News Musica

Addio a Ezio Bosso: il musicista e compositore aveva 48 anni

446

Affetto da una malattia neurodegenerativa, Ezio Bosso se n'è andato all'età di 48 anni dopo aver vissuto gli ultimi anni con tutte le sue energie per la musica e grazie alla musica.

Addio a Ezio Bosso: il musicista e compositore aveva 48 anni

Se n'è andato a 48 anni un uomo che ci ha insegnato molto sulla vita. Ezio Bosso diceva che non bisogna "aspettare il momento perfetto" perché il momento ognuno deve andarselo a prendere con la propria energia "renderlo perfetto". Affetto da una malattia neurodegenerativa (erroneamente indicata dai media come la SLA), il musicista non si è mai perso d'animo e grazie alla musica è riuscito a trovare la forza per non mollare e vivere intensamente ogni singolo giorno dal momento della diagnosi. Avrebbe dovuto condurre l'orchestra sinfonica dell'Istituto Superiore di Studi Musicali Boccherini al Teatro del Giglio di Lucca lo scorso 3 maggio, evento annullato in seguito all'emergenza sanitaria nazionale.

Direttore d’orchestra e compositore, Bosso ha ricominciato una più intensa attività concertistica solo dal 2015, in un crescendo che, dopo aver portato oltre 100.000 spettatori nei migliori teatri con il suo recital per solo pianoforte considerata la tournée di musica classica più importante della storia italiana, lo vede reduce da una lunga serie di trionfi alla testa di alcune delle migliori orchestre italiane e internazionali nella riconquistata veste di direttore d’orchestra, dopo anni di forzata pausa. Ezio Bosso è stato inoltre il testimone ufficiale della Festa Europea Della Musica per il 2018 e unico italiano invitato al Parlamento Europeo per una storica riflessione sullo stato della cultura europea.

Ci lascia la sua musica e questo è il miglior regalo che potesse farci. Per il cinema ha composto le colonne sonore di nove film, tra cui Il ragazzo invisibile, Il dolce e l'amaro, Quo Vadis, Baby?, Rosso come il cielo e Io non ho paura.
Nel 2016 Ezio Bosso era stato ospite del Festival di Sanremo. La sua esibizione al pianoforte era stata accolta con un immenso gradimento di pubblico. Aveva suonato il brano Following a Bird, estratto dal suo album The 12th Room (uscito nell'ottobre 2015) che descriveva così: "Si dice che la vita sia composta da 12 stanze. 12 stanze in cui lasceremo qualcosa di noi che ci ricorderanno. Nessuno può ricordare la prima stanza dove è stato, ma pare che questo accada nell’ultima che raggiungeremo. Stanza, significa fermarsi, ma significa anche affermarsi. Ho dovuto percorre stanze immaginarie, per necessità. Perché nella mia vita ho dei momenti in cui entro in una stanza che non mi è molto simpatica, detto sinceramente. È una stanza in cui mi ritrovo bloccato per lunghi periodi, una stanza che diventa buia, piccolissima eppure immensa e impossibile da percorrere. Nei periodi in cui sono lì, ho dei momenti dove mi sembra che non ne uscirò mai. Ma anche lei mi ha regalato qualcosa, mi ha incuriosito, mi ha ricordato la mia fortuna. Mi ha fatto giocare con lei. Sì, perché la stanza è anche una poesia".



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming