La grande invasione: Ivrea ospita la sesta edizione della rassegna letteraria

5
La grande invasione: Ivrea ospita la sesta edizione della rassegna letteraria

Ivrea è pronta per accogliere la sesta edizione de La grande invasione, il festival della letteratura che si terrà dal 1 al 3 giugno prossimi. Occasione per aprire le manifestazioni estive dedicate alla lettura, forte delle ventimila presenze dell’anno passato. Anche per il 2018 Ivrea promette di diventare per tre giorni meta degli amanti della lettura, in tutte le sue sfaccettature: dalla letteratura intesa nell’accezione più classica del termine alla saggistica, dal racconto all’illustrazione, dalla musica al teatro, dalla poesia al fumetto, dall’arte alla fotografia.

Fittissimo il calendario degli eventi, con alcune novità: sulla scia dell’enorme partecipazione delle passate edizioni, viene raddoppiato l’appuntamento con Colazione & giornali, l’ormai tradizionale rassegna stampa che apre ogni giornata del festival: Silvia Bencivelli, Mario De Santis, Jacopo Iacoboni, Luigi Mascheroni, Giordano Meacci e Luca Sofri commentano le notizie della giornata all’ora della colazione. 

Confermata anche La nostra carriera di lettori, in cui autori di riferimento tracciano un percorso tra le proprie letture, curiose, insolite e spesso inaspettate. Tra gli ospiti confermati ci sono Walter Siti, Paolo Giordano, Melania Mazzucco, Andrea Marcolongo, Matteo Nucci e Giorgio Vasta. Aumentano gli appuntamenti dedicati all’arte figurativa con ben tredici mostre in programma, tra cui: Racconti vagabondi, del celebre artista, fumettista ed editore Igort (in collaborazione con il Centro Fumetto Andrea Pazienza), ospitata al Museo Civico Garda fino al 17 novembre; La Crepa- allo spazio Dakoart - che nasce dal progetto a metà tra il fumetto e il reportage fotografico di Carlos Spottorno& Guillermo Abril (vincitori del World Press Photo 2015); Salvezza– presso Mama b – con in mostra le tavole tratte dall’omonimo lavoro dei fumettisti Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso e ancora Travel Journals dell’artista americana Pacia Sallomi in residenza creativa presso Glosolì International Residency for Artists.

Non possono mancare le “lectures”: Luca Scarlini con Falso: la bellezza dell’inganno e Matteo Nucci con I sensi di Eros.

Grande attesa per gli autori stranieri: confermati lo scozzese Shaun Bythell, autore dell’acclamato Una vita da libraio (Einaudi), l’americana Nadja Spiegelman che con Clichy ha pubblicato lo scorso anno il memoir Dovrei proteggerti da tutto questo, Nick Hunt di cui il 31 maggio esce con Neri Pozza l’edizione italiana di Dove soffiano i venti selvaggi e il brasiliano Daniel Galera che presenta il suo nuovo romanzo in uscita per Sur Barba intrisa di sangue. Non solo: atteso l’arrivo di Ben Greenman, scrittore e editor del New Yorker, che porta la sua recente biografia di Prince, Purple life (EDT); lo statunitense Peter Kuper racconta Diario di New York, un epico poema d’amore, un diario di schizzi, bozzetti, impressioni, piccoli avvenimenti dedicato a New York, in uscita il 7 giugno per Tunuè; e ancora, lo scrittore Kader Abdolah, iraniano naturalizzato olandese, con il suo nuovo romanzo Uno scià alla corte d’Europa (Iperborea).

Dopo il successo dello scorso anno, tornano i pranzi letterari con tema le ossessioni: a narrarle e leggerle, mescolando cibo e parole nei ristoranti e locali della città, sono gli autori ospiti della Grande e Piccola invasione, tra cui Rossella Milone, Alessio Torino, Marco Rossari, Francesco Pacifico, Nadia Terranova, Ilaria Bernardini. 

Per tutte le informazioni e il dettaglio completo del programma, vi rimandiamo al sito ufficiale della manifestazione www.lagrandeinvasione.it.



Lascia un Commento
Lascia un Commento