Sanremo 2018: Le Vibrazioni in gara al Festival con Così sbagliato, testo e descrizione

-
15
Sanremo 2018: Le Vibrazioni in gara al Festival con Così sbagliato, testo e descrizione

A tredici anni di distanza dalla loro prima esibizione sul palco del teatro Ariston con "Ovunque Andrò", Le Vibrazioni, la band di Francesco Sarcina fresca di reunion, tornano al Festival di Sanremo con un brano dal titolo "Così sbagliato". La canzone, di cui potete leggere il testo di seguito, è stata descritta dalla band come: "una confessione e un mettersi a nudo rivelando i propri difetti e accettando la propria fallibilità. Racconta di come nei rapporti, a volte, il maggior ostacolo siamo noi stessi: le nostre paure e le nostre insicurezze, insieme ai nostri difetti, sono più difficili da superare rispetto a molti dei problemi esterni che affrontiamo quotidianamente. Ed è dall’essere sbagliato che dovrebbe partire l’accettazione dell’amore per se stessi e per gli altri". 

Il brano anticipa l'uscita dell'album V, in arrivo il 9 febbraio e distribuito da Artist First. "Dopo 5 anni ci siamo scongelati", ha spiegato Francesco Sarcina a Adnkronos: "Il sogno ricomincia dal concerto di Palermo quando abbiamo sentito la gente cantare a squarciagola 'Vieni da me'. È stata una grande emozione". Poi la voglia di tornare a suonare e scrivere nuove canzoni. "Siamo arrivati in studio con un bagaglio sonoro più focalizzato. Il suono in questo lavoro è ricercato, avevamo le idee precise. Il rock in Italia c'è, ma spesso si ha paura di far sentire la chitarra. Noi questa paura non l'abbiamo mai avuta" prosegue il frontman".

Venerdì sera, 9 febbraio, Le Vibrazioni si esibiranno in duetto con Skin, cantante degli Skunk Anansie ed ex giudice di X Factor: "Nasce tutto dal desiderio di unire la mia voce con quella di una donna", ha aggiunto Sarcina: "Io già l'avevo conosciuta, è una persona sincera e diretta. Non canterà soltanto, ci metterà del suo".

Così sbagliato
di A. Bonomo – L. Chiaravalli – F. Sarcina – D. Simonetta
Ed. Music Union/Edizioni Curci/Eclectic Music Group/L’Equilibrista – Milano

L’alba che scopre il mio viso
Sono sveglio e mi vesto nel posto
Sbagliato
Così sbagliato
Scusa mi sono distratto
Ti ho lasciato da sola al momento
Sbagliato
Forse ho sbagliato
I taxi delle sei
Panchine vuote
E la mia barba dentro le vetrine
Ma tu che colpa hai
Se sono io
Sbagliato sbagliato sbagliato
Portami a casa
Salvami ancora
Da queste mani fredde e viola
Riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
I miei castelli di carta
I miei occhi da pugile al bordo
Sbagliato
Così sbagliato
E la mia abilità di farmi male
Quando mi sento figlio e sono un padre
E tu mi dici che
Non è così sbagliato sbagliato sbagliato
Portami a casa
Salvami ancora
da queste mani fredde e viola
Riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
Sbagliato sbagliato sbagliato
Nel mio vestito vuoto vicino a te
E tu mi raccogli comunque
In mezzo ai vetri e puoi farmi credere
Che sia perfetto anche così
Che mi ami anche così
Sbagliato
Portami a casa
E tu riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
Così sbagliato

Oltre a loro, ricordiamo che gli altri artisti scelti da Claudio Baglioni per ricoprire il ruolo dei 20 Big della 68esima edizione ed esibirsi dal 6 al 10 febbraio 2018 al Teatro Ariston, sono Noemi, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Nina Zilli, The Kolors, Diodato con Roy Paci, Mario Biondi, Luca Barbarossa, Lo Stato Sociale, Annalisa, Giovanni Caccamo, Enzo Avitabile con Peppe Servillo, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Renzo Rubino, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Ron, Max Gazzè, i Decibel, Red Canzian ed Elio e le Storie Tese. 

LEGGI ANCHE: Sanremo 2018: una guida completa al Festival

Segui con noi tutte le ultime notizie su Sanremo.



Federica Carlino
  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Lascia un Commento
Lascia un Commento