Schede di riferimento
News Libri

Lauren Graham presenta a New York il suo libro ai fan di Una mamma per amica

84

Alla presentazione di Talking as Fast as I Can c'eravamo anche noi: ecco cosa ha raccontato la Lorelai Gilmore della fortunata serie tv.

Lauren Graham presenta a New York il suo libro ai fan di Una mamma per amica

Non era difficile prevedere che l'evento organizzato a New York da Barnes & Noble a Union Square avrebbe coinvolto un numero enorme di fan di Una mamma per amica. Ma prevedere un'affluenza del genere era davvero impossibile. Tanto per farvi intuire la quantità di entusiasti che sono accorsi per vedere Lauren Graham presentare il suo nuovo libro Talking as Fast as I Can, i braccialetti viola necessari per partecipare all'evento erano ampiamente finiti già la mattina alle otto e mezzo, quando siamo arrivati per prenderli insieme al testo. E la libreria avrebbe dovuto spalancare i battenti alle nove! Tanta è stata la partecipazione che per motivi di sicurezza sono stati costretti ad aprire un'ora prima. E così come consolazione ci siamo accontentati del braccialetto grigio, quello che serviva per poter almeno avere la foto con l'attrice. Per sicurezza ci siamo diligentemente mesi in fila alle quattro del pomeriggio per la presentazione del libro, che sarebbe cominciata alle sette. L'idea si è rivelata vincente poiché poco prima dell'inizio ci hanno fatto "scivolare" dal secondo al terzo piano sulle corsie laterali della sala principale, e così seppur in piedi (e ormai stanchini anzichenò) abbiamo potuto assistere all'incontro e scattare qualche fotografi per conto nostro.
La piacevole chiacchierata con i fan trepidanti e visibilmente felici è durata circa una ventina di minuti, in cui la Graham ha confermato la carica di naturale simpatia che l’ha resa famosa i tutto il mondo nel ruolo di Lorelai Gilmore. Ecco riassunti i momenti salienti della sua interazione con il pubblico:

- Ho scritto questo libro mentre stavamo girando le nuove quattro puntate di Una mamma per amica prodotte da Netflix, volevo testimoniare tutto quello che mi era successo nella vita soprattutto nel periodo di tempo tra la fine della serie originale e questi nuovi episodi. Sono stati anni interessanti a livello personale e professionale, e scrivere è sempre stata per me una grande valvola di sfogo. Quindi tra set e scrittura sono stata impegnatissima, come lo ero al college quando cercavo di laurearmi e insieme di cominciare la mia carriera d'attrice. Ho sempre pensato che se ti metti alla prova puoi scoprire che i tuoi limiti sono più ampi di quanto tu non creda, così non mi sono persa in chiacchiere e ho scritto queste storie che hanno colorato la mia vita.

- Prima di tutto sono sempre stata una lettrice avida. Mio padre mi insegnò prestissimo, all’asilo già potevo leggere alcuni testi. Le storie sono quindi state una parte fondamentale della mia vita, ho sempre cercato di raccontarle anche se con strumenti diversi, e alla fine ho capito che la recitazione era la via migliore per soddisfare questo mio desiderio. Così ho cominciato a scrivere e scrivere: diari, testi teatrali, sceneggiature. Qualcosa mi riusciva bene, qualcosa meno. Per me però le cose hanno iniziato a girare veramente solo quando ho iniziato a recitare. A tutte le studentesse che si sentono poco stimate dai professori: io potrei rappresentare per voi la speranza!

- Ricordo ancora quando cominciammo le riprese di Una mamma per amica, c'era molta meno competizione che oggi! Gli uomini guardavano The West Wing, le donne la nostra serie.

- Mi sono preparata alle nuove puntate della serie chiudendomi in casa per un weekend intero e riguardando tutti gli episodi delle stagioni originali. Volevo ritrovare l'atmosfera, il sapore di quei tempi, la dolcezza del ruolo di Lorelai. Quando sono tornata sul set insieme ad Alexis Bledel, Kelly Bishop e tutti gli altri è stato come se non ci fossimo separati per un solo giorno.

- Non ho un processo specifico quando scrivo. Ho un piccolo ufficio, che è anche più importante. Non c'è wi-fi, perché secondo me è la morte della creatività. Ci ho scritto molta parte del mio primo libro Someday, Someday Maybe, e ci ho scritto anche un altro testo che invece è diventato poi una sceneggiatura e stiamo provando a realizzarne un film. La storia è quella di una studentessa americana che si ritrova a spendere un periodo della sua vita in Inghilterra, dove le accadranno cose sorprendenti sia a livello professionale che sentimentale. Un mio amico sceneggiatore mi ha insegnato il metodo di scrivere per un'ora, prendere una pausa e rileggere quanto buttato giù. Se funziona allora andare avanti, altrimenti meglio spendere un’altra ora a sistemare quanto prodotto nella precedente.

- Come ispirazione per le storie che racconto nel mio libro ho avuto quelle che amo leggere, quelle che spesso si trasformano in veri e propri racconti. Direi che il mio referente principale è stato soprattutto il New Yorker.

- Sono stata ossessionata dalla copertina, non volevo ripetere l'errore del mio primo romanzo che alla fine ne ha avuta una troppo romantica, con una ragazza che percorre felice in bicicletta il Brooklyn Bridge. Era una foto che aveva scovato la mia editor non so dove, e decisero che andava bene anche se la trama era venata di ironia. Questa volta avevo scelto di fare una copertina piena di parole in cui da qualche parte, piccolino, c’era anche il mio volto. Alla fine l'abbiamo passata a un team di creativi che hanno trovato il compromesso giusto, la copertina di Talking as Fast as I Can propone la mia energia di donna positiva e anche quella che ci ho messo per scrivere il libro.

- E' per merito di Lorelai Gilmore e Una mamma per amica se ho avuto una carriera, tutti gli altri ruoli che ho interpretato sono dipesi dal successo della serie. Avrà sempre un posto speciale nel mio cuore, così come tutte le persone con cui l'ho realizzata. E ovviamente tutti i fan che ci hanno sostenuto in questi anni. E' stata un’esperienza incredibile. Non posso dire se sia conclusa o meno.

Dopo la breve ma spumeggiante chiacchierata Lauren Graham si è fermata per più di un'ora a scattare foto con il pubblico accorso per incontrarla. In un'atmosfera pre-natalizia che anche se in un contesto diverso possedere un qualcosa di familiare e gentile, proprio come il personaggio di Lorelai per cui la Graham è così amata. E questo molto probabilmente non è un caso.



  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming