Tangledeep - Un labirinto verso la superficie

-
Share
Tangledeep - Un labirinto verso la superficie

Kickstarter è un luogo di perdizione e pentimento, un luogo da cui provengono spesso truffe, delusioni e – fortunatamente – anche belle sorprese. Ci riferiamo a quest'ultima categoria quando parliamo di Tangledeep, un ibrido tra dungeon crawler e rogue-like con l'obiettivo di recuperare le radici di Rogue stesso ma, al contempo, integrandole con una grafica a 16 bit ed una serie di elementi RPG. Il risultato, nonostante sia ancora in Early Access, è sicuramente promettente.


L'hub principale del gioco, da cui entrare in Tangledeep.

Alla ricerca della verità
Per centinaia di anni le persone hanno vissuto in larghi villaggi sotterranei, oramai ignari di cosa ci sia in superficie. Un'unica via collega le profondità alla superficie: “Tangledeep”, un misterioso labirinto in grado di cambiare forma e dimensione, composto da innumerevoli piani ricchi di altrettanto innumerevoli bestie. Il caso vuole che toccherà al giocatore indagare, a costo di sacrificare centinaia di vite e decine di anni alla causa. Come infatti ho già accennato Tangledeep è un rogue-like e di conseguenza il vostro personaggio sarà destinato a morire, tante e tante volte. Nessun problema però! Gli eroi disposti ad indagare sono molti e ci sarà sempre un erede “spirituale” pronto a continuare l'ascesa nel labirinto.


All'interno del dungeon non mancheranno stanze segrete o NPC di vario tipo.

Il passaggio della torcia
Ovviamente a seguito della morte bisognerà ricominciare la scalata da capo, scegliere nuovamente una delle 9 classi disponibili, accumulare esperienza e sbloccare una delle tante abilità disponibili, ma questo non vuol dire che bisognerà ogni volta ricominciare da zero. Similmente a Rogue Legacy, il gioco ruota attorno ad un HUB esattamente davanti ai cancelli di Tumbleweed, un accampamento che qualsiasi cosa accada al vostro eroe, sarà sempre lì ad attendervi. Ed è proprio grazie a questo HUB se il successore avrà più probabilità di raggiungere il piano più alto di Tumbleweed. Oltre infatti ad una serie di NPC classici quali mercanti e quest givers, vi è una banca nel quale è possibile – previo salato pagamento – depositare per il futuro oro (valuta principale del gioco) o altri oggetti trovati nel labirinto. Oltre alla banca vi sono anche due strutture molto importanti per i livelli più avanzati: un recinto in cui poter conservare fino a tre mostri catturati, così da poterli riusare come famigli, ed una piccola zolla di terra dove piantare i semi trovati in Tangledeep. Semi che col tempo diventeranno alberi e – crescendo – produrranno notevoli quantità di frutta, necessaria per poter ricevere buff e cure all'interno del dungeon.


Il terreno su cui si cammina aggiungerà anche effetti più o meno positivi.

Old-style reso moderno
Oltre questi elementi, il resto è esattamente come potreste immaginarvelo: un classico dungeon crawler a turni in cui è possibile muoversi sia in orizzontale/verticale, che in diagonale. In breve: Rogue. Nulla di sorprendente quanto a gameplay ma non per questo meno divertente.
Sfortunatamente per molti, l'aspetto grafico è volutamente carente, con animazioni minimali ancora piuttosto rozze ed un singolo personaggio, vestita diversamente a seconda della classe, senza possibilità di customizzazione estetica, anche casuale, o di scelta del sesso. Escluso questo aspetto, che per molti può risultare effimero, Tangledeep è sicuramente un titolo da tenere d'occhio. Le idee ci sono e le fondamenta sono abbastanza solide, mancano ora una quantità di contenuti adeguati all'ambiziosità del gioco, che in questa fase manca ovviamente di longevità.
L'impegno degli sviluppatori, attivi su tutti i forum e con patch regolari, è comunque un buon segno per il futuro del gioco, che vedrà presto due nuove classi ed ulteriori meccaniche.


La fattoria dove poter mantenere le creature catturate dai precedenti eroi.


Iscriviti alla nostra newsletter:

Lascia un Commento
Lascia un Commento