News Musica

Sanremo 2019: Tutto sul Festival

65

La nostra guida completa alla 69esima edizione del Festival di Sanremo, con tutto quello che c'è da sapere per arrivare preparati.

Sanremo 2019: Tutto sul Festival

Il vincitore di Sanremo 2019 è Mahmood con Soldi, Ultimo secondo, Il Volo terzo

A poche ore dall'inizio della 69esima edizione, è necessario riordinare tutte le informazioni accumulate fino ad ora sul Festival di Sanremo 2019, per arrivare preparati. In questo articolo, trovate tutto quello che c'è da sapere sulla kermesse, dalle date al programma serata per serata, dai cantanti in gara agli ospiti, fino alle curiosità storiche sull'evento mediatico più seguito d'Italia. 

Festival di Sanremo 2019: la guida completa

Le date di Sanremo 2019

Da Martedì 5 febbraio a Sabato 9 febbraio 2019, come sempre al Teatro Ariston di Sanremo. 

Dove e come seguire Sanremo 2019, in diretta TV, in Streaming Online, sui Social e via Radio 

Come sempre, il Festival sarà trasmesso in Eurovisione su Rai Uno a partire dalle ore 20.45 circa. Per chi volesse assistere alla kermesse dall'estero, è possibile vederla anche in streaming online su Raiplay. Sanremo 2019 sarà anche protagonista del palinsesto di Rai Radio 2, che anche quest’anno è la radio e la voce ufficiale del Festival. La prima serata sarà seguita all’interno del Teatro Ariston da Ema Stokholma, deejay tra le più conosciute della scena italiana, e Gino Castaldo, firma storica del giornalismo musicale. Si prosegue dopo la chiusura della diretta dall'Ariston con Pier Ferrantini e Carolina Di Domenico per l'appuntamento con Rock and Roll Circus, dalle 00.30 c.a. alle 1.30, in diretta da Casa SIAE. Sui social invece, è possibile seguire il Festival con l'hashtag #Sanremo2019.

I Presentatori di Sanremo 2019

La conduzione è stata affidata a Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele (ecco quanto si dice saranno pagati). “Per questa 69esima edizione, ci siamo concentrati sulla simmetria del numero 69 e abbiamo quindi pensato all’idea di sincronismo", ha spiegato Baglioni durante la prima conferenza stampa ufficiale. "Se l’anno scorso l’intenzione era di portare l’immaginazione al Festival, quest’anno sarà portare l’armonia, come risultato e percorso per sposare elementi lontani. Il logo del 69 richiama moltissimo il simbolo dello yin e yang, come avvicinamento degli opposti, e Il dittatore artistico diventa “dirottatore” artistico per portare Sanremo su altre strade con l’intenzione di riprendere da quella dell’anno passato, cercando di finire con un po’ di senso di responsabilità, affinché non sembri solo una botta di fortuna il successo della 68esima edizione”. 

“L’intenzione è fare gruppo", ha invece dichiarato Claudio Bisio. "Sia io che Virginia abbiamo voglia di fare cose insieme, inedite anche per noi. Per quanto riguarda i tributi, non c’è nulla di definito ancora, ma personalmente mi piacerebbe omaggiare Gaber e Jannacci”. “Ho sempre pensato che Claudio Bisio fosse un mostro, anche artisticamente”, ha ironizzato Virginia Raffaele, per poi anticipare: “Il Festival è talmente importante che noi cercheremo di colorare, ma saremo rispettosi nei confronti del concorso. Cercheremo di entrare a tempo tra le canzoni, ma anche in controtempo proprio per essere coerenti con questo discorso di armonia del Festival. Claudio è dotatissimo di autoironia e anche averci scelto è indice di autoironia”. 

I Cantanti in gara

I 24 cantanti in gara quest'anno sono Arisa, Loredana Bertè, BoomDaBash, Federica Carta e Shade, Simone Cristicchi, Nino D’Angelo e Livio Cori, Ex-Otago, Ghemon, Il Volo, Irama, Achille Lauro,Motta, Nek, Enrico Nigiotti, Negrita, Patty Pravo e Briga, Francesco Renga, Daniele Silvestri, Anna Tatangelo, Paola Turci, Ultimo e Zen Circus, con l'aggiunta di Mahmood ed Einar, che hanno vinto Sanremo Giovani 2018, il programma condotto da Fabio Rovazzi e Pippo Baudo a dicembre creato appositamente per le Nuove Proposte. Queste sono tutte le canzoni in gara di quest'anno:

Enrico Nigiotti - "Nonno Hollywood"
Nino D'Angelo e Livio Cori - "Un'altra luce"
Boomdabash - "Per un milione"
Francesco Renga - "Aspetto che torni"
Achille Lauro - "Rolls Royce"
Arisa - "Mi sento bene"
Daniele Silvestri - "Argento vivo" Ex Otago - "Solo una canzone"
Federica Carta e Shade - "Senza farlo apposta"
Patty Pravo con Briga - "Un poco nella vita"
Negrita - "I ragazzi stanno bene"
Paola Turci - "L'ultimo ostacolo"
Simone Cristicchi - "Abbi cura di me"
Zen Circus - "L'amore è una dittatura"
Anna Tatangelo - "Le nostre anime di notte"
Loredana Bertè - "Cosa ti aspetti da me"
Irama - "La ragazza col cuore di latta"
Ultimo - "I tuoi particolari"
Nek - "Mi farò trovare pronto"
Motta - "Dov'è l'Italia"
Il Volo - "Musica che resta"
Ghemon - "Rose viola"
Einar - "Parole Nuove"
Mahmood - "Soldi"

Tutti i testi delle canzoni in gara

Gli Ospiti di sanremo 2019 

Durante la prima serata vedremo sul palco dell'Ariston Andrea Bocelli e il figlio Matteo in un duetto sulle note del brano "Fall on me", tratto dall'ultimo album del celebre tenore, "Sì". Inoltre il tenore si esibirà con Baglioni in un duetto sulle note de "Il Mare Calmo della Sera", il pezzo con cui Bocelli vinse il Festival nel 1994. Oltre a loro, il 5 febbraio dovrebbe esserci anche Serena Rossi, la protagonista del biopic Io Sono Mia, in onda su Rai1 il 12 febbraio, che dovrebbe cantare nei panni di Mia Martini la canzone con cui la compianta interprete si esibì trent'anni fa proprio su quel palco: "Almeno tu nell'universo"; infine, nella serata di debutto si esibirà anche Giorgia, in occasione del 25esimo anniversario di “E Poi”, brano che segna l’esordio tra le Nuove Proposte al Festival di Sanremo 1994. Sappiamo per certo che rivedremo all'Ariston anche Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, che dovrebbero inscenare una sorta di passaggio di consegne con Claudio Bisio e Virginia Raffaele nel corso della prima serata, e saranno ospiti anche Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, i due conduttori di Sanremo Giovani 2019. Si sono poi aggiunt di recente Luciano Ligabue, che ritorna dopo la sua prima partecipazione nel 2014 per promuovere l'album "Start", in uscita l'8 marzo, e Riccardo Cocciante, che sarà ospite della seconda serata. Per la prima volta, si esibirà a Sanremo anche Alessandra Amoroso, che ha annunciato pubblicamente la sua presenza scrivendo su Instagram: "Ebbene sì, ce l'abbiamo fatta... nessuno ci avrebbe creduto eppure saremo lì, anzi SanRemo lì, come ho sempre sognato". Confermata anche Elisa, reduce dal successo di "Diari Aperti" e del singolo "Se Piovesse Il Tuo Nome". Torneranno anche Antonello Venditti, ben diciannove anni dopo la sua unica apparizione a Sanremo, per festeggiare i 40 anni dell'album "Sotto il segno dei pesci", e Marco Mengoni, a cinque anni di distanza dalla sua ultima partecipazione come ospite. 

Eros Ramazzotti e Luis Fonsi saranno tra i superospiti della serata finale di Sanremo 2019 e canteranno "Per le strade una canzone", l'ultimo singolo tratto dal quattordicesimo album del cantante nostrano, intitolato "Vita ce n'è". È sicura anche la partecipazione di Claudio Santamaria, che dovrebbe ricreare un'ideale 'quartetto cetra' insieme a Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele, Michele Riondino e Laura Chiatti, per la promozione di Un'Avventura in uscita il 14 febbraio, che dovrebbero cantare con Baglioni l'omonimo successo di Lucio Battisti; Pio e Amedeo, e quasi certa invece Simona Ventura, la quale secondo Dagospia potrebbe confermare la sua vociferata conduzione di The Voice, prevista per aprile.Tra i quotati ma non confermati, ci sono Laura Pausini e Biagio Antonacci, che hanno da poco annunciato un tour congiunto, Fedez e Chiara Ferragni. Secondo le ultime voci di corridoio, infine, Ariana Grande potrebbe essere il superospite internazionale di questa edizione, per promuovere il suo nuovo album "Thank U, Next" in uscita il prossimo 8 febbraio, ma la notizia non è ancora stata né confermata, né smentita. 

I Cantanti e gli ospiti della serata dei Duetti, venerdì 8 febbraio

Fabrizio Moro canterà con Ultimo

Ermal Meta con Simone Cristicchi

Brunori Sas con The Zen Circus

Manuel Agnelli con Daniele Silvestri

Beppe Fiorello con Paola Turci

Neri Marcorè con Nek

Paolo Jannacci e Massimo Ottoni con Enrico Nigiotti

Rocco Hunt e i Musici Cantori di Milano con BoomDaBash

Gué Pequeno con Mahmood

Irene Grandi con Loredana Bertè

Syria con Anna Tatangelo

Bungaro ed Eleonora Abbagnato con Francesco Renga

Enrico Ruggeri e Roy Paci con Negrita

Nada con Motta

Tony Hadley e le coreografie dei Kataklò con Arisa

Noemi con Irama

Giovanni Caccamo con Patty Pravo e Briga

Jack Savoretti con Ex-Otago

Morgan con Achille Lauro

Cristina D'Avena con Federica Carta e Shade

Sottotono con Nino D’Angelo e Livio Cori

Diodato e Calibro 35 con Ghemon

Biondo con Einar

Il violinista Alessandro Quarta con Il Volo

Il programma serata per serata

Prima Serata (martedì 5 febbraio 2019)

▪ I 24 Artisti interpreteranno le rispettive canzoni in gara, che verranno votate attraverso un sistema misto, composto dal pubblico, tramite Televoto, dalla giuria Demoscopica e dalla giuria della Sala Stampa. 

Seconda Serata (mercoledì 6 febbraio 2019)

▪ 12 artisti torneranno ad esibirsi sul palco dell'Ariston e verranno nuovamente votati attraverso il sistema misto di cui sopra. 

Terza Serata (giovedì 7 febbraio 2019)

▪ Gli altri 12 artisti interpreteranno le proprie canzoni, con votazione di cui sopra, e al termine della serata sarà stilata una classifica relativa a tutte le 24 canzoni/Artisti, risultante dalla media delle percentuali di voto da queste ottenute nel corso della Prima Serata e di quelle ottenute nel corso della Seconda Serata (per le prime 12) e della Terza Serata ( per le seconde 12).

Quarta Serata (venerdì 8 febbraio 2019)

▪ Sarà la serata dei duetti. Tutti i 24 Artisti torneranno ad esibirsi con le proprie canzoni in gara, eventualmente in versione rivisitata e/o con diverso arrangiamento musicale, ognuno insieme ad un artista Ospite.
Le votazioni in Serata avverranno con sistema misto, (i) del pubblico attraverso il Televoto, (ii) della giuria della Sala Stampa e (iii) della giuria degli Esperti.

La media tra le percentuali di voto ottenute in Serata e quelle ottenute nelle Serate precedenti determinerà una classifica delle 24 canzoni/Artisti.

Rai–Direzione Rai Uno si riserva la facoltà di assegnare un premio speciale all’interpretazione-esecuzione con artista Ospite più votata in Serata.

Quinta Serata – Serata Finale (sabato 9 febbraio 2019)

▪ Risentiremo nuovamente le 24 canzoni in gara e la votazione avverrà con la stessa formula della serata precedente. Al termine, la media tra le percentuali di voto ottenute in Serata e quelle ottenute nelle Serate precedenti determinerà una classifica delle 24 canzoni/Artisti, dopo di che le tre canzoni finaliste verranno riproposte attraverso esecuzione dal vivo o registrazione (RVM). Una nuova votazione, sempre con sistema misto, decreterà il vincitore assoluto di Sanremo 2019. ​

Come si vota? 

Come detto sopra, il regolamento di Sanremo 2019 prevede quattro diversi sistemi di votazione, ovvero: il televoto (sia da telefono fisso che da smartphone ai numeri indicati durante la diretta), la giuria della sala stampa (composta dai giornaisti accreditati della Sala Roof del Teatro Ariston), la giuria demoscopica (formata da un campione di 300 persone selezionate tra abituali fruitori di musica, che esprimeranno il proprio voto da casa attraverso un sistema elettronico), e la giuria degli Esperti (presieduta da Mauro Pagani e composta da Ferzan Ozpetek, Camila Raznovich, Claudia Pandolfi, Elena Sofia Ricci, Beppe Severgnini, Serena Dandini e Joe Bastianich). Il televoto varrà per il 40%, mentre la giuria demoscopica incideranno rispettivamente del 30% e del restante 30% nelle prime tre serate. Nella serata dei duetti, il Televoto inciderà del 50%, la sala stampa del 30% e la giuria degli esperti del 20%. ​

Chi conduce il DopoFestival e il PrimaFestival? 

Quest'anno, i commenti del DopoFestival saranno portati avanti da Rocco PapaleoAnna Foglietta e Melissa Greta Marchetto. Il PrimaFestival, invece, è iniziato il 25 gennaio con un'edizione flash in onda dalle 20.30 condotta da Simone Montedoro e Anna Ferzetti, che nei giorni della kermesse saranno in diretta dal red carpet del Teatro Ariston

La storia del Festival di Sanremo

Il 29 gennaio del 1951, la radio mandava in onda la prima edizione di quello che sarebbe poi diventato l'evento musicale più importante d'Italia: il Festival della Canzone Italiana, conosciuto ai più come Festival di Sanremo, dal nome della città in cui si svolge annualmente. L'idea di organizzare un festival musicale nella penisola fu di Angelo Nicola Amato, direttore delle manifestazioni e delle pubbliche relazioni del Casinò di Sanremo, e di Angelo Nizza, conduttore della famosa serie radiofonica I quattro moschettieri. I due si recarono al nord per proporre l'idea alla EIAR (l'Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche) e dopo aver avuto il permesso di realizzarla chiesero a Pier Bussetti, gestore del Casinò di Sanremo e a Giulio Razzi di compilare il regolamento del concorso. La prima edizione vide partecipare solo tre interpreti, ovvero Achille Togliani, il Duo Fasano e Nilla Pizzi, che cantarono tutte e venti le canzoni in gara. Quest'ultima vinse con "Grazie dei fior", tornando sul podio (come prima, seconda e terza classificata) anche l'anno successivo con "Una donna Prega", "Vola, colomba" e "Papaveri e Papere". Le ultime due canzoni spinsero altri interpreti a presentare brani esplicitamente politici, tra cui ricordiamo "Campanaro" sul tema dell'emigrazione, "Vecchio Scarpone" e "Casetta in Canadà". 

Nel 1955, per la prima volta, il festival fu trasmesso in TV da Raiuno, dando il via al Festival che conosciamo oggi, mentre dall'anno successivo fu indetto il primo concorso per Voci Nuove. La musica nostrana recuperò il suo splendore nel 1958, quando Domenico Modugno e Johnny Dorelli presentarono a Sanremo la canzone italiana ad oggi più conosciuta in tutto il mondo: "Nel Blu Dipinto di Blu". Negli anni '60 il Festival lanciò tantissimi altri cantanti, poi divenuti pilastri della canzone italiana: nel 1969 esordì nella kermesse Mina, che presentò "Non sei felice", in doppia esecuzione con Betty Curtis, e "È vero", in doppia esecuzione con Teddy Reno; l'anno seguente debuttarono Adriano Celentano e Little Tony con "24mila baci", Giorgio Gaber con "Benzina e cerini", Gino Paoli con "Un uomo vivo", Edoardo Vianello con "Che Freddo" e Jimmy Fontana con "Lady Luna"; nel '65 fu la volta di Bruno Lauzi, Iva Zanicchi e Ornella Vanoni, mentre nel 1967 esordirono tra gli altri I Giganti, Lucio Battisti, Dalida e Luigi Tenco. Proprio durante questa edizione, il cantautore si tolse la vita dopo che il suo brano "Ciao amore, ciao", presentato assieme alla compagna Dalida, fu eliminato dalla gara dopo la prima serata. Negli anni successivi debuttarono anche Sergio Endrigo, Piero Ciampi, Gianni Meccia e Umberto Bindi, poi entrati di diritto a far parte di quel gruppo di cantanti ricordati come i "Cantautori intellettuali", di cui facevano parte anche Gino Paoli, Luigi Tenco e Bruno Lauzi. Nel 1977 il festival iniziò ad essere trasmesso a colori e la sua sede si spostò dal Casinò al Teatro Aristondi Via Matteotti, sempre a Sanremo, dove si esibirono per la prima volta altri celebri cantanti italiani come Lucio Dalla e I Ricchi e Poveri. Negli anni ottanta, dopo un periodo di scarso interesse da parte del pubblico, più interessato a questioni politiche, il festival fu rilanciato con il ritorno in gara dei big della canzone italiana e l'avvento di nuovi interpreti di successo, tra cui Vasco Rossi, Zucchero, Loretta Goggi ed Eros Ramazzotti. Nel 1987 fu anche introdotto il sistema auditel, ancora oggi utilizzato per rilevare gli ascolti televisivi. Dagli anni '90 è stato ufficialmente abolito il playback ed è stata reintegrata l'orchestra ad accompagnare le esibizioni dei cantanti in gara e dal 2011 il Festival è tornato a fungere da selezione per il rappresentante dell'Italia all'Eurovision Song Contest. 

Tutti i vincitori del Festival di Sanremo dal 1951 al 2018

In attesa di scoprire il vincitore della 69esima edizione del Festival della Canzone Italiana, ripercorriamo la storia di Sanremo dal 1951 al 2018, vincitore per vincitore. 

1951 - Nilla Pizzi “Grazie dei fiori” 
1952 - Nilla Pizzi “Vola colomba” 
1953 - Carla BoniFlo Sandon’s “Viale d’autunno” 
1954 - Giorgio Consolini, Gino Latilla “Tutte le mamme” 
1955 - Claudio Villa, Tullio Pane, “Buongiorno tristezza“ 
1956 - Franca Raimondi “Aprite le finestre“ 
1957 - Claudio Villa, Nunzio Gallo “Corde della mia chitarra“ 
1958 - Domenico Modugno, Johnny Dorelli “Nel blu dipinto di blu“ 
1959 - Domenico Modugno, Johnny Dorelli “Piove (Ciao ciao bambina)“ 
1960 - Tony Dallara, Renato Rascel “Romantica“ 
1961 - Betty Curtis, Luciano Tajoli “Al di là“ 
1962 - Domenico Modugno, Claudio Villa “Addio… addio“ 
1963 - Tony Renis, Emilio Pericoli “Uno per tutte“ 
1964 - Gigliola Cinquetti, Patricia Carli “Non ho l’età (Per amarti)“ 
1965 - Bobby Solo, New Christy Minstrels “Se piangi se ridi“ 
1966 - Domenico Modugno, Gigliola Cinquetti “Dio come ti amo“ 
1967 - Claudio Villa, Iva Zanicchi “Non pensare a me“ 
1968 - Sergio Endrigo, Roberto Carlos Braga “Canzone per te“ 
1969 - Bobby Solo, Iva Zanicchi “Zingara“ 
1970 - Adriano Celentano, Claudia Mori “Chi non lavora non fa l’amore“ 
1971 - Nada, Nicola Di Bari “Il cuore è uno zingaro“ 
1972 - Nicola Di Bari “I giorni dell’arcobaleno“ 
1973 - Peppino Di Capri “Un grande amore e niente più“ 
1974 - Iva Zanicchi “Ciao cara come stai?“ 
1975 - Gilda “Ragazza del Sud“ 
1976 - Peppino Di Capri “Non lo faccio più“ 
1977 - Homo Sapiens “Bella da morire“ 
1978 - Matia Bazar “…e dirsi ciao!“ 
1979 - Mino Vergnaghi “Amare“ 
1980 - Toto Cutugno “Solo noi“ 
1981 - Alice “Per Elisa“ 
1982 - Riccardo Fogli “Storie di tutti i giorni“ 
1983 - Tiziana Rivale “Sarà quel che sarà“ 
1984 - Al Bano, Romina Power “Ci sarà“ 
1985 - Ricchi e Poveri “Se m’innamoro“ 
1986 - Eros Ramazzotti “Adesso tu“ 
1987 - Gianni Morandi, Enrico Ruggeri, Umberto Tozzi “Si può dare di più“ 
1988 - Massimo Ranieri “Perdere l’amore“ 
1989 - Anna Oxa, Fausto Leali “Ti lascerò“ 
1990 - Pooh “Uomini soli“ 
1991 - Riccardo Cocciante “Se stiamo insieme“ 
1992 - Luca Barbarossa “Portami a ballare“ 
1993 - Enrico Ruggeri “Mistero“ 
1994 - Aleandro Baldi “Passerà“ 
1995 - Giorgia “Come saprei“ 
1996 - Ron, Tosca “Vorrei incontrarti fra cent’anni“ 
1997 - Jalisse “Fiumi di parole“ 
1998 - Annalisa Minetti “Senza te o con te“ 
1999 - Anna Oxa “Senza pietà“ 
2000 - Avion Travel “Sentimento“ 
2001 - Elisa “Luce (Tramonti a nord est)“ 
2002 - Matia Bazar “Messaggio d’amore“ 
2003 - Alexia “Per dire di no“ 
2004 - Marco Masini “L’uomo volante“ 
2005 - Francesco Renga “Angelo“ 
2006 - Povia “Vorrei avere il becco“ 
2007 - Simone Cristicchi “Ti regalerò una rosa“ 
2008 - Giò Di Tonno, Lola Ponce “Colpo di fulmine“ 
2009 - Marco Carta “La forza mia" 
2010 - Valerio Scanu “Per tutte le volte che…“ 
2011 - Roberto Vecchioni “Chiamami ancora amore“ 
2012 - Emma “Non è l’inferno“ 
2013 - Marco Mengoni “L’Essenziale“ 
2014 - Arisa "Controvento" 
2015 - Il Volo "Grande Amore" 
2016 - Stadio "Un giorno mi dirai" 
2017 - Francesco Gabbani "Occidentali's Karma"
2018 - Ermal Meta e Fabrizio Moro "Non mi avete fatto niente"



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming