Recensioni Musica

The Black Keys - Let's Rock, la nostra recensione

1

E siamo arrivati al nono capitolo in studio del prolifico duo Auerbach/Carney.

The Black Keys - Let's Rock, la nostra recensione

E siamo arrivati al nono capitolo in studio del prolifico duo Auerbach (Dan)/Carney (Patrick), che, lungi dal riposare sugli allori, ci regala 12 tracce ispirate e in pieno stile Black Keys.

Dopo la pausa dalla band che ha seguito Turn Blue (2014), il duo di Akron (Ohio) ha deciso di abbandonare il produttore Mouse Danger che ha collaborato con loro negli ultimi 4 album, per recuperare la loro identità di "garage band" e di autoprodurre Let's Rock.

L'impressione generale è che il sound della band si sia ammorbidito, enfatizzando l'aspetto psichedelico e quello "pop", nonostante la chitarra elettrica sia più presente (anche perché organi e tastiere sono ridotti all'osso). L'effetto è quello di un disco che scivola via amichevole, senza strattoni, placido e che ti fa rimanere male perché finisce troppo presto.

I tre singoli che hanno preceduto l'uscita dell'album sono la trascinante Lo/Hi, rock 'n roll caramellato che ti si pianta in testa senza muoversi più, seguito a ruota da Eagle Birds, elettroblues veloce in pieno stile Black Keys e la bella Go, manifesto allo psichedelic rock dei tardi sixties, con tanto di coretto catchy.

Le restanti tracce sono quasi tutte di buona fattura, a partire da Shine a Little Light, l'opening track, con una vena malinconica mescolata a un chorus più muscolare, Walk Across The Water, uno dei pochi  brani a sfiorare i 4 minuti (gli altri sono tutti intorno ai 3), che non pare molto a fuoco, Tell Me Lies, cha sembra uscita dalla colonna sonora di Hair, Every Little Thing, uno dei migliori episodi di LR, con i suoi echi beatlesiani che precedono la poco convincente Sit Around And Miss You, figlia dei Creedence Clearwater Revival meno ispirati.  Interessanti, invece, le atmosfere cupe di Breaking Down, i graffi di Under The Gun e il bel riff Fire Walk With Me (rimando a David Lynch?).

L'idea del duo è stata quella di arrivare in studio senza materiale pronto, per mantenere la "freschezza" dei grandi del rock quali - da loro citati- The Troggs e The Stooges, e si sente; purtroppo, l'impressione di alcuni brani è quella di aver puntato troppo sull'imediatezza e la spontaneità a discapito degli arrangiamenti e delle strutture un po' troppo basiche e - a tratti - incomplete.

Disco da ascoltare assolutamente, preferibilemente in macchina durante un bel viaggio, ma che si attesta su un livello decisamente inferiore a "El Camino".



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming