Angela Bassett biografia

Qui puoi conoscere la carriera e le curiosità sulla sua vita privata, leggere le notizie più recenti, trovare tutti i premi vinti e guardare le foto e i video.

share
Biografia

Angela Bassett

ETÀ: Ha 60 Anni
ALTEZZA: 163 cm

NASCE A: New York, Stati Uniti
NASCE IL: 16/08/1958

Angela Bassett, iscritta all'anagrafe con il secondo nome Evelyn, è nata il 16 agosto 1958 a New York ed è cresciuta principalmente nel quartiere di Harlem. Dopo la separazione dei genitori, la Bassett e sua sorella si sono trasferite a San Pietroburgo, in Florida, dove sono stati i servizi civili a occuparsi di loro. Rivide suo padre dopo diversi anni, mentre sua madre iniziò a essere più presente solo durante la tarda adolescenza. La passione per lo spettacolo la Bassett se la porta dietro sin da giovanissima, quando organizzava piccoli spettacoli familiari insieme alla sorella, ma è con gli anni del liceo che decide di approfondirla, iscrivendosi al club di recitazione e coro. Dopo il diploma, frequenta la Yale University, dove si laurea nel 1980 in Studi afro- americani, e in seguito consegue il Master of Fine Arts presso lo stesso istituto.

I primi impieghi la vedono impegnata come receptionist per un salone di bellezza e come fotoreporter, ma conserva ancora il sogno nel cassetto di un futuro nella recitazione, così inizia a cercare un posto nei teatri newyorchesi. Nel 1985 arrivano le prime performance teatrali, ma anche le sue prime apparizioni sul piccolo schermo con le serie TV Spenser, I Robinson e Doubletake; l'anno successivo invece debutta anche al cinema con F/X - Effetto mortale (1986). Decisa ormai a coltivare il suo sogno, l'attrice nel 1988 si trasferisce a Los Angeles alla ricerca di ingaggi di maggior livello. È così che muovendosi prima tra ruoli minori, come quello della hostess in Un poliziotto alle elementari (1990), e secondari, come in Boy n the Hood - Strade violente (1991), la Bassett viene scritturata nel 1992 per il personaggio di Betty Shabazz in Malcom X di Spike Lee, con cui si aggiudica un Image Award come Miglior attrice non protagonista.

Nel frattempo continua a partecipare saltuariamente a diverse produzioni televisive, arrivando a interpretare Katherine Jackson nella miniserie The Jackson: An American Dream (1992) sui The Jackson 5, una delle band preferite dalla Bassett da giovane. Preoccupata che dopo la performance in Malcom X non avrebbe trovato un ruolo all'altezza di quello di Betty Shabazz, la Bassett ha dovuto ben presto ricredersi quando le è stato proposto di vestire i panni di Tina Turner in Tina - What's Love Got to Do with It (1993), film che le vale una candidatura agli Oscar e la vittoria del Golden Globe. Nel 1995 è quattro volte sul grande schermo con: Vampiro a Brooklyn insieme a Eddie Murphy, con cui era desiderosa di collaborare; il distopico Strange Days, che le vale un Saturn Award, accanto a Ralph Fiennes; Donne - Waiting to Exhale, dove è una delle protagoniste insieme a Whitney Houston e, infine, Panther (1995), nel quale riveste ancora una volta i panni di Betty Shabazz.

Si fa notare, seppur in un ruolo secondario, in Contact (1997) di Robert Zemeckis e principalmente come protagonista di Benvenuta in Paradiso (1998), interpretazione per la quqale ha ricevuto le lodi della critica. Gli anni Novanta terminano con La musica del cuore (1999) di Wes Craven, con cui aveva già collaborato, e che mettono in risalto la grande chimica professionale che intercorre tra l'attrice afroamericana e Meryl Streep.

Nel 2000 la Bassett rifiuta la parte da protagonista in Monster's Ball - L'ombra della vita (2001) per i contenuti sessuali dello script e il ruolo viene affidato ad Halle Berry, che si aggiudicò l'Oscar. In questi primi anni del Duemila l'attrice preferisce dedicarsi ad altri tipi di pellicole: è la compagna di Robert De Niro in The Score (2001) di Frank Oz, la neurologa dalle terapie alternative ne L'ultima porta (2005) e la protagonista di una serie di film minori, tra cui La costa del sole (2002). Questa prima parte del nuovo millennio termina con una serie di pellicole drammatiche, Una parola per un sogno (2006), Una sola verità (2008) e Notorious (2009), a cui segue il suo primo cinecomic, Lanterna Verde (2011). In TV è la dottoressa Catherine Banfield in E.R. - Medici in prima linea (2008), ma la serie che la porta alla ribalta negli anni Duemila è sicuramente American Horror Story, entrata per la terza stagione infatti, la Bassett vi militerà fino alla sesta, nel 2016, aggiudicandosi più di una candidatura agli Emmy Award.

Al cinema - a parte la commedia Jumping the Broom - Amori e altri guai (2011) - ricopre in questi anni parecchi ruoli secondari in diversi action movie, come Una spia non basta (2012), Attacco al potere - Olympus Has Fallen (2013), White Bird (2014) e Survivor (2015). Torna a esser diretta da Spike Lee in Chi-Raq (2015) e a recitare nel primo film di supereroi con prevalenza di attori afroamericani, Black Panther (2018), nel ruolo della regina madre Ramonda. Nel 2015 si cimenta anche nella regia con il bio-pic Whitney, incentrato sulla figura di Whitney Huston e la sua relazione con Bobby Brown. Tre anni più tardi entra nel cast di Mission: Impossible - Fallout come Erica Sloane, direttrice della CIA che manda Henry Cavill in missione con Tom Cruise.

Filmografia
Whitney (Whitney)
Black Panther (Black Panther)
Mission: Impossible - Fallout (Mission: Impossible 6)
Attacco al potere 2 (London Has Fallen)
Lascia un Commento