Rupert Everett biografia

Qui puoi conoscere la carriera e le curiosità sulla sua vita privata, leggere le notizie più recenti, trovare tutti i premi vinti e guardare le foto e i video.

share
Biografia

Rupert Everett

ETÀ: Ha 59 Anni
ALTEZZA: 193 cm

NASCE A: Norfolk, Gran Bretagna
NASCE IL: 29/05/1959

Rupert James Hector Everett, noto semplicemente come Rupert Everett è nato il 29 maggio 1959 nella contea di Norfolk, in Inghilterra, da una famiglia discendente per linea materna dal maggiore scozzese Hector Lachlan Stewart MacLean e dai baroni Vyvyan di Trelowarren e von Schmiedern. Sin dalla tenera età, Everett è stato educato nella cattolica Farleigh School in Hampshire e in seguito dai monaci benedettini all’Ampleforth College dello Yorkshire, ma a sedici anni lascia la scuola per trasferirsi a Londra e intraprendere così la carriera di attore alla Central School of Speech and Drama. Qui il suo carattere ribelle lo porta a scontrarsi spesso con i docenti, finché non viene espulso; inoltre, in questi anni, sebbene provenisse da una famiglia economicamente agiata, si prostituisce sia per denaro che per droga. Dopo la parentesi londinese, approda in Scozia, dove lavora al Citizens Theatre di Glasgow e finalmente può avviare la sua carriera.

Il successo arriva nel 1984, quando, dopo aver debuttato nel cortometraggio premiato agli Oscar A Shocking Accident (1982), diventa il protagonista insieme a Colin Firth di Another Country - La scelta, dove interpreta uno studente gay nella Russia degli anni Ottanta. L'anno seguente è in Ballando con uno sconosciuto (1985), bio-pic su Ruth Ellis, ultima donna condannata alla pena di morte di Gran Bretagna prima della sua abolizione, in cui l'attore interpreta la vittima, il marito della Ellis. Nella sua carriera così brillantemente avviata, in cui spicca anche qualche produzione italiana come Cronaca di una morte annunciata (1987) di Francesco Rosi, si abbatte l'ombra del flop con Hearts of Fire (1987), musical drammatico con Bob Dylan, ma Everett non si accascia e parallelamente inizia a percorrere anche la strada della musica, componendo canzoni pop.

Seguono pellicole da protagonista, in cui recita accanto a Ugo Tognazzi, Helen Mirren, Christopher Walken e con l'arrivo degli anni Novanta, l'attore si reinventa anche scrittore, pubblicando il suo primo romanzo, "Hello, Darling, Are You Working", con cui dichiara la sua omosessualità. Sebbene una rivelazione di questa portata ai tempi potesse stroncare un interprete della sua levatura, la carriera di Rupert Everett fortunatamente non subisce colpi, anzi l'attore inglese prende parte in questo decennio a grandi lavori, come Prêt-à-Porter (1994) di Robert Altman, Il matrimonio del mio migliore amico (1997), con il quale viene candidato ai Golden Globe come Miglior attore non protagonista, e Shakespeare in Love (1998) di John Madden.

Il 1999 lo vede impegnato al cinema su tre fronti: è l'affascinante dandy Lord Arthur Goring in Un marito ideale, Re Oberon nello shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate e il perfido magnate Sanford Scolex alias Dottor Artiglio in L'Ispettore Gadget. Gli anni Duemila si aprono con il flop Sai che c'è di nuovo? (2000), commedia drammatica con Madonna, ma Everett non si abbatte neanche stavolta e l'anno dopo è al cinema, diretto da Carlo Vanzina, nei panni del nobile indebitato Lord Nick Brett nella commedia South Kensington (2001). Nel 2002 ritrova Colin Firth sul set de L'importanza di chiamarsi Ernest, mentre il caso vuole che sia Carlo I in Uccidere il re (2003) di Mike Barker e il successore diretto Carlo II in Stage of Beauty di Richard Eyre, soltanto a un anno di distanza. Veste gli eccentrici panni di Miss Camilla Fritton, direttrice dello stravagante college St. Trinian's (2007) - anche nel sequel St. Trinian's 2 - La leggenda del tesoro segreto (2009) - affiancato nuovamente sul set dall'amico Firth in entrambi i film. Altro personaggio singolare interpretato in questi anni dall'attore è Lord Edmund St. John- Smythe, un inventore sui generis a cui in Hysteria (2011) insieme al medico Mortimer Granville (Hugh Dancy) viene affibbiata l'ideazione di uno stimolatore elettrico.

Dopo diverse comparse in TV, tra cui un episodio della prima stagione di Black Mirror (2011), entra nel cast della terza stagione di The Musketeers (2014) come il Marchese de Feron. Nel 2016 veste i panni regali di un altro regnante, quelli di Giorgio VI nella Londra del 1945 di Una notte con la regina (2016), mentre nel 2018 dirige la sua prima regia, The Happy Prince - L'ultimo ritratto di Oscar Wilde, di cui è anche il protagonista.

Filmografia
The Happy Prince (The Happy Prince)
The Happy Prince (The Happy Prince)
Una notte con la regina (A Royal Night Out)
Justin e i cavalieri valorosi (Justin and the Knights of valour)
Lascia un Commento