News Musica

Roger Waters: Us + Them presentato oggi a Venezia

10

Il fondatore dei Pink Floyd porta sul grande schermo la storia di US + THEM dal vivo, dal 7 al 9 Ottobre al cinema.

Roger Waters: Us + Them presentato oggi a Venezia

Roger Waters, fondatore e forza creativa dei Pink Floyd, porta sul grande schermo la storia di US + THEM dal vivo. Con la regia di Sean Evans e Roger Waters, il film include brani tratti dagli album leggendari di Waters con i Pink Floyd e dal suo ultimo lavoro da solista, Is This The Life We Really Want?. Waters, assieme ai suoi compagni musicisti e ai suoi collaboratori creativi, porta lo spettatore in un viaggio emozionante e ricco di spunti di riflessione.

Girato ad Amsterdam nel 2017 durante US + THEM, tour mondiale di grande successo di Waters del 2017-2018 che ha segnato il tutto esaurito, il film ROGER WATERS US + THEM crea una connessione viscerale con il pubblico, dando la percezione corporea di essere presenti e partecipare allo spettacolo in un modo che nemmeno il miglior posto a sedere o un pass per il backstage potrebbero offrire. Waters porta lo spettatore in un mondo distopico, un mondo che aveva presagito quando nel 1977 ha scritto per i Pink Floyd l’album Animals. A distanza di quarant’anni, le previsioni di Waters sono diventate la realtà di oggi: guerra, senso di perdita, alienazione, sofferenza.

In ROGER WATERS US + THEM Waters viene immortalato sul palco mentre esegue brani tratti da diversi suoi album con i Pink Floyd, The Dark Side of the Moon, Wish You Were Here, The Wall e Animals, nonché dal suo ultimo album da solista, Is This The Life We Really Want?. Assieme a Evans, direttore creativo del tour, ha usato le più innovative tecnologie audio digitali disponibili per realizzare una produzione monumentale, uno spettacolo all’avanguardia che racchiude esperienze visive, sonore e sensoriali mai viste prima. Il film racconta la storia di una madre e della figlia e il loro viaggio verso un mondo più sicuro. Sconcertando i sensi emotivi del pubblico dall’inizio alla fine, ROGER WATERS US + THEM sfida e coinvolge il pubblico grazie alla potenza della sua musica e del suo messaggio su diritti umani, libertà e amore.

La Produzione

Il 16 ottobre 2016 a Palm Springs Roger Waters ha chiuso con grande successo i concerti del Festival di Desert Trip che, nell’arco di due fine settimana, ha visto la partecipazione di artisti quali i Rolling Stones, Bob Dylan, Neil Young, Paul McCartney e gli Who. La settimana successiva Waters ha annunciato che sarebbe tornato in Nord America nel 2017, affermando: "Porteremo in tour un nuovo spettacolo, il cui contenuto resta “top secret”. Sarà una commistione di materiale raccolto durante la mia lunga carriera, brani scelti dagli anni con i Pink Floyd e alcuni brani nuovi. Ci sarà un tema generale a fare da fil rouge e vi prometto che lo spettacolo sarà fantastico, spettacolare come tutti i miei concerti". Questo tour sarebbe diventato US + THEM.

Le leggendarie esibizioni dal vivo di Roger Waters sono rinomate per essere esperienze sensoriali coinvolgenti, con una produzione audiovisiva all'avanguardia e un suono quadrifonico straordinario. Il suo nuovo tour non avrebbe fatto eccezione. Dopo mesi di meticolosa pianificazione, ricerca e sviluppo, lo spettacolo è arrivato a superare tutto quanto raggiunto in precedenza, coinvolgendo le folle, creando un’esperienza audiovisiva potente e diffondendo un messaggio improntato su diritti umani, libertà e amore.

La produzione su larga scala prevedeva un palcoscenico largo 26,6 metri e uno schermo LED di 28,5 metri di larghezza e 12 metri di altezza. All'inizio del secondo tempo, tra sirene e luci lampeggianti, la sala veniva divisa al centro da una gigantesca rete metallica fatta calare dal tetto, mentre dalla stessa si alzavano grandi camini alti 5 metri. Contemporaneamente, apparivano 16 schermi in movimento, rivelando un'enorme riproduzione della famosa Centrale Elettrica di Battersea, edificio reso iconico dalla copertina di “Animals”, album dei Pink Floyd del 1977, progettata da Roger Waters. L’emozione continua dello spettacolo era poi assicurata da una piramide laser con prisma dai colori dell’arcobaleno che si materializzava durante “Brain Damage” ed “Eclipse”, i brani di chiusura concerto, mentre i laser tagliavano il "cielo notturno" della sala.

Il tour ha aperto il 26 maggio 2017 a Kansas City, nel Missouri, e ha toccato Stati Uniti, Canada, Nuova Zelanda, Australia, Europa dell’Ovest e dell’Est nonché Russia e America Latina, per concludersi il 9 dicembre 2018 a Monterrey, in Messico, dopo un totale di 156 concerti in 20 mesi davanti a un pubblico di 2,3 milioni di spettatori in tutto il mondo.

Dati tecnici relativi alla produzione del concerto

  • Palco – 26,6 metri (87’) di larghezza x 10,4 metri (34’) di profondità

  • Schermo LED – 28,5 metri (94’) di larghezza x 12 metri (40’) di altezza

  • 16 x Schermi avvolgibili sopra il pubblico

    • Ogni schermo: 5,6 metri (18’6”) di larghezza x fino a un’altezza massima di 11 metri (36’)

    • Dimensioni dello schermo totale quando è utilizzato ogni singolo schermo: 46,4 metri (152’) di

    • larghezza x 11 metri (36’) di altezza per ogni lato (lo schermo è sui due lati!)

  • Gli schermi sembrano fluttuare sopra il pubblico e possono essere completamente nascosti quando non in uso

  • 4 x camini di Battersea fatti su misura x 4,8 metri (16’) di altezza sopra il pubblico, assieme agli schermi avvolgibili per creare la proiezione della Centrale Elettrica di Battersea fluttuante sopra al pubblico

  • Maiale gonfiabile ad aria fredda – lungo 2.750 mm (9’), alto 1.380 mm (4’ 6”) e largo 1.050 mm (3’)

  • Nave spaziale a forma di maiale, gonfiata ad elio – 6.100 mm (20’) di lunghezza x 3.300 mm (11’) di altezza x 2.600 mm (8’6”) di larghezza

  • Nave spaziale Orb cromata e gonfiata ad elio con telecamera a bordo – 3.050 mm (10’) di diametro

  • 28 x laser RGB per creare l’effetto prisma

  • 20 x lancia-coriandoli

  • 20 x proiettori laser 30K per gli schermi avvolgibili e la proiezione dei camini

  • Sistema audio compreso surround sound – 128 casse acustiche

  • Sistema luci – 141 apparecchi di illuminazione

  • 30 camion di attrezzature per la produzione

  • Durata montaggio – 10 ore

  • Durata smontaggio – 2,5 ore

Dati tecnici relativi alla produzione del film

La lavorazione di ROGER WATERS US + THEM ha avuto inizio il 18 giugno 2018, con le riprese di tre serate ad Amsterdam, in Olanda. Diretti da Sean Evans e Roger Waters con Brett Turnbull, collaboratore di lunga data e direttore della fotografia, prodotti da Clare Spencer con una troupe cinematografica composta da 130 persone, gli spettacoli sono stati girati in gli spettacoli sono stati girati in 8K macchine da presa RED ad altissima risoluzione. Alcuni degli elementi narrativi e delle immagini dei concerti sono stati girati in Inghilterra utilizzando macchine da presa Panavision DXL 8K. Il film è stato montato da Katie McQuerrey, alla sua seconda collaborazione con Waters, dopo “Roger Waters The Wall” nel 2014. La musica è stata mixata da Nigel Godrich e Sam Petts-Davies. La post-produzione audio è stata realizzata presso i Pinewood Studios, all’interno del Powell Theatre, equipaggiato con sistema Dolby Atmos, e mixato da Adam Scrivener. Il film, distribuito nel formato 4K, è disponibile con audio Dolby Atmos, 7.1 e 5.1.

Il film ROGER WATERS US + THEM sarà presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia il 6 settembre 2019. Subito dopo la proiezione, Roger Waters parlerà del film con il direttore del Centro Nobel per la Pace, Liv Tørres. Il film sarà distribuito da Sony Music Film & TV e uscirà nelle sale in tutto il mondo con Trafalgar Releasing.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming