News Serie TV

Audrey Hepburn, un’icona raccontata in una serie tv scritta dalla sempre più lanciata Jacqueline Hoyt

Novità per l’atteso progetto di serie televisiva dell’italiana Wildside dedicato alla grande Audrey Hepburn, che sarà scritto dalla sceneggiatrice Jacqueline Hoyt, una delle penne in ascesa di Hollywood.

Audrey Hepburn, un’icona raccontata in una serie tv scritta dalla sempre più lanciata Jacqueline Hoyt

Jacqueline Hoyt è un delle sceneggiatrici in maggior ascesa a Hollywood, con all’attivo serie di successo come The Good Wife, oltre a The Leftovers e CSI, ma soprattutto l’attesissima The Underground Railroad, nuova serie di Barry Jenkins tratta dallo splendido romanzo La ferrovia sotterranea di Colson Whitehead, vincitore del premio Pulitzer.

Sara lei a firmare la serie sulla vita di Audrey Hepburn, tratta da un soggetto scritto dal figlio di Audrey, Luca Dotti, con Luigi Spinola che Wildside, società italiana del gruppo Fremantle, sta sviluppando. I produttori esecutivi saranno Mario Gianani, CEO di Wildside; Lorenzo Gangarossa con Ludovica Damiani; Luca Dotti e Luigi Spinola. Questi ultimi hanno scritto un libro che è diventato un bestseller, Audrey At Home, in cui hanno svelato aspetti inediti della personalità e della vita della grande attrice andando oltre l’interprete, madre e filantropa. 

Andrea Scrosati, COO di Fremantle ha dichiarato: "Per Audrey il nostro obiettivo sarà ancora una volta quello di produrre un contenuto nato a livello locale ma rivolto a una platea mondiale. Credo che il team creativo riunito dalla Wildside e il progetto stesso abbiano le caratteristiche ideali perché questo accada”.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo