dio, ma alla fine chi cazzo lo sa cosa potrà succedere.

Ci sono scene d’azione e altre spaventose, com’è andata?

Quando vedi due uomini in tuta, sul set, che simulano qualche sorta di pericolo, la cosa ti fa passare la paura. È stato bello cercare di girare un horror, con serietà e tutti insieme. Ci sono un paio di scene in cui mi sono detto, come sceneggiatore: sono proprio fortunato, avendo la fortuna di vedere all’opera attori in grado di recitare la loro parte come si deve. Sono stato proprio fortunato.

Ha mai assistito a qualcosa di misterioso, paranormale o inspiegabile?

Una volta, a 22 anni, una donna fantasma mi ha toccato la testa e baciato sulla fronte. Mia mamma è una di sette sorelle, e sono tutte delle cavolo di streghe. Vivevo sul divano di casa di mia zia e c’erano tazze di caffè che si muovevano da sole sul tavolo. Credevano tutte in qualcosa e giravano un sacco di storie, robaccia strana.

Il paranormale è ovviamente al centro della storia, ma è interessante l’aspetto umano dei protagonisti, la connessione che li unisce e li aiuta a superare la solitudine.

Tutti noi abbiamo paura di morire, cavolo. Tutti cerchiamo una maniera per credere in qualcosa che ci faccia sentire un po’ meglio rispetto al fatto che a un certo punto non ci saremo più. È una cosa spaventosa a cui pensare. Può aiutare avvicinarsi a una dimensione in cui troverai la tua famiglia, magari, o potrai tornare a uno stato precedente alla tua nascita, in cui non dovrai preoccuparti di pagare le cazzo di tasse, della puzza dei tartufi o di Donald Trump. Il mio personaggio, Gus, può cercare di riunirsi con la moglie morta, Emily, andare dall’altra parte, il che potrebbe dimostrarsi divertente, giocando con la rappresentazione del paradiso, o di quello che ci potrebbe essere dopo. L’importante è non prendersi gioco di quello in cui le persone credono.

Poi c’era un mito come Malcolm McDowell, che nella serie è suo padre.

Ero nervoso prima di lavorarci, sapevo chi fosse come attore, ma non come persona. La paura per me è sempre che arrivi uno stronzo sul set e rovini l’atmosfera. Ma lui è in gamba, carismatico, con una gran voglia di lavorare, divertente e generoso. Sa quello che deve fare, lavora da decenni, mi piacerebbe fosse mio padre davvero.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming