Ferro: booktrailer del thriller d’esordio del pubblicitario Gianpietro Vigorelli

34
Ferro: booktrailer del thriller d’esordio del pubblicitario Gianpietro Vigorelli

Ferro, una parola dalla consistenza e dal sapore molto adatto al thriller, è il titolo dell’esordio letterario di Gianpietro Vigorelli, pubblicitario di fama che ha deciso di mettere a frutto l’esperienza di una vita di spot con autori come Woody Allen, John Landis o Spike Lee, per dedicarsi alla scrittura creativa. Un’opera prima che arriva oggi negli scaffali delle librerie pubblicata da Piemme, e di cui è stato prodotto uno dei sempre più rari booktrailer di presentazione, almeno di quelli fatti come si deve. Girato al Grand Hotel Campo di Fiori di Varese, usato da location anche da Guadagnino per alcune scene di Suspiria, è diretto da Federico Brugia, con musiche di Big Fish, produzione The Family, art director lo stesso Gianpietro Vigorelli e direttore della fotografia Marcello Dapporto.

Ecco qui sotto il book trailer di Ferro.

Ferro è un thriller con venature pulp che tra sparatorie, tradimenti, falsi amici e veri nemici, segue le vicende di Ferruccio, scrittore di gialli di scarso successo, e Cesare, suo fratello gemello rimasto disabile a seguito di un terribile incidente. I due rimangono coinvolti nelle trame di un vivace boss di origini balcaniche con base a Cisternino di Puglia, paese d'origine dei fratelli, che gli affida una missione apparentemente suicida dalla quale non potranno in alcun modo sottrarsi. Destinazione: Milano.  

Perché mi sono cacciato in questo casino? Non posso credere di essermi fatto coinvolgere in una pazzia del genere. Sono uno scrittore, io. Un cazzo di scrittore! Non sono un idiota che ficca il naso dove non si dovrebbe.

Ferruccio Camerano, detto Ferro, è uno scrittore di gialli che non ha mai realmente sfondato e vivacchia tra Bologna, dove ha studiato, e Cisternino di Puglia, suo paese natale. A legarlo al paese è soprattutto la presenza del fratello gemello Cesare, rimasto disabile in seguito a un incidente capitatogli da ragazzino.  Vittima dello strozzino Dragan Arsic, il terrore balcanico dell’alto Salento, Cesare si ritrova con una gamba amputata e in pericolo di vita. Proprio per salvare il fratello, Ferro finisce a sua volta nelle mani di Dragan. Dando per scontate le sue abilità investigative, vista la professione di giallista, e per via della sua fama di ragazzo fortunato, il boss slavo gli affida una missione: andare a Milano, scovare il suo nemico giurato, Zoran Baycusa, mozzargli la testa e riportargliela. Arrivato a Milano, gli indizi che Ferro trova nell’appartamento che il boss gli ha messo a disposizione lo portano subito al Cigno Nero, squallido strip club di periferia dove la star indiscussa è la bellissima Jadranka, per la quale Ferro perde irrimediabilmente la testa e che gli propone di aiutarlo. Ferro si troverà molto vicino alla soluzione del caso. Dovrà solo decidere, almeno per una volta, da che parte stare.

GIANPIETRO VIGORELLI nasce a Milano nel 1951. Dopo studi artistici nella Milano sessantottina, entra come art director nel mondo della pubblicità. Negli anni Novanta fonda con altri due soci una sua agenzia. Nasce così la collaborazione con marche internazionali per le quali realizza spot con la regia di autori come: Woody Allen, John Landis e Spike Lee. Forte dell’esperienza maturata durante la lunga carriera, decide infine di dedicarsi alla scrittura creativa. Ferro è il risultato di questa nuova passione e sua opera prima.

Ferro di GIanpietro Vigorelli, Piemme, euro 16,50, pagine 301



Lascia un Commento
Lascia un Commento