News Musica

Sanremo 2019: intervista a Enrico Nigiotti, in gara al Festival con "Nonno Hollywood"

14

Il cantante è alla sua prima partecipazione da Big e porta un brano dedicato a suo nonno, scomparso l'estate scorsa.

Sanremo 2019: intervista a Enrico Nigiotti, in gara al Festival con "Nonno Hollywood"

Domani sera, Enrico Nigiotti salirà per la prima volta sul palco dell’Ariston tra i Big del Festival di Sanremo 2019, dopo aver partecipato a Sanremo Giovani diversi anni fa e come ospite lo scorso anno. Per chi non lo conoscesse, Nigiotti è un talentuoso cantautore che ha iniziato a farsi conoscere prima ad Amici di Maria De Filippi e poi a X Factor, nello stesso anno dei Maneskin. Il brano che porta a Sanremo 2019 si intitola “Nonno Hollywood” ed è un racconto toccante e personale del suo rapporto con il nonno, purtroppo scomparso quest’estate. In attesa di ascoltarlo, ci siamo fatti una chiacchierata con lui e gli abbiamo chiesto qualcosa in più sulla sua canzone, che nelle scorse ore è stata anche insignita del Premio Lunezia per il miglior testo.  

- Come stai e come sono andate le prove?

Sono sempre in viaggio ormai, la chitarra è diventata una macchina (ride). Sto bene, le prove sono andate bene, alla fine le ho fatte nel giro di due giorni. Sono molto contento di come sono venute e non mi hanno lasciato nessuna paranoia, per cui bene così!

- Come ti senti a tornare sul palco dell’Ariston da Big?

Sono felice e pieno di orgoglio, non solo perché sono a Sanremo, ma perché porto un pezzo che per me è molto importante. Non potevo volere di più, il regalo più grande è stato questo.

- Quando hai scritto “Nonno Hollywood”?

L’ho scritta ad agosto. In realtà avevo scelto un altro pezzo per presentarmi a Sanremo, che si chiama “Bomba dopo Bomba”, però poi purtroppo è successo quello che è successo e ho scritto questa canzone la sera che è morto nonno, è capitata così. È molto importante, ma allo stesso tempo è una canzone che non avrei mai voluto scrivere. Mio nonno è morto la sera prima che io partissi per andare in Veneto per una cosa di lavoro, per cui quando sono arrivato lì, invece di andare in giro per feste e incontri vari, sono rimasto chiuso in stanza, per stare solo e pensare ad altro. Ho preso la chitarra ed è venuto automatico scrivere di nonno. Baglioni poi ha ascoltato il mio provino e credo di essere stato l’unico a registrare un provino con chitarra e voce, perché non avevo modo di farlo diversamente.

- “Hollywood” era il soprannome di tuo nonno?

Sì, esatto. Quando non guadagnavo di musica, lavoravo con lui in campagna e lui nei lunghi viaggi che abbiamo fatto insieme mi ha raccontato che i suoi amici, quando andavano a ballare nei locali e nelle balere negli anni ’70, siccome lui era sempre il più elegante ed era un bell’uomo, lo avevano soprannominato Hollywood. Poi non so se questa cosa è realmente accaduta o se è solo una sua storia, però mi ha sempre fatto molto ridere.

- Perché hai scelto Paolo Jannacci per il duetto?

Perché non volevo cantare con nessun altro, volevo che il duetto desse più valore alla canzone e che la vestisse in maniera diversa. Paolo è un grandissimo musicista e con lui abbiamo creato una versione ancora più intima per piano, voce e orchestra e così sarà la sera dei duetti.  

- Quando vi siete conosciuti?

Quindici giorni fa, quando ho scelto di fare il duetto con lui. Ci siamo trovati una sera a Milano, che io ero andato a fare una conferenza e ci siamo conosciuti così: “Ciao”, “Ciao”, “Piacere”, “Piacere! Andiamo a casa mia a suonare”.  

- Giustamente, tra musicisti professionisti la confidenza è immediata!
Sì esatto, si rompe il ghiaccio così!

- Cenerentola e altre storie conterrà anche un inedito dedicato ad Alda Merini. Quando l’hai scritta e quale opera in particolare ti ha fatto legare artisticamente a lei?

È un pezzo che ho scritto di getto un paio di mesi fa. Alda Merini l’ho conosciuta a livello letterario una decina di anni fa, che avevo vent’anni, nello stesso periodo in cui iniziai a leggere Bukowski. Mi ricordo che lessi qualche suo aforisma e mi arrivò talmente tanto che cominciai a documentarmi, lessi la sua biografia e logicamente, come sempre quando si trovano delle tempeste nella vita di un artista, sono rimasto affascinato. Cominciai non solo a leggere, ma anche a guardare le interviste, e rimasi colpito sia dal personaggio che dalle sue movenze, ad esempio da come prendeva la sigaretta e sporcava il filtro bianco con il rossetto. La cosa che mi ha sempre fatto molto effetto è che ogni volta che la ascoltavo parlare mi dava un senso di angoscia, di malessere. Succede quando una persona mostra quelle emozioni lì, per cui ho voluto dedicare questa canzone più al suo mood e alla sua poesia, che ad Alda Merini. È una dedica al suo genio.

- Quando tornerai in studio di registrazione?

Quest’anno inizia con la riedizione del disco e poi c’è il tour, quindi non credo prima dell’estate. Però ovviamente scrivo sempre e registro nella mia salettina di casa tutte le idee che mi vengono, sono sempre all’opera!

- Qual è la canzone di Sanremo a cui sei più legato, quella che ti viene in mente subito appena pensi al Festival?

“Ciao amore, ciao” di Luigi Tenco, l’ultima che ha cantato. Conobbi il cantautorato tramite le sue canzoni per cui sono molto legato a lui.

- Bene, allora in bocca al lupo e non vediamo l’ora di sentire la canzone!

Crepi il lupo e grazie!

Qui il testo della canzone:

Nonno Hollywood
di E. Nigiotti
Ed. Sony/ATV Music Publishing (Italy) Publishing (Italy)/
Movimento di Maffina Adelina & c. – Milano
 

Certe cose fanno male 
Mica le puoi trattenere 
Non c’è modo di cambiare quello che non ti va bene 
Dicono che con il tempo tutto quanto passa... ma quand’è che passa!?
Perché non mi passa...
E ricordo proprio adesso ogni volta che ridevi, 
Ogni volta che per strada ti fermavi e litigavi con la gente che agli incroci ti suonava il clacson...
Nonno mi hai lasciato dentro ad un mondo a pile
Centri commerciali al posto del cortile 
Una generazione con nuovi discorsi 
Si parla più l’inglese che i dialetti nostri 
Mi mancano i tuoi fischi mentre stai a pisciare 
Mi manca la Livorno che sai raccontare 
Stasera chiudo gli occhi ma non dormirò... non dormirò… non dormirò 
Stasera chiudo gli occhi ma non dormirò… non dormirò... non lo so 
Quanto è bella la campagna e quanto è bello bere vino 
Quante donne abbiam guardato abbassando il finestrino 
La ricchezza sta nel semplice... semplice...
Nel semplice sorridere in un giorno che non vale niente 
Sembra un po’ il secondo tempo 
Di una finale da scordare 
Come un taxi alla stazione che non riesci a prenotare 
Siamo ostaggi di una rete che non prende pesci... ma prende noi 
Nonno sogno sempre prima di dormire 
Cerco di trovare un modo per capire 
Corriamo tra i sorrisi dei colletti «giusti»
Ma se cadiamo a terra poi son cazzi nostri 
La vita adesso è un ponte che ci può crollare 
La vita è un nuovo idolo da scaricare 
Stasera chiudo gli occhi ma non dormirò... non dormirò... non dormirò 
Stasera chiudo gli occhi ma non dormirò... Non lo so
E quindi...
Mi tengo stretto addosso i tuoi consigli 
Perché lo sai che qua non è mai facile 
Per chi fa muso contro, ancora 
E quindi
Per ogni volta che vorrò sentirti
Chiuderò gli occhi su questa realtà 
Nonno mi hai lasciato dentro ad un mondo a pile
Una generazione che non so sentire 
Ma in fondo siamo storie con mille dettagli 
Fragili e bellissimi tra i nostri sbagli 
Mi mancano i tuoi fischi mentre stai a pisciare 
Mi manca la Livorno che sai raccontare 
Stasera chiudo gli occhi ma non dormirò... non dormirò... non dormirò 
Stasera chiudo gli occhi ma non dormirò... non dormirò... non dormirò 
Stasera chiudo gli occhi ma non dormirò... non dormirò… non lo so 

Continuate a seguire con noi tutte le ultime notizie su Sanremo

(Foto di Daniele Barraco)



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming