News Serie TV

Bosch: ripassiamo i fondamentali prima dell'attesa settima stagione su Prime Video

30

Dal 25 giugno disponibile su Prime Video la settima e ultima stagione di Bosch, serie amatissima, così come il suo protagonista, Titus Welliver, di cui vi raccontiamo qualche dietro le quinte.

Bosch: ripassiamo i fondamentali prima dell'attesa settima stagione su Prime Video

Venerdì 25 giugno arriva su Prime Video la settima e ultima stagione di Bosch, serie poliziesca di grandissimo successo, tratta dai romanzi di Michael Connelly dedicati al personaggio del detective che porta il nome del celebre pittore fiammingo Hyeronimus Bosch, che lui preferisce abbreviare in Harry. Visto che sappiamo già che questo non sarà un addio definitivo ma più un arrivederci, grazie all'annunciato spin-off su IMBD tv, ci consoliamo in parte dell'abbandono temporaneo (non in tutti i casi, purtroppo) del nostro detective preferito della polizia di Los Angeles, della figlia Maddie, del collega J. Edgar, dell'ambizioso capitano Irving, del tenente Billets e di tutti gli altri personaggi che ci sono diventati cari e familiari in queste sei stagioni, e ci prepariamo all'arrivo della settima ripassando i punti salienti della Bibbia boschiana, anche ad uso e consumo di chi, ahilui/lei, non ha mai visto questa bellissima serie, che ci porta per le strade di Hollywood, e dove Titus Welliver dà vita in modo affascinante a un personaggio nato sulla carta, che indossa come una seconda pelle.

Guarda subito Bosch su Prime Video

Chi è Harry Bosch: carriera e vita privata

Harry Bosch nasce nel 1950. Sua madre, Marjorie Lowe, è una prostituta, e il padre un avvocato di Los Angeles, J. Michael Haller, che pur non riconoscendolo si occupa dei problemi giudiziari di lei (Harry lo conoscerà da adulto, perdonandolo, poco prima della sua morte). Sottratto alla custodia materna, cresce in una casa per bambini orfani e abbandonati e con famiglie affidatarie, da dove scappa diverse volte. Sua madre viene ritrovata assassinata in un vicolo quando Harry ha appena 11 anni e il caso irrisolto lo ossessionerà a lungo, finché non riuscirà a trovare il colpevole. Si arruola e combatte in Vietnam, ricevendo due Purple Heart, e nel 1972 entra nella polizia di Los Angeles. 20 anni dopo arriva alla squadra omicidi di Hollywood, dove ha per partner Jerry Edgar, e risolve anche numerosi cold case. Sposa Eleanor Wish, collega prima e agente dell'FBI.  da cui divorzia e che verrà assassinata. Da lei ha avuto la figlia Madeline, che vive con lui. Harry Bosch è appassionato di jazz, soprattutto di Chet Baker, e vive dal 1985 in una casa bellissima stile palafitta al numero 7203 di Wilson Drive, sulle colline sopra Studio City. Ha potuto acquistarla quando gli Universal Studios gli hanno pagato 350.000 dollari per il diritto di utilizzare il suo nome in una miniserie tv. La villa ha una vista panoramica mozzafiato su Cahuenga Pass, gli Universal Studios, Burbank e Glendale. Nella realtà questa casa spettacolare, come ha scoperto un fan di Los Angeles (il cui sito si chiama a scanso di equivoci iamnotastalker.com), si trova al numero 1870 di Blue Heights Drive (foto), è stata costruita nel 1958 in cima a una collina e ha due camere da letto, due bagni, un soggiorno di 140 metri quadri e un terreno di oltre un chilometro quadrato.

Titus Welliver: chi è e cosa ha fatto il perfetto interprete di Harry Bosch

L'interprete di Bosch è Titus Welliver, attore che ha 12 anni meno del suo personaggio, essendo nato il 12 marzo 1962 a New Haven nel Connecticut, da un celebre pittore paesaggista e docente americano e da una illustratrice di moda. Con tutti questi geni artistici nel sangue, però, dopo aver tentato la stessa strada, Titus sceglie col beneplacito del padre la recitazione, studiando arte drammatica negli anni Ottanta alla New York University. Prima di arrivare al ruolo che lo ha reso famoso, ha fatto una lunga gavetta. La sua carriera cinematografica è iniziata nel 1990 in genere con piccoli ruoli. Nel 1991 è Al Capone nel gangster movie L'Impero del crimine ma appare prevalentemente in ruoli televisivi, spesso per un solo episodio. A metà anni Novanta ha ruoli fissi o ricorrenti in Brooklyn South e New York Police Department. Dopo una serie di ospitate in molti altri telefilm, nel 2004 ottiene il ruolo di Silas Adams nella serie western Deadwood e nel 2009 è il Man in Black della serie tv di culto Lost. Entra anche in Sons of Anarchy col ruolo di James 'Jimmy' O'Phelan ed è Glenn Childs in The Good Wife. Appare anche in The Mentalist, Grimm, Suits, Agents of S.H.I.E.L.D.S., prima di sposare per sette stagioni il personaggio di Harry Bosch, nella serie originale Prime Video. Oltre al prossimo spin-off di Bosch, lo ritroviamo nel cast della serie Nova Vita. Al cinema lo si vede più raramente, ma compare in Transformers 4: L'era dell'estinzione. Quel che è certo è che da quando ha iniziato non ha mai smesso di lavorare e che con Harry Bosch viene ormai identificato dalla maggioranza degli spettatori.

Purtroppo, col suo personaggio più celebre Welliver condivide l'esperienza del dolore personale: ha perso un fratello maggiore di 45 anni per una distrofia muscolare, una sorella piccola e la matrigna a cui era molto legato. Il fratello minore, Eli, è stato ucciso in Tailandia e la sua quarta moglie, la produttrice Elizabeth W. Alexander, è morta per un tumore al seno nel 2012. Nonostante tutte queste tragedie, però, Titus Welliver ha saputo rialzarsi e ritrovare la speranza, grazie anche al lavoro, Nel 2014 si è sposato per la quinta volta, ma questo matrimonio è finito in un divorzio 5 anni dopo. Ha tre figli, una femmina avuta dalla Alexander e due maschi dalla terza moglie, l'attrice Joanna Heimbold. Forse anche per questo la sua identificazione con Bosch è così perfetta. Come ha dichiarato in un'intervista di qualche anno fa:

C'è un aspetto di Bosch che mi attrae profondamente. Ha una tremenda vulnerabilità. È un uomo che ha sopportato un'infanzia davvero traumatica, come abbiamo visto nel pilot. E i lettori dei libri sanno che la sua storia è profondamente dolorosa. Ma credo che chiunque abbia un lavoro che affronti le parti più oscure della società e la tristezza non possa restarne immune. Quindi Harry possiede questo grande senso di giustizia. Parla per la vittima, ed è spinto da questo a cercare giustizia. Ma è un personaggio profondamente tormentato. Ha visto troppe cose.

Quando e perché Welliver venne scelto per Bosch

Non è facile per un autore che è anche produttore e si è battuto per portare sullo schermo le sue storie nel modo migliore possibile, scegliere l'attore perfetto per il ruolo del suo protagonista, ma da un'intervista congiunta di cinque anni fa, sappiamo come Michael Connelly giunse a scritturare Titus Welliver per il personaggio da lui creato e fatto vivere nelle pagine di 22 romanzi, diventati best-seller mondiali, un ruolo che l'attore voleva con tutto se stesso. Nelle parole dell'attore:

Per una serie di problemi di organizzazione, continuavamo a dover rimandare l'incontro e, come a volte succede, potevo perdere quell'occasione. Ero preoccupatissimo che l'avrei persa, ma alla fine sono riuscito a incontrare Michael ed Eric (il produttore) e dopo una conversazione di cinque minuti, desideravo farlo ancora più disperatamente. Poi mi fecero uscire dalla stanza come se mi fossi comportato male...

Guarda subito Bosch su Prime Video

Lo interrompe Connelly, spiegando il motivo di questa "cacciata":

Erano passati tre mesi da quando avevamo detto di voler parlare con Titus. Arrivò e fece una scena con un'attrice dal pilot e ovviamente fu perfetto. Ma la cosa più importante fu quando sedette con noi e parlò del suo approccio ad Harry e azzeccò proprio l'idea del fatto che a lui non importa niente se a qualcuno piace o meno. E questo è esattamente l'opposto di quello che fanno gli attori quando inizia uno show televisivo: vogliono creare un personaggio che la gente ami e che voglia rivedere una settimana dopo l'altra. Lui colse questo, così come molti altri aspetti del personaggio, ed è per questo che lo facemmo uscire dalla stanza. In genere, un attore esce e ne entra un altro e alla fine della giornata si parla di loro. Ma con Titus, quando uscì ne parlammo e qualcuno nella stanza disse “Sono piuttosto sicuro che quello fosse Harry Bosch, vero?” e tutti dissero “Sì, quello era Harry Bosch”. E quindi la nostra ricerca terminò.

Se ci sono attori nati per interpretare un ruolo, il destino di Welliver è stato quello di dare vita ad Harry Bosch come abbiamo imparato a conoscerlo e amarlo, con la sua rudezza, il suo senso della giustizia, l'amore paterno e il fascino della voce e dello sguardo, le sue rughe e i capelli brizzolati. Un detective moderno e plausibile le cui storie ci hanno appassionato e che aspettiamo di ritrovare nell'ultima stagione ufficiale di Bosch, composta da 8 episodi e disponibile su Prime Video dal 25 giugno.

Scopri Prime Video
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo