Schede di riferimento
Speciali Musica

Chester Bennington, il nuovo grande assente

542

Sono passati poco più di due mesi dalla tragica notizia della morte di Chris Cornell, e già ci troviamo di fronte alla scomparsa di un altro big della musica.

Chester Bennington, il nuovo grande assente

Sono passati poco più di due mesi dalla tragica notizia della morte di Chris Cornell, e già ci troviamo di fronte alla scomparsa di un altro big della music community, Chester Bennington.

La notizia giunge come una doccia fredda mentre chiacchieravo in chat con un gruppo di amici: Chester Bennington si è suicidato impiccandosi. Proprio pochi giorni fa ero in Francia a vedere l’Hellfest in cui i Linkin Park facevano da headliner, e mai avrei immaginato di scrivere queste righe a un mese di distanza.

L’altro pomeriggio  avevano cominciato a circolare alcuni rumours riguardo alla presunta scomparsa di Bennington, ma è solo la sera che Mike Shinoda (chitarra, voce e tastiera dei LP) conferma la triste notizia con un post su Twitter

“Shocked and heartbroken, but it's true. An official statement will come out as soon as we have one.”
“Scioccati e con il cuore spezzato, purtroppo è vero. Un comunicato ufficiale verrà rilasciato appena ne avremo uno.”M.Shinoda

Sono circa le 9 del mattino (ora della California)  del 20 luglio quando un impiegato del residence di Palo Verdes Estates (cittadina della contea di Los Angeles) dove alloggia la famiglia Bennington, trova il corpo senza vita del cantante e avverte le autorità. Poco dopo il coroner ne constaterà la morte per impiccagione.

Chester Charles Bennington nasce il 20 marzo 1976 a Phoenix da un’infermiera e un detective che divorziano quando Chester ha solo 11 anni. La sua statura minuta lo rende vittima di atti di bullismo e, la situazione famigliare unita a ripetuti abusi sessuali da parte di un conoscente, lo porta ad ammalarsi di depressione, patologia che lo accompagnerà per sempre.

A questa si aggiungono le dipendenze da droga e alcol contro cui Bennington combatte per tutta la sua vita da adulto.

Da una intervista alla rivista Metal Hammer

"I was on 11 hits of acid a day. I dropped so much acid I'm surprised I can still speak! I'd smoke a bunch of crack, do a bit of meth and just sit there and freak out. Then I'd smoke opium to come down”
“Prendevo 11 acidi al giorno. Mi calavo così tanto acido che sono sorpreso di riuscire ancora a parlare! Poi fumavo un mucchio di crack, mi facevo un po’ di metanfetamine e mi sedevo a sballare. Poi fumavo un po’ di oppio per rilassarmi”
C.Bennington

Ottenuto il successo con i Linkin Park grazie al debut album Hybrid Theory (2000), l’ascesa del vocalist – così come quella della band – non conosce sosta, portandolo, insieme ai compagni di avventura, nell’olimpo del music biz. Nel 2013, dopo il licenziamento del frontman Scott Weiland, Bennington entra a nelle fila degli Stone Temple Pilots - band che il cantante ha sempre come fonte di ispirazione- per uscirne nel 2015 per dedicarsi completamente ai LP

Purtroppo  però, neanche il successo planetario riesce a sopire i cupi pensieri del cantante, tant’è che Heavy, uno degli ultimi singoli della band, parla proprio dei problemi legati alla depressione.

I don’t like my mind right now /Stacking up problems that are so unnecessary /Wish that I could slow things down”
If I just let go, I’d be set free
“Non mi piace la mia testa ora / si riempie di problemi inutili / vorrei riuscire a rallentarli
Se mollassi sarei liberato”Heavy, Linkin Park

Alla luce di quanto accaduto, le parole del brano risultano davvero sinistre, così come la data, 20 luglio, in cui cade il compleanno di Cornell, per non parlare della modalità “scelta” per l’estremo gesto, uguale a quella dell’amico.

Molto legato a Chris Cornell, Bennington  resta terribilmente scosso dalla sua morte, e dedica al compagno un tweet molto toccante; presente al suo funerale, aveva suonato una commossa versione di Hallelujah di Leonard Cohen.

Conclusione del tweet dedicato all’amico

“Thank you for allowing me to be part of your life.With all my love. Your friend”
“Grazie per avermi permesso di far parte della tua vita.Con tutto il mio amore. Il tuo amico”

Altra vittima del nero spettro della depressione, Chester Bennington lascia un vuoto incolmabile nel cuore della sua famiglia e dei milioni di fan.  



  • Giornalista e docente di musica
  • Chitarrista e performer
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming