Parranda Groove Factory: il video di Lu Bene Mio in anteprima esclusiva

-
434
Parranda Groove Factory: il video di Lu Bene Mio in anteprima esclusiva

Vi presentiamo oggi in anteprima esclusiva il video ufficiale di "Lu Bene Mio", brano estratto da "Nothing But The Rhythm", l'album di debutto dei Parranda Groove Factory, il poliedrico gruppo nato nel 2011 dall'incontro tra i percussionisti Guido Gioioso e Dario Firuzabadì tra i ranghi dell'orchestra di percussioni afrobrasiliane Bandão, a cui poi si sono aggiunti Tobia Ciaglia (basso e synth), Vera Claps (voce, ganzà), Dario Tarasco (tamborim, agogo), Simone Nati (timbau), Chendra Giotti (surdo centrador), Dario Turco (surdo basso), Fabrizio Randazzo (surdo alto) e Federico Giuliani (surdo alto), dando così vita ad uno spettacolare mix tra una bateria di samba in miniatura con sonorità dub, reggae, house ed elettroniche.

Diretto da Marco Pirrello, già regista delle precedenti opere visive del gruppo ("Los Parranderos" e "Menomalenonsonormale"), il videoclip è stato girato a Tricarico (MT) e racconta la storia di due amici d'infanzia, che dopo essere cresciuti in due contesti completamente differenti, uno tra le forze armate e l'altra in un gruppo di rivoluzionari, si incontrano di nuovo scoprendosi votati ognuno alla propria causa, per poi tornare a riconoscersi grazie a dei gesti che facevano da bambini, mentre la battaglia infuria attorno a loro. "Abbiamo voluto rileggere “Lu bene mio” di Matteo Salvatore vestendo di toni scuri la sua musica, e reinterpretando con colori acidi la storia raccontata nel testo", ci spiega il gruppo: "Quella di un amore che sfida i condizionamenti sociali, trasposta in questi tempi di generale inasprimento tra fazioni contrapposte, è diventata la storia di due persone che decidono di dare più importanza agli occhi che alle bandiere". 

"Lu Bene Mio" è infatti la reinterpretazione firmata Parranda di un brano del celebre compositore di musica popolare, scomparso nel 2005, Matteo Salvatore, e già rivisitato in passato da Teresa De Sio e Vinicio Capossela. La rielaborazione del gruppo poggia su una ritmica simile alla R&B, che è in realtà una destrutturazione del Maracatu Nação, ritmo popolare tipico del Pernambuco, nord-est del Brasile, che viene progressivamente ricostruito ad ogni strofa, fino ad esplodere sul finale del brano, mentre basso e synth accompagnano la voce di Vera Claps. 

Ma basta chiacchiere: buona visione e buon ascolto.


Iscriviti alla nostra newsletter:

Lascia un Commento
Lascia un Commento