Steven Soderbergh biografia

Qui puoi conoscere la carriera e le curiosità sulla sua vita privata, leggere le notizie più recenti, trovare tutti i premi vinti e guardare le foto e i video.

share
Biografia

Steven Soderbergh

ETÀ: Ha 55 Anni

NASCE A: Atlanta, Stati Uniti
NASCE IL: 14/01/1963

Steven Soderbergh, all'anagrafe Steven Andrew Soderbergh, è nato il 14 gennaio 1963 ad Atlanta da una famiglia di origini svedesi, come dimostra la forma non anglicizzata del suo cognome, "Söderberg". Ha trascorso la sua adolescenza a Charlottesville, in Virginia, per poi trasferirsi con la famiglia nel Louisiana, a Baton Range. È proprio durante gli anni del liceo che il giovane regista scopre la passione per il cinema, iniziando a girare alcuni cortometraggi con una Super 8. Dopo il diploma si trasferisce a Hollywood per dedicarsi completamente al cinema, ma i primi incarichi lo vedono lavorare come montatore freelance. Tornato a Baton Range realizza il suo primo film, Sesso, bugie e videotape (1989), un debutto eclatante coronato dalla vittoria della Palma d'oro a Cannes, un Indipendent Spirit Award e diverse altre candidature, tra cui anche una nomina agli Oscar come Miglior sceneggiatura originale. Il film, considerato una delle pellicole più influenti del movimento anni '90 del cinema indipendente, permette al suo fattore di essere uno dei registi più giovani a vincere il festival.

Peccato che il prodigio e il clamore generato da Sesso, bugie e videotape non sia stato costante per quanto riguarda i suoi lavori successivi. Delitti e castighi (1991) riceve giudizi contrastanti e, sebbene sia stato un film a basso budget, non ha guadagnato neanche un decimo di esso. Piccolo, grande Aron (1993), nonostante l'approvazione della critica, in termini commerciali non ottiene gli stessi buoni risultati. Torbide ossessioni (1995) non viene accolto positivamente né dalla critica né dal pubblico e neanche Schizopolis (1996), commedia diretta, scritta e interpretata da Soderbergh stesso, è riuscita a smuovere le acque della sua carriera, ma ha finito per peggiorare la situazione, aggiudicandosi l'etichetta "peggior film del cinema" su Rotten Tomatoes. La sorte del regista sembra rialzarsi con Out of Sight (1998), commedia con George Clooney, nei panni di un rapinatore di banche, e Jennifer Lopez. Il film non solo riceve il plauso dalla critica, ma inaugura una duratura collaborazione con Clooney. Restando ancora in ambito criminale, Soderbergh nel 1999 consegna al grande schermo un nuovo delinquente, quello interpretato da Terence Stamp ne L'inglese, che lo pone definitivamente tra i registi del genere.

Riprese in mano le redini della sua carriera, con il 2000 arriva per Soderbergh una grande conferma delle sue doti registiche, accompagnata dalla nomina agli Oscar del bio-pic Erin Brockovich - Forte come la verità e del thriller Traffic, con i quali il cineasta si aggiudica ben due candidature nello stesso anno per la categoria di Miglior regista (vinta con Traffic). La fortuna continua a girare dalla sua parte con Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco (2001), thriller con Clooney, Brad Pitt e Matt Damon dall'ampio consenso critico-commerciale, definito uno dei maggiori incassi di Soderbergh. Con quest'ultimo lavoro il regista entra nell'Olimpo dei director specializzati nel crime movie - in particolare gli heist film. Nel 2002 Soderbergh si lancia in una nuova impresa: realizzato in digitale, Full Frontal è un film all'interno di un film e così via, che mescola il reale con la finzione senza alcuna linea distintiva. Successivamente gli viene proposto di dirigere Insomnia (2002) con Al Pacino e Robin Williams, ma rinuncia in favore di Christopher Nolan, rimanendo però tra le file dei produttori. Nello stesso anno realizza con Clooney Solaris (2002), adattamento dell'omonimo romanzo da cui è stato tratto anche l'opera di Andrej Tarkovskij nel 1972.

Successivamente collabora con il maestro Michelangelo Antonioni e il cinese Wong Kar-Wai nel film collettivo Eros (2004), diviso in tre episodi ognuno dei quali diretto da uno dei registi e avente come materia principale il desiderio sessuale. Sempre nel 2004 esce al cinema il sequel Ocean's Twelve, che, sebbene non abbia avuto lo stesso incasso del precedente, ha confermato la sua attitudine per i film di rapina. Soderbergh, però, è noto anche per le sue sperimentazioni - non sempre andate a buon fine – come Bubble (2005), pellicola con un cast di attori non professionisti, uscita in contemporanea al cinema, sul web, in TV e in DVD. Nonostante la diffidenza degli operatori del settore riguardo sopratutto quest'ultima decisione registica, Bubble è valso al suo ideatore la nomina come Miglior regista agli Indipendent Spirit Award del 2007. Soderbergh conclude la trilogia di Ocean con il secondo sequel Ocean's Thirteen (2007), secondo maggiore incasso della sua carriera che strizza l'occhio alla critica che aveva esaltato la sua predisposizione innata verso il crime.

Nel 2008 il regista è al cinema con un dittico su Ernesto Che Guevara, Che - L'argentino (2008) e Che - Guerriglia (2008), interpretato da Benicio del Toro. Desideroso di sperimentare ancora o forse solo di sconvolgere, il cineasta gira la commedia drammatica a basso budget The Girlfriend Experience (2009) su una giovane escort, ruolo per cui scrittura la pornostar Sasha Grey, attirandosi non poche polemiche. Ma Soderbergh sa come farsi perdonare e nello stesso anno è al cinema con The Informant (2009) - criticato positivamente - a cui segue il thriller apocalittico Contagion (2011). Nel 2012 colpisce nel segno con Magic Mike, pellicola drammatico-musicale con un cast che va da Channing Tatum - che aveva collaborato con il regista già in Knockout - Resa dei conti (2011) – a Matthew McConaughey e che si basa sul periodo da spogliarellista dello stesso Tatum. Quest'ultimo insieme a Jude Law, Catherine Zeta-Jones e Rooney Mara va a costituire il cast di Effetti collaterali (2013), thriller psicologico che si attesta un buon risultato sia al botteghino che tra i pareri critici.

Successivamente Soderbergh realizza un telefilm biografico, Dietro i candelabri (2013), sul personaggio del pianista Liberace. Il film, presentato in concorso al Festival di Cannes, si è aggiudicato l'Emmy Awards e il Golden Globe per la Miglior regia. Lanciatosi sul piccolo schermo, Soderbergh gira anche la serie TV The Knick (2014) un medical drama vincitore di un Satellite Award, a cui seguirà nel 2017 il murder drama Mosaic . Dopo aver lavorato ad alcuni progetti personali, che vanno dagli impegni teatrali a quelli di produttore, il regista torna al cinema con La truffa dei Logan (2018), dove al tema della rapina questa volta accosta la commedia, proponendo nuovamente come protagonista Tatum accompagnato da Adam Driver.

Filmografia
High Flying Bird (High Flying Bird)
  • ANNO: 2019
  • Regista
Unsane (Unsane)
La Truffa dei Logan (Logan Lucky)
Dietro i candelabri (Behind The Candelabra)
Lascia un Commento