News Musica

Marti: il doppio visual di Vicious Game in anteprima esclusiva

362

Due video per due versioni remix diverse della stessa canzone, rispettivamente firmate da Matteo Cantaluppi e Uncle Dog.

Marti: il doppio visual di Vicious Game in anteprima esclusiva

Una canzone può assumere una forma e un'intenzione diversa, a seconda delle suggestioni che trasmette al musicista che la ascolta. È questo il caso di "Vicious Game", il brano firmato da Andrea Bruschi per il terzo album dei suoi Marti, "King of the minibar", che è stato remixato in due diverse versioni da Matteo Cantaluppi e Uncle Dog (Filippo Nardi). Oggi vi mostriamo in anteprima esclusiva i due rispettivi visual diretti da Erika Errante

Si tratta di due video pensati per essere visti in successione, ambientati in due posti metafisici come una foresta sospesa nel tempo ("Obscene Honeymoon") e un museo di storia naturale con creature meravigliose ("I've Paid My Dues"). 

"Quando ho ascoltato la versione originale di 'Vicious Game', un mid tempo alla Roxy Music, per qualche motivo mi sono subito sentito dentro un film con le musiche di Angelo Badalamenti, fatto di pad statici e chitarre con il tremolo", ha spiegato Matteo Cantaluppi presentando il suo "Obscene Honeymoon: "Una sorta di visione, che mi ha permesso di avere un flusso creativo immediato, rapido. Il cinema ha una parte fondamentale nella storia dei Marti, e ho cercato di costruire la colonna sonora perfetta per la storia di questo brano, con tocchi di campane, nacchere, rumori di vinile e ovviamente un'orchestra sinfonica che culla la voce di Andrea.”

"Ispirato dal grandioso Brian Eno e dai Roxy Music", ha invece commentato Uncle Dog, "ho voluto dare un po’ di cassa a questo pezzo che già mi piaceva tanto, arrangiando tutte le parti in chiave moderna ma sempre rispettando il mood retro e la meravigliosa melodia vocale del mio amico Andrea.” 

"In un Hotel a Berlino di sole dieci stanze, la stanza numero 4 è abitata da un poeta italo americano (immaginatevi Gregory Corso) che dopo avere fatto il giro dei bar chiede ogni sera alla parete il significato dell’esistenza e degli affetti. La canzone racconta di questo", ci ha spiegato Bruschi. "Vivere e farsi domande è un Vicious game, un gioco spietato a volte. Ma la vita non è un fiume tranquillo, si spia nella casa dell’amore e spesso le luci sono spente, ma dopo tanto cammino al buio ci meritiamo una lenta immersione nel mare dell’amore."

"Ho abbracciato da subito quest’operazione di dare un volto alle due rivisitazioni diversissime del medesimo brano dei Marti", ha aggiunto la regista Erika Errante. "Volevo che ci fosse una cornice cinematografica e una continuità non soltanto narrativa e sono stati proprio gli arrangiamenti a fornire la chiave di lettura, che guida il protagonista (Andrea Bruschi) in una sorta di loop che connette un video all’altro. Lavorare con un attore professionista come Andrea mi ha permesso di focalizzarmi maggiormente sul lato cinematografico, interpretando i video come due trailer di uno stesso film mai realizzato."



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming