Schede di riferimento
Recensioni Musica

Zucchero - Black Cat, la nostra recensione del nuovo album

19

Che lo si ami o che lo si odi, bisogna ammettere che il buon Adelmo Fornaciari abbia portato nel bel paese una ventata di musica "nera".

Zucchero - Black Cat, la nostra recensione del nuovo album

Che lo si ami o che lo si odi, bisogna necessariamente ammettere che il buon Adelmo Fornaciari, in arte Zucchero, abbia portato nel bel paese e, in particolare nella sua amata Emilia Romagna, una ventata di musica “nera”, completamente assente nella nostra cultura musicale.  

E di "nero" – in tutti i sensi -, è uscito pochi giorni or sono in nuovissimo "Black Cat", prima release di inediti da Chocabeck (2010), considerando che La sesión cubana contiene anche cover e riarrangiamenti di suoi vecchi successi.

Ed è proprio a Oro, Incenso e Birra, il suo più grande successo di vendite e di fusione tra la musica blues/soul e il cantautorato italiano,  che Zucchero si “ispira”, trovando in "Black Cat" – a suo dire – il naturale prosieguo.

Produttori (Don Was, Rolling Stones /Bob Dylan, Brendan O’Brien, Bruce Springsteen, Ac/Dc, Pearl Jam, Aerosmith e T-Bone Burnett, Roy Orbison, Elvis Costello) e musicisti ai massimi livelli, dunque, per questa rinnovata passione di Zucchero per il delta del Mississippi.

Si parte con la divertente Partigiano Reggiano, primo singolo estratto, che con il suo muscolare honky tonk e l’ostinato di piano rende impossibile stare fermi e ci porta alla doppietta 13 Buone Ragioni (per preferire una birra a una come te), più mainstream  ed "estiva" e Ti Voglio Sposare, decisamente più heavy. Si cambia completamente registro con l’intimista Ci Si Arrende, che vede la collaborazione di Mark Knopfler alla chitarra e un testo particolarmente evocativo

Ma sì bevi bevi
Bevimi sono la pioggia
Pioggia che passa e rimane
Dentro l’anima                                                               
“Ci Si Arrende”

Si prosegue con Ten More Days, cover del DJ svedese Avicii, malinconica e delicata, fino ad arrivare a L’Anno dell’Amore, in cui esplode di nuovo l’irriverente e ritmato sound dell’artista emiliano. Un continuo altalenare di mood con la successiva, straziante, Hey Lord, e la “gentile” Fatti Di Sogni, in cui archi e 12 corde fanno da padroni per andare nuovamente “up” con la divertente La Tortura della Luna.

Dai ciccioli passiamo direttamente ai campi di cotone con Love Again e la sua chitarra slide e a Terra Incognita, altro brano introspettivo e poetico che ci conduce per mano fino a Voci, cantilenante e delicata che si lascia ascoltare con piacere.

Il compito di chiudere Black Cat spetta Street Of Surrender (S.O.S), versione di Ci Si Arrende con il testo che Bono Vox degli U2 ha scritto dopo la tragedia del Bataclan di Parigi

I didn’t come down here to fight you
I came here down these streets
Of love and pride to surrender                               
“Streets Of Surrender (S.O.S)”

Black Cat è un gran bel disco, ottimamente suonato e prodotto, che farà felici sia i vecchi che i nuovi fan del cantante di Reggio Emilia e, anche se non a livello del grandioso Oro , Incenso e Birra, lo spirito (Divino) è ancora quello. 



  • Giornalista e docente di musica
  • Chitarrista e performer
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming