Schede di riferimento
News Serie TV

Chernobyl: Selfie sorridenti e influencer sul luogo del disastro, Craig Mazin protesta

380

"Abbiate rispetto per chi ha sofferto e si è sacrificato", ha scritto il creatore della miniserie su Twitter.

Chernobyl: Selfie sorridenti e influencer sul luogo del disastro, Craig Mazin protesta

Malgrado il disappunto del Cremlino, pare che Chernobyl sia la serie con il più alto gradimento mai registrato, superiore addirittura a capisaldi dell'intrattenimento televisivo come Breaking Bad e Il Trono di Spade, a giudicare dalla media dei voti espressi dal pubblico su IMDB e dalle statistiche redatte dal blog di data science Kyso. La miniserie di Sky Atlantic e HBO ha colpito talmente tanto l'opinione pubblica da causare addirittura un incremento del turismo sul luogo della tragedia avvenuta il 26 aprile del 1986. Ma come spesso accade in quest'epoca dettata dalla spasmodica ricerca di attenzione, la maggior parte dei visitatori si avvicina all'ex centrale nucleare per scattare selfie sorridenti, là dove hanno perso la vita migliaia di uomini e donne. 

Dopo aver visto alcuni degli scatti pubblicati dai fan, il creatore della serie, Craig Mazin, ha deciso di fare un appello su Twitter: "È meraviglioso che Chernobyl abbia favorito un incremento di visite nella Zona di Alienazione", ha scritto. "Però ho visto le foto che girano. Se andate in visita, vi prego di tenere a mente che in quel luogo è avvenuta una terribile tragedia. Comportatevi con rispetto verso tutti coloro che hanno sofferto e si sono sacrificati". 

La cosiddetta zona di alienazione, o zona di Chernobyl, è un'area che si estende per 30 km attorno all'ormai tristemente nota centrale Vladimir Lenin. Le autorità ucraine hanno consentito che tornasse accessibile circa una decina di anni fa. Essendo ancora una delle zone più contaminate del pianeta, i tour operator che organizzano visite guidate da Kiev all'interno dell'area, tengono a informare i propri clienti sul livello di radiazioni a cui ci si espone passando un'intera giornata sul sito, che sarebbe pari a circa 0.003-0,004 millisievert, cioè mediamente quanto una normale radiografia.

Tuttavia, dato che il livello di radiazioni varia di punto in punto, ci sono delle regole da rispettare per limitare i contatti con le particelle radioattive: ad esempio sono richiesti vestiti coprenti e scarpe chiuse, che devono poi essere lavati non appena si ritorna a casa; non ci si può sedere per terra, né è possibile mangiare, ed è sconsigliato toccare e portare a casa oggetti prelevati dal sito. Tutti gli addetti che lavorano nella zona devono rispettare dei rigidi turni e prendersi delle pause prestabilite, che variano da un giorno ad un mese. È ancora legalmente proibito abitare attorno a Chernobyl e avviare qualsiasi tipo di attività civile o commerciale. 

Il disastro di Chernobyl espose l'area ad un rilascio di particelle radioattive tra 0,1 e 300 sievert all'ora, un numero quattrocento volte più grande della bomba atomica sganciata su Hiroshima durante la Seconda Guerra Mondiale. Si stima che l'esplosione abbia causato un bilancio totale di circa 4,000 morti su 5 milioni di residenti nelle aree europee contaminate. Nei giorni successivi all'esplosione, 237 persone furono ricoverate per gli effetti delle radiazioni, di cui 31 tra pompieri e operai morirono poco dopo. Negli anni seguenti, furono registrati centinaia di casi di sindrome acuta da radiazioni e cancro.



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming