News Libri

Esce anche in Italia "Non sono quel tipo di ragazza" manuale autobiografico di Lena Dunham

78

Il libro dell'ideatrice, regista e interprete della serie tv Girls, icona del femminismo del Terzo Millennio.


Da quando la serie tv da lei ideata, scritta, diretta e interpretata, la Girls trasmessa negli States dalla HBO, è diventata un fenomeno mondiale, lo stesso è capitato a Lena Dunham, che già si era fatta notare in precedenza con il film indie Tiny Furniture e con le collaborazioni con il prestigioso New Yorker.

Newyorchese, classe 1986, la Dunham è diventata nel tempo di una manciata di mesi l'icona indiscussa della femminilità e del femminismo del Terzo Millennio, capace di uno strepitoso narcisismo e al tempo stesso di profonda autoironia, e di una coscienza schietta e spietata di quello che è che si esplicita nell'impietosa messa in scena delle sue imperfezioni fisiche e psicologiche: tanto spaccatamente esposte da diventare – quasi automaticamente – degli straordinari punti di forza.

Esce oggi, in contemporanea in tutto il mondo, “Non sono quel tipo di ragazza”, libro a metà tra l'autobiografia e la manuale all'“esser donna oggi” nel quale, nuovamente, la Dunham si racconta senza filtri e senza vergogna per le contraddizioni.
Basta leggere la presentazione firmata dalla stessa attrice:

Niente mi disgusta di più di una persona che dice: “La mia storia merita di essere raccontata”. Soprattutto se quella persona è una donna. E infatti eccomi qui, a raccontarvi alcune storie mie, che hanno una morale da asilo, sulla dieta, i vestiti, l’amicizia e le due crisi esistenziali che ho avuto prima dei vent’anni. Su tutti i ragazzi che sono stati a letto con me e non volevo affatto scoparmi. Su quella volta che mi hanno toccato il sedere mentre ero in stage, quando ho dovuto farmi valere in una riunione piena di uomini cinquantenni, o sono andata a una serata elegante con il naso più rosso e incrostato mai visto. No, non sono un’esperta di sesso, diete o psicologia. Non sono una donna felicemente sposata o la proprietaria di un franchise di biancheria di successo. Ma sono una ragazza con uno spiccato interesse ad avere tutto questo, e vi manderò speranzosi dispacci dal fronte della mia guerra

“Non sono quel tipo di ragazza” è pubblicato in Italia da Sperling & Kupfer, e tradurlo in Italiano è la giornalista, scrittrice e traduttrice (appunto) Tiziana Lo Porto, che si è andata caparbiamente a cercare questo lavoro in quanto fan della creatrice di Girls: “ Amo il lavoro di Lena Dunham e volevo tradurla,” ci ha raccontato Lo Porto. “Mi sono informata su quale editore avesse i diritti per l'Italia, ho contattato Sperling & Kupfer e mi son proposta come traduttrice."
E come è cambiato il rapporto di Tiziana Lo Porto con Lena Dunham dopo questo lavoro, dopo aver conosciuto il suo libro così da vicino? “Mi piaceva moltissimo prima come regista, mi piace anche di più adesso. Il libro è un autobiografia senza alcun elemento di finzione (sia Girls che Tiny Furnitures comunque sono opere di autofiction), e apprezzo moltissimo l'onestà e la grazia con cui sa raccontare se stessa. Non è da tutti scrivere una buona autobiografia a 28 anni. E lei c'è riuscita perfettamente.”

Come autrice, Tiziana ha scritto una graphic novel intitolata "Superzelda" (ed. Minimum Fax), che è un'altra particolare biografia al femminile: quella di Zelda Fitzgerald. Le abbiamo allora chiesto che tipo di rapporto esiste tra queste due donne, tra Lena e Zelda; e lei ci ha risposto così: “Sono ognuna a modo suo persone che non seguono mode né vogliono dettarle, anticonformiste e spiritualmente punk, che cercano di vivere all'altezza delle loro aspettative sempre, che evitano la noia a tutti i costi, che prendono la giusta distanza dal femminismo tout court, sono belle a modo loro ed emanano qualcosa (che non saprei definire). Lena in più rispetto a Zelda ha che non ha bisogno di Scott per trasformare in opera d'arte il proprio vissuto. E' più una Zelda + Scott insieme, vive le cose e poi le racconta a modo suo usando l'arte. (Prima parlavo di autofiction riguardo al lavoro di Lena, e l'opera di Fitzgerald è quasi interamente autofiction). Ciò detto Zelda sarebbe stata Zelda anche senza Scott ma probabilmente non ne avremmo avuto notizia. E Lena resterebbe Lena anche se incontrasse Scott. Questo il loro bello.”

“Non sono quel tipo di ragazza” di Lena Dunham, Sperling & Kupfer, 263 p., 16,90 euro

 


Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming