Alicia Keys, Rihanna, Bono e Beyonce in una video campagna contro il razzismo

-
8
Alicia Keys, Rihanna, Bono e Beyonce in una video campagna contro il razzismo

Alicia Keys, la sua organizzazione We Are Here e il sito Mic (www.mic.com), di proprietà di Jamilah King, hanno chiesto a Beyoncé, Rihanna, Jennifer Hudson, Adam Levine, Bono, Lenny e Zoe Kravitz, Queen Latifah, Pink, Janelle Monae e tantissimi altri artisti musicali e attori di prendere parte ad un video intitolato "23 modi in cui potresti essere ucciso se sei nero in America".

La clip ha lo scopo di spronare gli spettatori a fare qualcosa per porre fine ai continui episodi di razzismo negli Stati Uniti, la cui ultima vittima è stata Philando Castile, un 32enne ucciso lo scorso 6 luglio da un poliziotto, che lo aveva fermato per un semplice controllo. L'omicidio, ripreso dalla ragazza di Castile, è stata la causa della strage di agenti di polizia avvenuta nel centro di Dallas, in Texas, durante una manifestazione contro il razzismo, per mano di un gruppo di afroamericani.

"Visitate il sito weareheremovement.com per aiutarci a dire al Presidente Obama e al Congresso, che il momento di cambiare è adesso", dichiara Alicia Keys al termine del video: "Noi pretendiamo una trasformazione radicale per rimediare alla lunga storia di razzismo sistemico, cosicché tutti gli americani abbiano pari diritti di vivere e raggiungere la felicità".

GUARDA ANCHE: il cortometraggio di "Let Me In", un racconto dal nostro punto di vista della difficile situazione dei rifugiati di guerra.



Federica Carlino
  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento