Speciali Games

Rise & Shine - Recensione

2

Un viaggio sul pianeta Gamearth, in conflitto con le temibili forze di Nexgen.

Rise & Shine - Recensione

Lavorare come personaggio dei videogiochi deve essere stancante. Sveglia presto, lavoro tutti i giorni, cattivoni da combattere e – nel peggiore dei casi – eroi contro cui perdere. Ma cosa succede una volta finito il gioco? Stando a Rise & Shine, nuovo indie spagnolo sbarcato su Steam, i nostri eroi tornano a Gamearth, un pianeta pacifico ora in guerra con le devastanti forze del pianeta Nexgen.

Nei panni di Rise, figlio di un “non proprio ufficiale” Marcus Phoenix, verremo catapultati nel momento finale di questo conflitto: la disfatta è vicina ed i cadaveri dei personaggi più famosi della storia dei videogiochi abbondano sullo schermo, arricchendo macabramente i bellissimi sfondi disegnati dagli artisti di Super Mega Team. È possibile individuare un Bar da Guile, il cadavere di Toad, Ryu e Ken sul treno ed addirittura incontrare Super Mario ed il cane di Duck Hunt (appositamente riveduti e corretti per evitare lamentele da Nintendo); insomma Gamearth nel momento più buio della propria pacifica esistenza. Ma chi viene dal pianeta nexgen? I gears di Gears of War, come anche le locuste o il Cacodemon di Doom, capeggiati da un nemico la cui identità è misteriosa.
Non c'è modo – per un ragazzino – di affrontare tali nemici, per questo all'inizio del gioco un leggendario guerriero in fin di vita, che non assomiglierà minimamente a Link di The Legend of Zelda, donerà al giocatore Shine, una pistola senziente che da sempre ha accompagnato chiunque potesse salvare le sorti di Gamearth.

Quello che sto per dire di Rise & Shine è – in parte- doloroso da accettare, perché Rise & Shine è in fondo un titolo che ha le carte in regola per poter essere ricordato come un bel titolo: un'ambientazione divertente, un aspetto grafico caratterizzato completamente da bellissimi disegni a mano, una particolare cura nel carattere delle animazioni del protagonista e anche un gameplay abbastanza fluido. Ammetto anzi che da quando ebbi modo di provare la demo nel 2016 attendevo con molta impazienza la versione definitiva del gioco.
Sfortunatamente questa particolare attenzione nella qualità del prodotto ne ha compromesso una equivalente attenzione verso il game design. Raggiunta infatti la seconda parte del gioco (dopo circa 1 ora), Rise & Shine subisce un innalzamento del livello di sfida quasi frustrante, oltre ad un impoverimento generale del gameplay ed una mancanza di idee nuove. Non che il gameplay base fosse poi rimarcabile, in fondo è un titolo parecchio statico in cui il più delle volte sparerete stando fermi al bordo dello schermo; ma non introducendo nulla di nuovo dopo i primi 30 minuti di gioco ne compromette di molto la fruibilità. Altro problema, come avrete potuto intuire, è la durata stessa del gioco. Morendo relativamente poco è infatti possibile esaurire i contenuti del gioco in ben due ore, senza riuscire a dare contenuti soddisfacenti per farsi andare bene la scarsa durata dell'avventura di Rise, dando l'impressione che la seconda parte sia stata fatta in fretta e furia, solo per dare un finale all'ottima idea sotto a Rise & Shine, rimasta inespressa fino alla fine.

Nonostante la profonda delusione non si tratta comunque di un titolo meritevole di un'insufficenza, non dopo la grande attenzione che hanno dato alla prima parte del gioco. Sfortunatamente i difetti gli impediscono però di raggiungere una vetta altrimenti possibile per un prodotto di tale qualità.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming