News Digital Video

Bright è in arrivo su Netflix: ce ne parla in esclusiva il protagonista Will Smith

113

Il fantasy-poliziesco, con anche Joel Edgerton e Noomi Rapace, sarà disponibile sul servizio in streaming dal 22 dicembre.

Bright è in arrivo su Netflix: ce ne parla in esclusiva il protagonista Will Smith

"Training Day che incontra Il Signore degli Anelli... "
Così Will Smith ha introdotto alla stampa Bright, il poliziesco-fantasy da 90 milioni di dollari che ha girato per Netflix insieme al regista David Ayer. Il film sarà disponibile in streaming su Netflix dal 22 dicembre 2017.
Dopo il successo commerciale che i due hanno ottenuto sul grande schermo con Suicide Squad, passare alla piattaforma "avversaria" è stata una scelta che ha sbalordito molti, soprattutto viste le dimensioni produttive del progetto. A quanto pare però Netflix ha garantito alla coppia una libertà artistica che altrove sarebbe stata impensabile, soprattutto per una questione di divieto ai minori. Cosa dobbiamo aspettarci dunque da Bright? Ce lo ha raccontato lo stesso Will Smith.

Partiamo dunque dall'accordo con Netflix. Perché lo avete scelto per lanciare Bright?
Il modello commerciale di Netflix è diverso, con il sistema delle sottoscrizioni il loro profilo di rischio di investimento è percepito in un'altra maniera. Netflix può fare un film duro come Bright e arrivare lo stesso a un pubblico di centinaia di milioni di spettatori. Gli studi non possono farlo, i produttori vogliono ancora avere un lavoro il lunedì mattina! Se vuoi portare la gente al cinema significa che devi realizzare un film che sia PG-13, e questo influenza le tue scelte creative. Con Netflix invece puoi realizzare tutto quello che vuoi per qualsiasi tipo di pubblico. Come artista ti rende libero in molte piccole cose in cui puoi essere più creativo e che invece ti vengono impedite quando il lavoro degli esecutivi è così pressante.

Questo significa che Bright è un film che al cinema sarebbe vietato?
Diciamo che David Ayer non ha reputato necessario andarci piano con questioni come il razzismo e la violenza delle forze dell'ordine. Bright ovviamente vuole essere un film divertente, portare al pubblico intrattenimento. Ci sono però anche sottotesti specifici per spettatori pronti a coglierli, e a giudicarli. C'è una scena in particolare tra me e il mio collega interpretato da Joel Edgerton in cui molte questioni razziali e sociali vengono tirate in ballo, in cui cerchiamo di capire se siamo prima amici o prima poliziotti, ed è una gran differenza, credimi. Un momento in cui altri colleghi stanno malmenando un orco. E' davvero un momento particolare nel film, mi sono sentito molto strano come afroamericano a essere dall'altra parte…

Quello di Daryl Ward è stato un ruolo che l'ha impegnata a livello psicologico?
Abbiamo collaborato con molti poliziotti di Los Angeles, è difficile raccontare l'esperienza di sedere sul retro di una pattuglia della polizia quando si aggira in quartieri di afroamericani o ispanici. Ho potuto affrontare in prima persona la complessità di quelle situazioni. Ammetto di aver provato sensazioni molto contrastanti a interpretare un poliziotto afroamericano razzista nei confronti di qualcun altro. E' un ribaltamento sociale che possiede una sua metafora interna, non ne conviene? Come attore nero non ho avuto molte possibilità di ottenere parti come questa...

Cosa risponde allora a Christopher Nolan che si è scagliato in maniera decisa contro la fruizione di cinema su Netflix?
Penso che Christopher sia un grande regista e non farei nulla per impedirgli di dirigere il mio prossimo film! A parte gli scherzi, il tipo di film che Chris fa sono quelli che vuoi vedere su un grande schermo, come quelli di James Cameron. Apprezzo molto la sua volontà di mettere la visione in una sala cinematografica sempre al primo posto.

Netflix e le atre piattaforme stanno davvero uccidendo il cinema in sala secondo lei?
A casa ho tre figli di venticinque, diciannove e sedici anni. Il loro modo di essere spettatori dovrebbe essere studiato a livello antropologico, è interessante osservare come fruiscono il prodotto visivo. Vanno al cinema nel weekend e guardano Netflix il resto della settimana. Sono due esperienze differenti, ma è sempre stato così. Ricordo che ai tempi di Willy, Il principe di Bel-Air la gente mi fermava per strada urlandomi "Will! Will!", poi Independence Day uscì al cinema e da un giorno all'altro hanno cominciato a chiamarmi Mr. Smith. Insomma, c'è definitivamente qualcosa in quel grande schermo che arriva al cuore della gente in un modo differente: diverso dal teatro, dalla televisione o da qualsiasi altro modo di fruizione.

Questo nuovo tipo di fruizione ha cambiato le regole dell'intrattenimento?
Il mondo dello showbusiness è cambiato completamente, non solo a causa di Netflix. Ho realizzato il mio primo album nel 1986, più di trent'anni fa. Pensa che non c'erano ancora nemmeno i CD. La transizione maggiore riguarda i fan, che sono stati sempre più coinvolti nel processo creativo. Prima c'era maggiore distanza tra una star del cinema e il pubblico, oggi tutto è più a portata di mano, o questa almeno è l'impressione data dalla nostra società mediatica. Prima personaggi come Michael Jackson, Madonna o Tom Cruise sembravano inarrivabili, non si possono più creare icone del genere secondo me, oggi si può addirittura essere amici su Facebook o Instagram con una celebrità, condividere foto e commenti. E' uno scarto enorme a livello di comunicazione, e Netflix sta cercando di assecondare il nuovo tipo di domanda che questo comporta.

"Bright: The Action": In questo nuovo video backstage, il cast di Bright racconta del lavoro con il regista David Ayer, delle sensazionali scene d'azione del film, tra cui la famigerata scena del distributore di benzina, e di come Noomi Rapace sia il personaggio cattivo più spaventoso mai visto finora:



  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming