Schede di riferimento
Recensioni Musica

Blur @ Postepay Rock In Roma, 29/07/2013

Quello di ieri sera non è stato un semplice concerto, ma una festa, un ritrovo tra vecchi amici per sapersi ancora vicini e capaci di divertirsi in un'ora e mezza che si ricorderà per sempre.


Quella di ieri sera è certamente la data che rimarrà impressa più di tutte, insieme a quella assoluta di Bruce Springsteen, di questa edizione 2013 del Postepay Rock In Roma.

Il carico emotivo di rivedere i Blur in terra italiana, con le due date di Milano e Roma, è arrivato ieri sera cotto a puntino dall'agitazione della rete e dei social dove da giorni- settimane- non si postava altro che loro video e canzoni, topic sulle memorie di quelli, come me, adolescenti e cresciuti con la loro musica.

Ciò a cui si è partecipato non è stato un semplice concerto, ma una festa, un ritrovo tra vecchi amici per sapersi ancora vicini e capaci di divertirsi in un'ora e mezza che si ricorderà per sempre. Quasi nulla è cambiato della scaletta di questo tour della reunion. Un'ora e mezza tiratissima in cui Damon Albarn, Graham Coxon, Alex James e Dave Rowntree sfoggiano la grandezza della loro discografia: diciotto pezzi eterogenei e con la forza individuale del singolo.

Rispetto allo show visto a Barcellona un paio di mesi fa, partito con la potenza di un missile e arrivato nello spazio, ieri sera a Capannelle il concerto si è scaldato solo dopo le prime canzoni, probabilmente a causa della voce non proprio in formissima di Damon.
Ma poco importa: vederli sul palco è energia pura, emozione pura, divertimento puro. La scaletta, come si diceva qualche riga sopra, è ben rodata e bilanciata come un'ottima sceneggiatura che sorregge un film: l'atmosfera è subito scaldata da Girls & Boys, passando per Popscene e There's No Other Way si arriva alla combinazione magica di Beetlebum, Out of Time, Trimm Trabb e Caramel entrando così in una parentesi intima e ipnotica dalla quale Graham Coxon ci recupera con Coffee & Tv.
Tender e To the End sfociano in Country House e Parklife, inni sempreverdi del britpop. End of the Century rientra nella scia di Tender fino all'immensa The Universal passando per Under the Westway, la loro ultima produzione, talemente bella che, insieme a questa reunion, stuzzica il desiderio (insano) che i Blur pubblichino un nuovo album. Sicuramente sarebbe un ottimo lavoro ma probabilmente non aggiungerebbe niente alla perfezione che hanno ora.

Il concerto si conclude con Song 2, una canzone che in molti userebbero in un altro momento del concerto o che, sbagliando, tirerebbero per qualche minuto in più: invece è giusto così. 2 minuti di totale, intensa, inebriante libertà.

Setlist:
Girls & Boys
Popscene
There's No Other Way
Beetlebum
Out of Time
Trimm Trabb
Caramel
Coffee & TV
Tender
To the End
Country House
Parklife
End of a Century
This Is a Low

Encore:
Under the Westway
For Tomorrow
The Universal
Song 2

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming