Recensioni Musica

Slipknot live @ Postepay Rock In Roma

di
129

Trema Capannelle! Trema il Postepay Rock in Roma! Gli Slipknot sono approdati all’ ormai consolidata manifestazione musicale romana estiva.


Trema Capannelle! Trema il Postepay Rock in Roma! Gli Slipknot sono approdati all’ ormai consolidata manifestazione musicale romana estiva.
E si, gli Slipknot, band statunitense "nu metal" dell'Iowa sbarca nella capitale per esibirsi in un concerto che si preannunciava piuttosto interessante.
In attività dal 1993, con 5 album già pubblicati e con un inizio non facile, per via delle tematiche affrontate nei loro testi, giungono al successo commerciale nel 1999 con l'album "Slipknot" che ottiene il disco di platino negli USA più elogi vari dalla stampa di settore. Caratterizzati fortemente da una presenza scenica e sonora molto particolare, per via del fatto che tutti i componenti indossano maschere ispirate a personaggi e tematiche horror e per il "muro sonoro" che ottengono mediante due "stazioni" di percussioni a latere della batteria, attualmente Chris Fehn e Shawn Crahan,  integrano ulteriormente il sound con sonorità elettroniche gestite da Sid Wilson al giradischi (Dj) e da Craig Jones al campionatore e alla tastiera.
Segue poi l'album "Iowa" nel 2001 e la loro prima pausa artistica, pause che caratterizzeranno poi il percorso della band fino ad oggi.
Pause entro le quali i componenti del gruppo prendono parte a progetti musicali paralleli o continuano a suonare con le band di origine. Ricordiamo a tal proposito che Corey Taylor, ad esempio, è la voce degli Stone Sour, del quale è anche co-fondatore. "Iowa" è un album con una vena death metal più accentuata dove il batterista Joey Jordison viene molto apprezzato per il suo lavoro. Con l'album "Vol.3 (the subliminal verses)", nel 2003, modificano il sound spostandolo più verso lo stile degli Slayer ottenendo anche qui un discreto successo e partecipando ad un tour europeo con gli stessi Slayer, Mastodon e Hatebreed.
Nel 2008 esce "All Hope is Gone", successo in Canada, Svezia e Nuova Zelanda e relativo tour mondiale con i Children of Bodom. Purtroppo nel 2010, il chitarrista Paul Gray muore a seguito di una overdose di morfina, segnando la band che però continua a vivere chiamando in sostituzione Donnie Steele, già il primo chitarrista della band, ma solo come turnista.

A Paul Gray viene di fatto dedicato l'album successivo che fu messo in lavorazione nel 2009 e contemporaneamente esce il "best of", "Antennas To Hell" . Nel 2013 vede la luce  l'ultimo lavoro, ".5: The Grey Chapter" definito "molto heavy" da Taylor, ma che vede anche la dipartita per motivi personali del batterista Joey Jordison sostituito egregiamente dal turnista Jay Weinberg. L'ultimo lavoro riprende le sonorità degli album "Vol.3 (the subliminal verses)" e "Iowa" creando un mix di grande impatto sonoro, strizzando l'occhio anche alla ritmica meno estrema e più orecchiabile.

La band è attualmente composta da: Corey Taylor alla voce; Mick Thomson chitarra ritmica; Jim Root chitarra solista; Chris Fehn percussioni; Sid Wilson giradischi; Shawn Crahan percussioni; Craig Jones campionatori e tastiere; più due turnisti, Alessandro Venturella al basso e Jay Weinberg alla batteria.

 

Ed eccoci quindi alla serata Slipknot.
Molto incuriosito, in quanto non avevo mai assistito a performance live dei “mostri” di Des Moines, dei quali non mi avevano mai detto un gran bene della loro resa dal vivo, mi sono dovuto assolutamente ricredere.

Clicca sulla foto per accedere alla galleria fotografica del concerto.



Due ore di musica dura e di spettacolo scenografico davvero notevoli. L'esibizione si apre alle 21.45 e dopo un breve e "lieve" intro eccoli apparire nelle loro tute numerate con le loro maschere spaventose. La scaletta contiene i loro pezzi più famosi, tra i quali "XIX"; "My Plague"; "Psycosocial";  "The Devil in I" e vengono eseguite in maniera chirurgica con anche un impatto scenografico importante. Lo stage, molto ben assortito, prevede come sempre le due postazioni di percussioni a latere del palco mobili, cavalcate letteralmente da Crahan e Fehn i quali non si risparmiano in sortite "saltellanti" in giro per il palco. Lo stesso dicasi per Sid Wilson che con il suo fare da folletto si aggirava di tanto in tanto tra le scenografie.

Notevolissima la presenza scenica di Corey Taylor e l'iterazione con le "Maggots", così si chiamano i fan degli Slipknot, anche se un paio di espressioni blasfeme, a mio modesto avviso, se le sarebbe potute risparmiare.
Pubblico estremamente coinvolto e partecipe, anche se apparentemente non molto numeroso, ma circa seimila presenze, per questo genere musicale trovo sia una bella cifra.
Il sound, per il quale nutrivo seri dubbi in merito, come dicevo prima, è stato sicuramente molto al di sopra delle mie aspettative e debbo sinceramente affermare che mi ha sorpreso e coinvolto positivamente.
Di certo il loro stile non lascia spazio a virtuosismi e preziosismi musicali, ma nel complesso trovo che a volte sia molto più complicato far rendere bene un genere, un sound ruvido e spigoloso come questo degli Slipknot, piuttosto che altri generi più melodici.
Insomma, con un allestimento musicale così complesso, con ben tre sezioni di percussioni, la parte elettronica ed addirittura un disc jockey, combinare un disastro sonoro live, secondo me è facilissimo. Ma fortunatamente non è stato così, confermando la loro raggiunta maturità nelle esibizioni live. E questo mi ha dato soddisfazione.
Soddisfazione che trova conferma in quello che io personalmente chiamo "Time Lapse on Live", ovvero la percezione del tempo che si prova durante una esibizione live.
In questo caso la percezione è stata che il tempo sia volato via. E due ore di esibizione volate via con coinvolgimento e euforia, con un gruppo duro e aspro come gli Slipknot...non  credo serva aggiungere altro.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming