Mark Wahlberg biografia

Qui puoi conoscere la carriera e le curiosità sulla sua vita privata, leggere le notizie più recenti, trovare tutti i premi vinti e guardare le foto e i video.

share
Biografia

Mark Wahlberg

ETÀ: Ha 47 Anni
ALTEZZA: 173 cm

NASCE A: Dorchester, Massachusetts, USA
NASCE IL: 05/06/1971
Mark Robert Michael Wahlberg nasce nel giugno del 1971 nel quartiere di Dorchester a Boston, nel Massachusetts, da madre impiegata di banca e padre sindacalista e camionista. E' il più giovane di nove fratelli. Cocainomane già a 13 anni, a 15 e a 16 viene arrestato per aggressioni a sfondo razziale. A 21, quando è diventato già il frontman della band hip-hop Marky Mark and the Funky Bunch, viene fermato ancora per episodi simili, ma fortunatamente i sensi di colpa e il gran successo musicale del singolo Good Vibrations, disco di platino, lo aiutano a rimettersi in careggiata: rimarrà con la band fino al 1993, dopo aver posato grazie al suo fisico prestante in una campagna per Calvin Klein nel 1992.
Film per la tv minori iniziano per lui nel 1993, ma si affaccia sul grande schermo solo nel 1994, in Mezzo professore tra i marine con Danny DeVito. Stenta a decollare come protagonista, nonostante il thriller Paura (1996) accanto a Reese Witherspoon, ma ci riesce interpretando il vero attore porno Dirk Diggler nello storico Boogie Nights (1997) di Paul Thomas Anderson. Incrocia qualche gemellaggio culturale con l'action di Oriente in Il grande colpo e The Corruptor, ma mostra di nuovo la sua duttilità in Three Kings (1999), al fianco di George Clooney e Ice Cube. Esperienza turbolenta, ma Wahlberg non è il tipo da giudicare gli eccessi sul set del regista David O. Russell, quindi tornerà a lavorare con lui già per I Heart Huckabees nel 2004. Reincontra Clooney nello stesso periodo, a bordo di una nave in difficoltà, nel grande successo di La tempesta perfetta (2000).
Funzionano poco due tentativi di revival nei quali si caccia, i remake Planet of the Apes (2001) di Tim Burton e The Italian Job (2003) di F. Gary Gray, ma è un bel momento per la sua vita privata: nel 2001 sposa l'ex-modella Rhea Durham, dalla quale avrà quattro figli. Dà sfogo al suo spirito sportivo e al suo legame con le proprie radici di strada rispettivamente nel disneyano Imbattibile (2005) e nel forte Four Brothers (2006) di John Singleton.
La doppia consacrazione giunge nel 2006 con The Departed di Martin Scorsese, nel quale è l'inflessibile poliziotto Dignam: lavorare con Scorsese sarebbe già sufficiente, ma gli arriva anche una doppia nomination a Oscar e Golden Globe come miglior non protagonista. Non sembra però che Mark costruisca più di tanto su quest'esplosione: i successivi Shooter e I padroni della notte del 2007 non lo consacrano, tanto che cerca nuove strade. Non gli andrà molto bene.
Max Payne (2008), tratto dall'omonimo videogioco, è un b-movie di scarso rendimento, mentre E venne il giorno (2008) di M. Night Shyamalan, dove peraltro si mette pure alla prova col ruolo inedito di un tranquillo professore, conferma ai più la discesa del regista. Nel 2009 incrocia anche uno dei film più criticati di Peter Jackson, il contestato adattamento di Amabili resti, in cui è il padre della ragazzina uccisa. Sfortuna.
Due altre nomination gli arrivano invece quando riabbraccia lo sport e gli umili, con il The Fighter (2010), ancora di David O. Russell: sfiora l'Oscar come produttore (per il miglior film) e il Golden Globe come migliore protagonista. Due anni dopo la sua ricerca di ruoli differenti finalmente riesce, anche se ha sulle prime serie difficoltà all'idea di recitare con l'orsetto sboccato in performance capture di Seth MacFarlane: Ted (2012) e Ted 2 (2015) sono due successi di botteghino e ci presentano un Mark dai solidi e insoliti tempi comici.
Tra il 2013 e il 2014 collabora con un altro tipo piuttosto energico, il regista Michael Bay, che prima lo coinvolge nel film a budget (relativamente) basso Pain & Gain, poi addirittura gli costruisce addosso la seconda saga di Transformers con Transformers 4 - L'era dell'estinzione: un blockbuster in curriculum non fa mai male.
C'è da segnalare che Wahlberg porta avanti da tempo un'attività da producer televisivo e cinematografico: si devono anche a lui le serie di grande successo Entourage (2004-2011), Boardwalk Empire (2010-2014) e al cinema l'acclamato cupissimo thriller Prisoners di Denis Villeneuve.

Filmografia
Instant Family (Instant Family)
  • ANNO: 2019
  • Attore
Red Zone (Mile 22)
Daddy's Home 2 (Daddy's Home 2)
Lascia un Commento