Schede di riferimento
Recensioni Musica

Lazarus Musical: la nostra recensione dello spettacolo di David Bowie

45

Michael C. Hall nella duplice interpretazione di Thomas Jerome Newton e David Bowie, ha dimostrato tutta la sua bravura.

Lazarus Musical: la nostra recensione dello spettacolo di David Bowie

Lo scorso 20 gennaio, nella terzultima replica prima della chiusura dei battenti al King's Theatre di Londra, sono finalmente andata a vedere Lazarus, il musical scritto, prima della morte, da David Bowie, insieme ad Enda Walsh, che prosegue il racconto della storia dell'alieno protagonista de L'Uomo Che Cadde Sulla Terra, il libro di Walter Tevis, portato al cinema proprio dal leggendario musicista nel 1976. Un progetto già di per sé interessante, reso ancora più avvincente da una scenografia basilare, ma straordinaria, basata su mapping e animazioni video, e dalla duplice interpretazione di Michael C. Hall (Dexter)che immedesimandosi nel personaggio di Thomas Jerome Newton, ha vestito i panni dello stesso Bowie, rimarcandone alla perfezione i gesti, la cadenza, l'accento e persino la voce, sia nella recitazione che nell'interpretazioni delle canzoni.

Mezz'ora prima dell'effettivo inizio dello spettacolo, quando le luci del teatro erano ancora accese per agevolare gli spettatori nella ricerca del proprio posto a sedere, Hall era già in scena con indosso un pigiama beige, in una confusa e forsennata ricerca di qualcosa all'interno della scenografia, all'apparenza composta solo da un letto sfatto sulla sinistra, un grande schermo al centro, un frigorifero sulla destra, e due grandi vetrate su tutta la lunghezza del palco, dietro le quali erano disposti i musicisti della band che di lì a poco avrebbero accompagnato le performance degli attori. Allo scoccare delle 19.50, Hall/Newton ha terminato la sua ricerca sdraiandosi al centro del palco e rimanendo in silenzio, mentre il pubblico continuava a chiacchierare e a sistemarsi, e dagli altoparlanti si sentivano le ultime comunicazioni prima dello spegnimento delle luci. Nel buio più totale, lo schermo si è illuminato, ha iniziato ad emettere i suoni distorti delle frequenze disturbate di un televisore senza segnale ed è iniziato così, ufficialmente, lo spettacolo. La sceneggiatura, folle come il protagonista, era ambientata diversi anni dopo la fine del racconto del film. Newton, rimasto solo e bloccato sulla Terra, passa le sue giornate bevendo, mangiando Twinkies e cercando di scacciare visioni e sogni confusi dalla sua mente. Viene assistito da una ragazza di nome Elly, che, affascinata dalla misteriosa storia e dalla pazzia di Newton, si è offerta di aiutarlo nelle faccende di casa nel tentativo di fuggire da un matrimonio in crisi e con la speranza di poter dare una scossa alla sua vita, anche sentimentalmente. Newton riceve prima la visita di un vecchio conoscente di nome Michael, che gli ricorda quanto tempo è passato dal suo arrivo sulla Terra, e poi di un'etera bambina senza nome, che gli offre il suo aiuto per fare finalmente ritorno sul suo pianeta. Il piano per la fuga viene però stravolto dall'arrivo di un inquietante assassino di nome Valentine e da un diffuso stato di alienazione mentale.

Oltre a Michael C. Hall, spiccavano le interpretazioni della sorprendente sedicenne Sophia Anne Caruso, con una voce a dir poco ipnotica, e del veterano del palcoscenico Michael Esper, che ha giocato con le ansie e l'interesse del pubblico, innalzando un'atmosfera spettrale ad ogni sua apparizione. Le canzoni di Bowie sono state riarrangiate con rispetto e precisione e non sempre inserite seguendo un filo logico, anzi a volte, come nel caso di "It's No Game", con l'evidente intenzione di disorientare lo spettatore. Al termine dello spettacolo, con un finale amaro ma intriso di speranza e arte, è apparso sullo schermo David Bowie, che ha salutato i presenti con un gesto di commiato, prima di tornare ancora una volta alle stelle, proprio come Newton. Lazarus è stato un sogno e a tratti un incubo ad occhi aperti, che si spera venga distribuito presto anche in dvd e blu-ray, per tutti coloro che non sono potuti andare a teatro. 



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming