Schede di riferimento
Recensioni Musica

Paolo Nutini - Caustic Love

Un viaggio tra le influenze che hanno plasmato il suo stile in 27 anni di vita, alla scoperta della sua personale storia d’amore con la musica.

Paolo Nutini - Caustic Love

Presupponendo che ogni musicista debba essere sempre, prima di tutto, un ascoltatore intenzionato ad imparare e a conoscere le numerose interpretazioni del suo strumento, allora per noi ascoltare un album non dovrebbe mai voler dire solo scegliere quali tracce amare e quali no, ma anche scoprire quali influenze musicali hanno guidato l’artista che stiamo esaminando.

Se tenessimo a mente questo, il nuovo album di Paolo Nutini, “Caustic Love”, non sarebbe più solo il “terzo album dell’apprezzato cantante italo-scozzese” o “la sua inattesa svolta funky”. 

Si tratterebbe, invece, di un viaggio tra le influenze che hanno plasmato il suo stile in 27 anni di vita, alla scoperta della sua personale storia d’amore con la musica.

Un iniziale spaesamento è normale, perché Nutini ci ha fatto innamorare con le ultime richieste, le scarpe nuove, l’autunno e le matite piene di piombo; di amore ne aveva già parlato, eccome, ma mai prima d’ora era stato “caustico”. E poi, diciamolo, non era mai apparso così sicuro di sé, interpretando il rocker vissuto.

L’immagine di un amore corrosivo presenta tredici tracce ricolme di ammiccanti riferimenti e risposte agli artisti che lo hanno guidato verso questo sorprendente successo. Con l’aiuto di Dani Castelar, Rollo Armstrong e Leo Abrahams, Nutini ha potuto campionare un brano di Bettye LaVette, citare la splendida “As Time Goes By” di Herman Hupfeld ed inserire il monologo di Charlie Chaplin ne “Il Grande Dittatore”.

Pur avendo confezionato un disco che sembra uscito dalle scuderie Motown e Stax, fortunatamente il nostro Paolo non ha soffocato il suo animo romantico, al quale ha dedicato spazio a sufficienza con le dolcissime “Better Man” e “Someone Like You”. Resta, invece, inspiegabile lo scarto di “Bear Me In Mind”, che sembra esser stata sostituita da “Cherry Blossom”. L’eleganza di “Diana”, che precede il duetto con la nostra amata Janelle Monáe, è la ciliegina sulla torta di un album che, sicuramente, non ha nulla di nuovo o sensazionale da vantare, ma che racchiude per la terza volta la passione di un ascoltatore prima, e musicista poi.



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming