Sanremo 2019: il dibattito tra Claudio Baglioni, la Rai e Matteo Salvini giunge a una tregua

- Google+
2
Sanremo 2019: il dibattito tra Claudio Baglioni, la Rai e Matteo Salvini giunge a una tregua

Pensava fosse lecito esprimere semplicemente la propria opinione, come gli era stato richiesto, e invece Claudio Baglioni, commentando l'attuale emergenza migranti durante la conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo 2019, si è trovato al centro di una polemica politica. 

Come vi avevamo riportato nel riassunto dell'incontro con i giornalisti, in cui sono stati ufficialmente presentati i due co-conduttori della 69esima edizione, Virginia Raffaele e Claudio Bisio, al "dirottatore" artistico è stato chiesto di commentare l'operato di Salvini dal suo punto di vista di organizzatore decennale della O’Scià, una manifestazione di Lampedusa nata per sensibilizzare il pubblico sul tema della migrazione.

“In questo periodo, il nostro Paese è terribilmente incattivito e rancoroso, guardiamo con sospetto anche la nostra ombra", aveva risposto il cantautore romano: "Credo che le misure di questo governo, come dei governi precedenti, non siano all’altezza della situazione. A noi interessa creare un senso armonicoperché il Paese è terribilmente disarmonico, confuso, cieco quasi, sulla direzione da prendere, e ci attacchiamo un po’ a quest’idea della leggerezza e del divertimento e del correrci incontro”.

“Gli artisti hanno questo straordinario regalo dalla sorte di poter essere i trombettieri di qualche buona battaglia”, aveva poi aggiunto: “Non si può pensare di risolvere questa situazione evitando lo sbarco di un gruppo di persone: siamo un po’ alla farsa. Quest’anno è anche l’anniversario della caduta del Muro di Berlino, di quel momento in cui, improvvisamente, tutto il mondo è stato felice perché era stata abbattuta una barriera. Non credo che i muri facciano la felicità degli esseri umani”.   

Le sue dichiarazioni non sono piaciute al Ministro dell'Interno, che ha commentato su Twitter: "Baglioni? Canta che ti passa, lascia che di sicurezza, immigrazione e terrorismo si occupi chi ha il diritto e il dovere di farlo". Con lui, a quanto pare si è schierata anche la nuova direttrice di Rai Uno, Teresa De Santis, la quale al termine della conferenza, secondo il quotidiano La Stampa, avrebbe detto semplicemente: "Mai più Baglioni all'Ariston, se ci sarò io".  

In una lettera affidata a Dagospia, la direttrice ha poi aggiustato il tiro, senza però risultare meno piccata: "Sono solo canzonette, o almeno dovrebbero esserlo, una settimana di grande cerimonia di svago e spettacolo nazionale", ha scritto: "Invece, e non solo per responsabilità di Claudio Baglioni, sono state trasformate nel solito comizio. Dal momento della mia nomina a direttore di Rai1 ho scelto di lavorare in silenzio, perché è già un lavoro difficile, già ci sono arrivata a campionato inoltrato e scelte fatte da altri secondo le ferree regole dei palinsesti. Perdere tempo a chiacchierare, secondo il mio modo di vivere e pensare, non dimostra serietà. A quanto pare è impossibile, nel clima avvelenato del nostro Paese, e la vicenda della conferenza stampa di Sanremo lo dimostra".

"Quello che penso", ha concluso, "lo dirò al momento opportuno. Per il momento mi preme ricordare che Rai1 si chiama rete ammiraglia perché è la rete più importante e produttiva dell'azienda, guai ad attaccarla senza sapere che ci rimette l'intera Rai". 

L'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, ha quindi deciso di intervenire con una breve nota pubblicata sui social di viale Mazzini: "Il Festival di Sanremo è patrimonio degli italiani. Il mio compito, e quello di tutta la Rai, è garantirne la qualità e il successo. Grazie al prezioso contributo di tutte le nostre professionalità, stiamo lavorando per far sì che il direttore artistico, in un clima di piena collaborazione, possa realizzare, insieme a Rai1, un festival in linea con le aspettative del grande appuntamento che unisce il Paese". 

Insomma, Sanremo 2019 non è ancora iniziato, e già è al centro dell'attenzione dei media, sebbene non per il concorso che dovrebbe rappresentare. Per parlare di frivolezze e ascoltare nuove canzoni, aspettiamo le puntate che andranno in onda dal 5 al 9 febbraio e nel frattempo vi invitiamo a continuare a seguire con noi tutte le ultime notizie su Sanremo



Federica Carlino
  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento